Sin City: a dame to kill for

Film, Fumetto Commenti disabilitati su Sin City: a dame to kill for

a dame to kill forSu richiesta del Gareth scrivo volentieri la recensione del film che sono andata a vedere con Alberto sabato scorso.
Naturalmente avviso di possibili spoiler, soprattutto per chi non abbia letto nemmeno la Graphic Novel originale o chi come Sheldon consideri “ehi, è bello!” uno spoiler :P

Dopo 9 anni dall’uscita del primo epico Sin City non avrei mai osato sperare in un seguito. Forse perchè il primo film si è rivelato un tale capolavoro, non pensavo ne avrebbero mai prodotto un secondo.
E’ stata una sorpresa emozionante, per me che sono tanto appassionata!

Sono andata al cinema con Alberto senza aver letto nulla online riguardo al film, per farmi stupire come la prima volta da Miller e Rodriguez!

Premetto subito che è stato straordinario (Alberto doveva sedarmi per zittire i miei commenti emozionati!) e che consiglio a chiunque ami Miller e abbia apprezzato il primo film di andarlo a vedere.

La storia principale, A dame to kill for, ha la stessa magnifica grinta della graphic novel; come già in Sin City (e in 300!) la sceneggiatura, i dialoghi, i testi delle voci narranti sono una fedele riproduzione dell’opera di Miller. E’ un’esperienza mistica: sembra che le pagine dell’albo inizino a muoversi e prendano letteralmente vita in tre dimensioni, uscendo dalla carta per portare lo spettatore dentro le avventure di Dwight!
Straordinario.
La trama rimane fedele a quella della storia originale; cambia l’attore protagonista, che la volta scorsa era Clive Owen; peccato, io sono un’abitudinaria, ma per chi conosce la storia di Dwight ci stava una faccia diversa ;P

Come nel primo film viene usata una struttura narrativa per cui le storie si intrecciano un minimo e alcune di esse vengono interrotte per dar inizio al nuovo filone. Può piacere o meno, a me è piaciuto!

Le due storie con cui si intervalla la trama principale sono nuove di zecca, ho scoperto durante la visione. Scritte apposta da Miller per il film, ho letto poi online!
Devo dire che l’attore Joseph Gordon-Levitt protagonista glorioso di The Long Bad Night mi piace un casino, e questa storia è perfetta: straordinaria.
A mio parere Nancy’s Last Dance è meno riuscita, e purtroppo è con essa che si chiude il film: comprendo il motivo che ha spinto Miller a scriverla, ma l’ho trovata meno forte e meno Milleriana, perciò purtroppo la tensione per me è calata un po’ sul finale ed è stato un peccato!
Però è proprio un parere personale, voi come la pensate a riguardo?

Nel complesso è un meraviglioso seguito del primo film. Si possono guardare tranquillamente uno dopo l’altro senza sentire, secondo me, i nove anni che trascorrono!
Le scelte vincenti del primo film a livello effetti speciali vengono riproposte e migliorate: i colori che anche Miller ogni tanto faceva emergere dalla pagina come splendidi dettagli nel  bianco e nero, i momenti di omaggio al bidimensionale cartaceo in cui ogni tridimensionalità degli attori è appiattita come sul foglio, e i momenti in cui il vantaggio della cinepresa e di ciò che permette supera la bellezza della scena ferma del fumetto.

Nel complesso veramente straordinario! :)

Fanciullino e Bimbaverde alla Parmigiana!

Fumetto, Sogni, vacanza, Viaggi, We Are F&B Commenti disabilitati su Fanciullino e Bimbaverde alla Parmigiana!

Ed eccoci: primo post del 2014!
Non sarà un elenco di buoni propositi, anche perchè non ne ho uno, nè un racconto degli ultimi mesi del 2013 o di Natale/Capodanno: quello seguirà quanto prima!

Sarà una piccola anticipazione del weekend a venire: sono emozionata e contenta e non vedo l’ora, perciò me lo pregusto raccontandolo qui!

Alberto ed io andremo a Parma a partecipare alla Rat-Convention, attirati dagli eventi che si terranno la giornata di sabato 11 gennaio dedicati al Ratto di Leo Ortolani!

