Il tempo passa e io scrivo sempre meno aggiornamenti sul blog.. sig sob!

020611_Lagruyere (10)Per il ponte del 2 giugno di quest’anno Alberto ed io abbiamo deciso di andare a Basilea, per reincontrare gli amici ex colleghi e per far visita a Marie. Essendo stati in questa stupenda cittadina a settembre 2009 infatti ci pareva giunta l’ora di una seconda visita, sia per sfruttare l’occasione per una piccola vacanzina tutta per noi sia per mantenere i rapporti di amicizia e legame :)

L’altra volta il viaggio era stato davvero delirante: ci eravamo incontrati alla stazione di Milano per andare poi in treno insieme in Svizzera, ma avevamo affrontato ritardi tremendi, vagoni mancanti e viaggi in piedi, un delirio; anche il ritorno era stato sfortunato, e il B&B che avevamo trovato era piuttosto scadente. Questa volta il viaggio è stato ben diverso, così come la nostra accomodazione in Basel ;)
Siamo partiti da Basalmansion giovedì 2 giugno, alle 6.30 del mattino, per avere la possibilità di viaggiare con meno fretta; abbiamo infatti allungato il viaggio di un po’, passando per la valdaosta e per il passo del San Bernardo in modo da visitare La Gruyère, in Svizzera. Lì abbiamo fatto tappa attirati dalla possibilità di visitare il HR Giger Museum, dalla cui fantasia piuttosto folle sono nati gli Alien.

Abbiamo viaggiato serenamente per tutta la mattina, incontrando traffico nella corsia opposta ma pochissime macchine che viaggiavano nella nostra stessa direzione; dopo una tappa per un paio di tramezzini a metà mattina abbiamo proseguito salendo sempre più su nelle montagne, immergendoci in paesaggi innevati (sembrava di essere all’inizio di Shining, inquietante!). Abbiamo varcato il passo intorno a mezzogiorno, e da lì a non molto eravamo a La Gruyère per la nostra pausa :)
Il museo si trova nel castello St-Germain, una location molto adatta. La visita merita sicuramente, però bisogna essere un po’ preparati; la parte sugli Alien da lui creati è solo l’inizio di una mostra piuttosto estesa, nella quale si possono ammirare i suoi folli quadri e il mobilio creato. Tutto l’allestimento del museo è stato seguito e realizzato con la supervisione di Giger, quindi è proprio come lo voleva lui.. diciamo che si esce dalla visita un tantino sconvolti dal suo genio malato, ma sicuramente una visita bisogna farla ;)

030611Basel (38)Usciti dal museo siamo andati in cerca di un posto dove pranzare, scegliendo tra i tanti bei ristorantini che si affacciano alla tipica piazzetta del paese. Il tempo era piuttosto bigio e non caldissimo, e il profumo di raclette e di fondue era davvero invitante!!! Ci siamo mangiati una splendida raclette in un bel ristorante, anche se sono rimasta piuttosto scontenta del fatto che non ci abbiano portato le patate di contorno che erano previste.. :P
Dopo questa splendida pausa siamo ripartiti e abbiamo viaggiato fino a Basilea, arrivando intorno all’ora di cena a casa di Marie!

La cara Marie infatti dopo essere venuta in visita in Friuli a marzo ha insistito tanto per averci ospiti a nostra volta a casa da lei quando fossimo tornati in Svizzera.. è così stato nostro piacere accettare, e abbiamo potuto godere della sua davvero splendida ospitalità :) non appena arrivati ci ha subito fatti sentire a nostro agio: abbiamo cenato insieme chiacchierando, felici di essere di nuovo in compagnia reciproca, e poi siamo andati a dormire non tardi perchè si era tutti molto stanchi.
Al risveglio venerdì abbiamo potuto mangiare un’abbondante colazione insieme, prima di salutarci: lei infatti aveva vari impegni durante il giorno, così noi siamo usciti per goderci una giornata turistica a Basilea!!!
Il tempo era instabile, coperto, ma abbiamo avuto fortuna e il cielo in mattinata si è aperto regalandoci una piacevole giornata di sole.

