The end of January.

Amici, Canti, Illustrazione, Love, pensieri 1 Comment »

Come spesso mi accade al termine di un weekend, mi vien voglia di scrivere per raccontarne un po’ gli accaduti, per fissarli in questo mio diario, per dare ai miei pensieri un vestito di parole nere su bianco (o bianco su nero, come nel blog).
E’ stato un weekend strano, con momenti belli e con un po’ di tristezza, soprattutto domenica.

E’ iniziato venerdì, con una bella cena con un caro amico di luuunga data ;) Conoscersi da 13 anni ormai, e averne condivisi spallaspalla 5 di liceo -e altrettanti di gioco di ruolo!- lascia il segno! E quindi si ride delle stesse stupidate che facevano ridere 13 anni prima, si ricordano cose andate, e soprattutto ci si racconta e si condividono cose future.
Davanti a entrambi noi, amico mio, si prospetta un futuro insieme alla persona che amiamo, con le sue magie, le sue sfide, e le piccole difficoltà di ogni giorno che arriveranno, pronte per essere affrontate dalla coppia che si tiene mano nella mano. Ci si può sentire regista o attore, si può vivere la cosa come uno splendido sogno o come una realtà studiata con cura… ma qualunque cosa si faccia per propria natura, entrambi noi desideriamo con forza questo futuro che ognuno di noi ha davanti, e per cui stiamo lottando.

Ed è bello sapere che anche se saremo lontani ci potremo raccontare l’un l’altra quando vorremo, grazie alle magie della tecnologia; quelle stesse tecnologie che adesso ci stanno permettendo, nell’attesa di quel bel futuro, di essere in contatto ogni giorno cpn il nostro cuore.. che entrambi abbiamo a molti chilometri di distanza, tu in Trentino e io in Friuli :°)
Grazie della bella serata, e delle belle chiacchiere..!

E sabato mi sono svegliata forte e felice.
Riflettendo su quanto sia assurdo che ci siano situazioni, piccoli ostacoli che si creano in un momento in cui proprio non te li aspetti… e il mio stesso carattere ne è assurdamente spesso l’involontaria causa! La mia incredibile capacità di trasformare in un dramma cosmico la più piccola delle stupidate non si smentisce.. e così all’improvviso nasce un problema che dopo poco non sai nemmeno più come, perchè e quando è nato.. ma lo affronti e risolvi con pazienza e impegno, insieme, e tutto va a posto. Si risolve, e quando ti addormenti hai il sorriso. E quando ti svegli, ti senti più forte e più felice di prima :°)

Sabato è stata una giornata strana, come non ne vivevo da tempo. Al mattino ho sconfitto le preoccupazioni con le pulizie, e il lavoro fisico si riconferma davvero come ottima distrazione quando hai bisogno di staccare un attimo la testa ;) Via Venezia ora è linda e pulita, pronta per l’arrivo di Alberto venerdì ^_^

Al pomeriggio invece ho fatto una cosa che non facevo da troppo tempo. Ho preso la matita in mano. Ma non per disegnare qualche cosina, un breve schizzo o una caricatura. No. Per fare un Disegno.
E’ una sorpresa, per ora, quindi non dirò nulla sul disegno in sè.. era un progetto che covavo da anni, ma senza sapere su che soggetto applicarlo.. e improvvisamente sabato sapevo quale, avevo in mente tutto.. e così mi sono immersa nel disegno come non facevo da anni, ormai.. E’ stato catartico, davvero, e molto importante per la mia autostima: non ho perso la mano, nonostante la lunga inattività ;)

Sabato sera invece sono uscita.. prima due chiacchiere importanti con un amico speciale. Troppo tempo di nuovo non potevamo raccontarci, tante cose c’erano da raccontare… e bisogno di farlo da soli, tranquilli davanti a un aperitivo; ci siamo presi un’ora tutta per noi, per parlare, e poi ci siamo uniti al gruppo di amici che ci aspettava da Ian, una cena cinese come ai bei vecchi tempi, tutti insieme :)
Marco, Laura, Mattia, Sassa, Marzia.. e Ghost ;) è stata davvero una bellissima cena, nonostante il casino, nonostante lì al sabato ormai sia un delirio, nonostante la stanchezza che avevo e il male per il volo fatto dalle scale poco prima.
Una serata in cui mi sentivo un po’ ovattata, e mi facevo circondare e avvolgere dalle chiacchiere degli amici, spettatrice rilassata e silenziosa della loro allegria :)
Una cena, un gelato, e poi a nanna.. grazie a tutti voi della serata, è stato bellissimo e ne avevo tanto bisogno :*)

Domenica
era una giornata dura. Nonostante il primo anniversario della morte della nonna sia oggi, è stato ieri che io l’ho sentito di più. Perchè accadde di domenica, una domenica di sole di febbraio proprio come era ieri. E quindi i ricordi mi hanno assalita, e con essi il dolore e la tristezza.
Il disegno mi è venuto in soccorso, un intimo oblio in cui posso calarmi quando prendo in mano la matita. Si spalanca un mondo a parte, un mondo che è tutto tuo.. dove forme e linee, colori e tracce sul foglio prendono forma, e ti avvolgono nel loro turbine, ti proteggono.. ti perdi e ti ritrovi, e colore dopo colore, linea dopo linea, ho completato un lavoro in un solo intenso giorno.. e penso sia venuto davvero davvero bene :°)