Il timbro che spero mi annullerà la copia del fumetto speciale uscito per l’occasione!

Quando ho letto il post sul suo blog comenondetto ho avuto un tuffo al cuore e mi è venuta voglia di partecipare.. ma mi frenava il fatto che non ci fosse garanzia di poter entrare all’evento pomeridiano all’Auditorium in quanto 600 posti vengono riempiti ben presto da fan di varia origine ;)
Fare tanti chilometri per poi non godersi al 100% gli eventi sarebbe stato un peccato.

Poi quando hanno messo la possibilità di prenotare i posti online non abbiamo resistito alla tentazione, e abbiamo fatto appena in tempo! Pur facendolo a 5-10 minuti di distanza uno dall’altra, abbiamo 5 numeri di lontananza dei posti a sedere tra Alberto e me, e abbiamo preso i posti quasi all’ultimo!

Una fortuna del genere andava festeggiata: così abbiamo deciso di dedicare il weekend dell’11 a una piccola vacanzina fuori porta. Partiremo venerdì 10 (domaniiii!!!) dopo il lavoro (chissà che non si riesca anche ad anticipare la partenza?) verso Parma. Il viaggio dovrebbe durare circa tre ore e mezza, e al nostro arrivo ci sarà la Camera Matrimoniale Superior allo Starhotels Du Parc

4 stelle per noi stavolta, yeha!

Grazie a booking.com abbiamo potuto prenotare allo stesso prezzo di un tre stelle ;) figata!

La giornata di sabato sarà dedicata alla visita alla città durante la mattinata, tanto si potrà solo visitare alle 11.30 la mostra delle Copertine di Ratman se ho ben letto. Ho cercato un libbricino guida di Parma ma nelle librerie qui a Udine e online non è che trovi molto, perciò pregusto di comprarlo direttamente sabato mattina in loco, anche se è un peccato non averlo prima!
A sera riusciremo penso anche a incontrarci con la collega di Alberto grazie alle cui preziose indicazioni ho potuto prenotare il Super albergo ;)

Per domenica abbiamo grandi progetti sempre un po’ nerd! Mi ha messo la pulce nell’orecchio lo Zio G., che ha fatto con Zia B. la stessa tappa al rientro da Parma. E’ vicina, è di strada.. e quindi andiamo a visitare BRESCELLO!

Per chi non lo sapesse, Brescello è il paese di Peppone e Don Camillo!

Tramite il sito Visitbrescello.it abbiamo prenotato una visita guidata solo per noi, la domenica mattina, grazie a cui potremo visitare il paese e i tre musei locali :) dopo un pranzetto spero sempre in Brescello ripartiremo per casa!

Che bello, mi sto proprio pregustando questo weekend in arrivo! *_*

Tonight, Tonight.

Canti, famiglia, Fumetto, Incubi, Musica 2 Comments »

Time is never time at all
You can never ever leave without leaving a piece of youth
And our lives are forever changed
We will never be the same
The more you change the less you feel

Believe, believe in me, believe
That life can change, that you’re not stuck in vain
We’re not the same, we’re different tonight

Tonight, so bright
Tonight

And you know you’re never sure
But your sure you could be right
If you held yourself up to the light
And the embers never fade in your city by the lake
The place where you were born

Believe, believe in me, believe
In the resolute urgency of now
And if you believe there’s not a chance tonight

Tonight, so bright
Tonight

We’ll crucify the insincere tonight
We’ll make things right, we’ll feel it all tonight
We’ll find a way to offer up the night tonight
The indescribable moments of your life tonight
The impossible is possible tonight
Believe in me as I believe in you, tonight….

Operation: duckling loop.

Fumetto Commenti disabilitati su Operation: duckling loop.

Laocoontico Eriadan

Fumetto, Illustrazione 1 Comment »

Un mito, la strip di oggi *_*

Geniale.

Fumetto Commenti disabilitati su Geniale.