Ma a venirmi in soccorso è stato soprattutto Alberto, con quel modo speciale che ha sempre avuto di sapermi stare vicino.. con mille attenzioni, con una parola dolce quando ne avevo bisogno, facendomi forza e facendomi sentire come se fosse lì vicino a me anche quando siamo tanto lontani..
Tutto il giorno ha saputo in qualche modo tenermi per mano, starmi vicino, farmi coraggio.. e ne avevo davvero tanto bisogno. Non so come avrei fatto, sennò…

E così anche quella giornata dura, piano piano, è scivolata via.. senza lasciare troppo il segno, e spalancando le porte a un lunedì in cui mi sono sentita un leone, ho affrontato ruggendo la giornata, e ho potuto contare un nuovo -4 che mi separa da un nuovo stupendo weekend insieme ad Alberto :°)

Domani è un nuovo giorno. Un -3 all’abbraccio magico che ci sarà venerdì. Un -88 all’arrivo di maggio. E semplicemente un giorno in meno che ci separa da tutta una vita insieme :°)

Laocoontico Eriadan

Fumetto, Illustrazione 1 Comment »

Un mito, la strip di oggi *_*

Cinque Petali D’Arte.

Canti, Illustrazione 1 Comment »

L’Associazione Culturale La Luna Nel Pozzo si presenterà alla Fiera dei fumetti e dei giochi di Lucca anche con un altro importante lavoro che è stato concluso quest’anno, grazie all’impegno e alla dedizione di molte persone :)

Si tratta del’Art Book Cinque Petali D’Arte, che è una bella pubblicazione su carta patinata, rilegata a mano con copertina cartonata e rivestita di ricco tessuto.

Gli artisti che si sono cimentati in questo lavoro sono, ovviamente, 5 (in rigoroso ordine alfabetico):
Biondina • FMarina • Imizael • Randolph Carter • Synafey, utenti del Forum della LNP.

Cinque Petali d’Arte è composto da ben 50 tavole a colori e in b/n, suddivise in tre sezioni Fantasy, Gotico/Noir e Freestyle.
Dà ampio spazio alle illustrazioni dei giovani artisti che hanno partecipato, dopo aver dedicato molte pagine ad un’introduzione all’Arte del disegno e dell’illustrazione e anche a qualche dettaglio su ognuno degli autori.. ed essendo comunque il primo lavoro di questo tipo promosso e realizzato dalla Luna nel Pozzo è un ottimo prodotto :)


(Copertina di Fabio Porfidia)

Che altro dire? E’ il primo libro al mondo a pubblicare i miei disegni, ed è stata per me una grandissima emozione poter partecipare, anche perchè il mio ruolo è stato attivo anche nell’impaginazione grafica della copertina e nella stesura del testo di introduzione.
Ringrazio chiunque di voi passerà a Lucca Comics And Games allo stand a dare un’occhiata all’Art Book Cinque petali d’arte (e magari a compralo, chissà!). :)

Arriva Dicembre.. con il calendario dell’avvento!!! :)

Canti, famiglia, Festa, Fumetto, Illustrazione, Natale 5 Comments »

E così eccoci arrivati già a fine novembre.. è incredibile! Voglio dire, mi sembra solo ieri che era il venerdì prima di Lucca.. e invece è passato un mese! Di nuovo venerdì, di nuovo crampi alla pancia, ma un mese è trascorso! Mitico.. ogni tanto mi stupisco di come mi sta volando il tempo, quest’autunno! E’ come se da agosto in avanti mi stia scivolando ogni giorno tra le dita! Intendiamoci, me li godo tutti minuto per minuto, però son volati via più rapidamente di altri periodi!

E così, domani inizia dicembre.
Quando Renata ed io si era piccine, dal primo di Dicembre iniziavamo ad aprire il Calendario dell’Avvento! Per chi non lo conosca, è un calendario speciale che ha 25 caselline, una per ogni giorno di dicembre che precede il Giorno di Natale, e sono messe in ordine sparso. Il gioco è cercare, ogni mattina, la casellina del giorno corrispondente, ed aprirla per scoprire cosa ci sia dietro!!! Quando eravamo piccoline, c’era un disegnino diverso in ogni casella! Un giocattolo, un dolce, oppure un personaggio del presepe o un elemento decorativo natalizio. Oggigiorno, i bimbi moderni, possono scoprire dietro a ogni casella un cioccolatino ;)

Perchè parlo del calendario dell’avvento? Perchè ora posso aprire le caselline del

Calendario di Wizdom e Seelly!!!

E’ bellissimo! E come nei calendari dell’avvento passati, ogni giorno è una sorpresa.. solo che qui sulle caselline c’è un disegnino, e aprendole si scopre piano piano l’immagine sottostante!!! Da domani non dimenticatevi di andare ad aprire la casella di ogni giorno, mi raccomando ^_____________^

Wizdom e Seelly, una nuova frontiera della Sferavisione.