The Order of the Stick: War and XPs

Canti, Fumetto Commenti disabilitati su The Order of the Stick: War and XPs

Beh, sapete cosa? anche con il fastidio della dogana, sono felicissima di aver preso il librone di OOTS :)

Il vantaggio è senza dubbio dato anche dal fatto che al momento comprare in dollari per noi è un piccolo risparmio, quindi quei 6 euro in più per me valevano comunque l’acquisto dell’ultimo libro della Saga OOTS :)

War and XPs è proprio massiccio, è più grosso degli altri ed è veramente ricco di contenuti! La trama continua, ed ovviamente è quella del fumetto online.. si lo so l’ho già letto, ma voglio lo stesso avere la collezione cartacea! E’ un fumetto su D&D davvero grandioso, Burlew è un genio è stramitico! :)

Per dare l’idea.. ecco un estratto.. “Read in white-knuckled edge-of-your-seat anticipation as the Order leads the charge in a massive siege that makes the Battle of Thermopylae look like a sorority car wash.” :D
LOL!!!

E poi ci sono 30 pagine di materiale inedito.. ma soprattutto, visto che io sono una grandiosa Fan di OOTS, tanto da avere 4-5 magliette, il calendario, due libretti degli appunti e la borsa di tela con soggetti del fumetto, ho fatto il preordine non appena è stato possibile.
E questo mi ha fatto guadagnare un gadget in regalo che è DEFINITIVO!!! Il Magnete di Elan!!!! E’ fantastico davvero, ma non l’ho attaccato al frigo! Essendo dietro al muro del cucinino infatti non si sarebbe praticamente mai visto.. l’ho messo in camera, perchè il mobile nuovo che ha preso Elven è in ferro battuto e quindi perfetto per il magnete :D
E’ stupendo:
L’unico peccato è che mi son persa quello di Belkar di due anni fa ;)
Il Bardo Elan è il mio personaggio preferito: foolish Good di allineamento, è veramente un eroe nel cuore e un ingenuo sino all’osso.. ma è mitico! E si spara delle scenette esilaranti! :D

Arriva Dicembre.. con il calendario dell’avvento!!! :)

Canti, famiglia, Festa, Fumetto, Illustrazione, Natale 5 Comments »

E così eccoci arrivati già a fine novembre.. è incredibile! Voglio dire, mi sembra solo ieri che era il venerdì prima di Lucca.. e invece è passato un mese! Di nuovo venerdì, di nuovo crampi alla pancia, ma un mese è trascorso! Mitico.. ogni tanto mi stupisco di come mi sta volando il tempo, quest’autunno! E’ come se da agosto in avanti mi stia scivolando ogni giorno tra le dita! Intendiamoci, me li godo tutti minuto per minuto, però son volati via più rapidamente di altri periodi!

E così, domani inizia dicembre.
Quando Renata ed io si era piccine, dal primo di Dicembre iniziavamo ad aprire il Calendario dell’Avvento! Per chi non lo conosca, è un calendario speciale che ha 25 caselline, una per ogni giorno di dicembre che precede il Giorno di Natale, e sono messe in ordine sparso. Il gioco è cercare, ogni mattina, la casellina del giorno corrispondente, ed aprirla per scoprire cosa ci sia dietro!!! Quando eravamo piccoline, c’era un disegnino diverso in ogni casella! Un giocattolo, un dolce, oppure un personaggio del presepe o un elemento decorativo natalizio. Oggigiorno, i bimbi moderni, possono scoprire dietro a ogni casella un cioccolatino ;)

Perchè parlo del calendario dell’avvento? Perchè ora posso aprire le caselline del

Calendario di Wizdom e Seelly!!!

E’ bellissimo! E come nei calendari dell’avvento passati, ogni giorno è una sorpresa.. solo che qui sulle caselline c’è un disegnino, e aprendole si scopre piano piano l’immagine sottostante!!! Da domani non dimenticatevi di andare ad aprire la casella di ogni giorno, mi raccomando ^_____________^

Wizdom e Seelly, una nuova frontiera della Sferavisione.

Canti, famiglia, Fumetto, Illustrazione 11 Comments »

Wizdom e Seelly, una nuova frontiera della Sferavisione.