Canti, famiglia, Fumetto, Illustrazione 11 Comments »

Wizdom e Seelly, una nuova frontiera della Sferavisione.

Wizdom e Seelly

Abbiamo il piacere di condividere con voi lettori un’intervista che lascerà il segno nel mondo del fumetto online. La nostra inviata Paola ha avuto il piacere di condurre un incontro in esclusiva con l’autrice
Renata Traversa, nota fumettista e artista Savonese.
La nascita di www.wizdomeseelly.it segna infatti, quale pietra miliare, un nuovo brillante capitolo nella storia del fumetto, una rivoluzione per il mondo internet degli
appassionati delle storie di personaggi un tempo cartacei, da oggi… sferici!

Senza tempo frapporre, iniziamo con l’intervista.

Paola: “Buongiorno, Renata. Cominciamo subito con la prima domanda.
Tutti i nostri lettori sono curiosi di sapere da cosa nasca la brillante idea che l’ha portata alla creazione di un fumetto originale quale Wizdom e Seelly.”

Renata: “Buongiorno Paola. Prima di tutto vorrei esprimere la mia gratitudine per la possibilità che mi state offrendo.
I media solitamente mostrano poca sensibilità nel confronti di giovani autori, permettendo che anche le storie più appassionanti siano catalogate come intrattenimento privo di risvolti culturali. In realtà il fumetto originale non è totalmente opera di fantasia, se non in minima parte.
E’ tutto iniziato alcuni anni fa, quando, da appassionata di giochi di ruolo, trovai in rete una lista di divertenti gag a riguardo di ciò che un mago non vorrebbe mai sentire dal proprio apprendista. Pensai che sarebbe stato divertente trasporle su carta e quando per caso incontrai Wizdome e Seelly compresi di aver trovato la mia fonte
di ispirazione definitiva. Infatti molte tavole sono il racconto pure e semplice della loro vita quotidiana!”

Paola: “perciò, è un progetto nato su carta! Di quali migliorie e innovazioni, secondo lei, possono giovare Wizdom e Seelly grazie al canale espressivo telematico di internet? Quali sono le potenzialità
che il mondo informatico offre loro?”

Renata: “L’idea di passare a media più moderni è stata di Seelly. E’ uno sferadipendente, come molti suoi coetanei, appassionato di mille sferafilm e programmi sferavisivi.
E come la maggior parte dei suoi coetanei sogna un futuro grandioso e tra le sue aspirazioni c’era quella di diventare attore, che come vedete si è avverata!
Il passo è stato breve, ci ha convinti a fare un paio di riprese, ed eccoci qui! Il connubio tra la pay-sfera e internet è stato reso possibile da Wizdom, che ha modificato la rete con un incantesimo perché potesse
ricevere le comunicazioni magiche!”

Paola: “e ci dica, da cosa nascono questi due personaggi, dai nomi così brillanti? Sono semplicemente frutto del suo estro creativo, o nascono da qualche profondo aspetto della sua stessa personalità che emerge in questo modo nel mondo reale, analizzato e riproposto in chiave originale?”

Renata: “Alcuni parlerebbero di schizofrenia, io preferisco ammettere che sono i loro nomi reali.”

Paola: “quindi, quali saranno le tematiche affrontate da questo brillante fumetto?”

Renata: “La vita quotidiana di mago e apprendista, che, come si può chiaramente evincere dal contesto, può essere presa a paradigma del rapporto genitore-figlio, insegnante-allievo, maestro-padawan, cuoco-budino.
E contemporaneamente può costituire i prolegomeni per una lettura simbolica e filosofica della società moderna, fornendo le basi per una maggiore comprensione della socialità dell’individuo nella liquida realtà multiculturale di oggi.”

Paola: “e che progetti ha per il futuro di Wizdom e di Seelly?”

Renata: “Vorrei continuare ad essere la loro voce, raccontane vicende così come così come loro le narrano a me. E se diventano ricchi come attori spremerli in qualità di manager.”

Paola: “E con questo è tutto gentili lettori. Che altro aggiungere?
Nulla può presentarvi meglio, ora, Wizdom e Seelly se non loro stessi!
La parola agli attori, dunque, su

www.wizdomeseelly.it

E non dimenticate, potete comunicare con gli stessi attori e con la regista anche tramite il loro nuovissimo blog
www.wizdomeseelly.it/wizdomeseelly_blog.htm

Allegoria della Terra, Iconologia – Cesare Ripa

Canti, Illustrazione 7 Comments »

Image Hosted by ImageShack.us

TERRA
Una matrona a sedere, vestita d’habito pieno di varie herbe e fiori, con la destra mano tenghi un globo, in capo una ghirlanda di fronde, fiori e frutti, et de i medesimi ne sarà pieno un corno di dovitia, il quale tiene con la destra mano et a canto vi sarà un leone et altri animali terrestri.

Si fa matrona, per essere ella da i Poeti chiamata gran madre di tutti gl’animali (…). Si dipinge con il globo et che stia a sedere, per esser la terra sferica et
immobile (…).