Wizdom e Seelly

Abbiamo il piacere di condividere con voi lettori un’intervista che lascerà il segno nel mondo del fumetto online. La nostra inviata Paola ha avuto il piacere di condurre un incontro in esclusiva con l’autrice
Renata Traversa, nota fumettista e artista Savonese.
La nascita di www.wizdomeseelly.it segna infatti, quale pietra miliare, un nuovo brillante capitolo nella storia del fumetto, una rivoluzione per il mondo internet degli
appassionati delle storie di personaggi un tempo cartacei, da oggi… sferici!

Senza tempo frapporre, iniziamo con l’intervista.

Paola: “Buongiorno, Renata. Cominciamo subito con la prima domanda.
Tutti i nostri lettori sono curiosi di sapere da cosa nasca la brillante idea che l’ha portata alla creazione di un fumetto originale quale Wizdom e Seelly.”

Renata: “Buongiorno Paola. Prima di tutto vorrei esprimere la mia gratitudine per la possibilità che mi state offrendo.
I media solitamente mostrano poca sensibilità nel confronti di giovani autori, permettendo che anche le storie più appassionanti siano catalogate come intrattenimento privo di risvolti culturali. In realtà il fumetto originale non è totalmente opera di fantasia, se non in minima parte.
E’ tutto iniziato alcuni anni fa, quando, da appassionata di giochi di ruolo, trovai in rete una lista di divertenti gag a riguardo di ciò che un mago non vorrebbe mai sentire dal proprio apprendista. Pensai che sarebbe stato divertente trasporle su carta e quando per caso incontrai Wizdome e Seelly compresi di aver trovato la mia fonte
di ispirazione definitiva. Infatti molte tavole sono il racconto pure e semplice della loro vita quotidiana!”

Paola: “perciò, è un progetto nato su carta! Di quali migliorie e innovazioni, secondo lei, possono giovare Wizdom e Seelly grazie al canale espressivo telematico di internet? Quali sono le potenzialità
che il mondo informatico offre loro?”

Renata: “L’idea di passare a media più moderni è stata di Seelly. E’ uno sferadipendente, come molti suoi coetanei, appassionato di mille sferafilm e programmi sferavisivi.
E come la maggior parte dei suoi coetanei sogna un futuro grandioso e tra le sue aspirazioni c’era quella di diventare attore, che come vedete si è avverata!
Il passo è stato breve, ci ha convinti a fare un paio di riprese, ed eccoci qui! Il connubio tra la pay-sfera e internet è stato reso possibile da Wizdom, che ha modificato la rete con un incantesimo perché potesse
ricevere le comunicazioni magiche!”

Paola: “e ci dica, da cosa nascono questi due personaggi, dai nomi così brillanti? Sono semplicemente frutto del suo estro creativo, o nascono da qualche profondo aspetto della sua stessa personalità che emerge in questo modo nel mondo reale, analizzato e riproposto in chiave originale?”

Renata: “Alcuni parlerebbero di schizofrenia, io preferisco ammettere che sono i loro nomi reali.”

Paola: “quindi, quali saranno le tematiche affrontate da questo brillante fumetto?”

Renata: “La vita quotidiana di mago e apprendista, che, come si può chiaramente evincere dal contesto, può essere presa a paradigma del rapporto genitore-figlio, insegnante-allievo, maestro-padawan, cuoco-budino.
E contemporaneamente può costituire i prolegomeni per una lettura simbolica e filosofica della società moderna, fornendo le basi per una maggiore comprensione della socialità dell’individuo nella liquida realtà multiculturale di oggi.”

Paola: “e che progetti ha per il futuro di Wizdom e di Seelly?”

Renata: “Vorrei continuare ad essere la loro voce, raccontane vicende così come così come loro le narrano a me. E se diventano ricchi come attori spremerli in qualità di manager.”

Paola: “E con questo è tutto gentili lettori. Che altro aggiungere?
Nulla può presentarvi meglio, ora, Wizdom e Seelly se non loro stessi!
La parola agli attori, dunque, su

www.wizdomeseelly.it

E non dimenticate, potete comunicare con gli stessi attori e con la regista anche tramite il loro nuovissimo blog
www.wizdomeseelly.it/wizdomeseelly_blog.htm