Abbiamo passeggiato nelle zone del centro, godendoci la città e la quiete di un giorno di vacanza. Abbiamo mangiato in un bel posticino di cucina tipica locale e poi abbiamo poltrito su una panchina lungo il Reno, cullati dal torpore del relax e dal placido scorrere del fiume. Siamo rientrati a casa per rassettarci un poco prima di cena e io sono crollata addormentata come una pietra, avevo un sonno..! Tempo di un’oretta di “power nap” e via di nuovo, in tram verso l’appuntamento con gli ex colleghi di Alberto!
Ci siamo incontrati di fronte alla Banca con Anne-Marie e Silvye, e insieme siamo andati verso casa di Mala. Quella sera infatti si è tenuta una festa tra colleghi a casa di questa splendida mitica grandiosa signora indo-canadese, festa di saluto per alcuni colleghi in partenza; Alberto ed io siamo stati invitati per via della nostra presenza a Basilea, così abbiamo avuto occasione di rivedere tanti delle nostre conoscenze tutte in un’unica splendida serata! E’ stato davvero molto bello, e mi sono divertita tantissimo anche se temevo di essere troppo stanca per godermi la compagnia e l’evento.
Mala è stata un’ospite squisita e ha cucinato un sacco di squisitezze, di cui ci siamo fin troppo rimpinzati. Abbiamo potuto chiacchierare con Anne-Marie, con Sylvie, con Piter e con Yoshi e John, e conoscere nuove persone: è stata una serata stupenda!!!

Il mattino seguente, sabato 4, abbiamo iniziato la nostra giornata tutta con Marie: dopo colazione siamo andati in città a visitare un bellissimo mercatino delle pulci locale, girellando tra i banchi per curiosare in cosa differisca il genere di articoli venduto lì rispetto ai mercatini dell’antiquariato italiani :)
A pranzo siamo tornati a casa a mangiare spaghetti: Marie ci teneva da matti a farci provare il pesto che ha fatto lei su ricetta di sua mamma! Era percentualmente parecchio carico di aglio, ma tutto sommato non era mica male! L’ho mangiato molto volentieri, e non ho avuto problemi a digerirlo :)
Nel primo pomeriggio abbiamo fatto una siesta. Marie aveva fatto l’alba la sera prima per una festa di addio al nubilato, ed era molto stanca; avevamo parecchio da recuperare anche noi quindi abbiamo approfittato volentieri del power nap, per poi ripartire più carichi di prima alla conquista della città!
Abbiamo fatto due passi e visitato un paio di negozi di souvenir dove comprare un po’ di regalini! Abbiamo anche fatto spesa in un supermercato, dove Alberto ed io abbiamo comprato un sacco di cose mentre Marie comprava il necessario per la cena.
A quel punto eravamo carichissimi, ma prima di tornare verso casa abbiamo fatto una pausa in una gelateria in piazza del mercato e ci siamo presi un gelatone, ci stava proprio ^__________^

Il resto della serata è stato molto spassoso, perchè abbiamo cucinato un piatto tipico svizzero il cui nome per me è impronunciabile e immemorizzabile, ma che centra qualcosa con “piccoli pezzi di carne di manzo cucinati con sughino di funghi e patate rosli di contorno” :P
E’ stato davvero divertentissimo, e la cena è venuta ottimamente: una squisitezza! Abbiamo concluso la serata vedendo le bellissime foto di Marie fatte in India e in Vietnam e in altri posti stupendi, e bevendo Black Russian e ridendo e scherzando ampiamente ^____________^

Al mattino della domenica abbiamo dovuto riprenderci e svegliarci piuttosto di buon’ora. Marie aveva da andare al lavoro, e noi ne abbiamo approfittato per partire in mattinata per il viaggio di ritorno, in modo da avere più tempo a disposizione e meno stress ;)
Intorno alle 10 quindi purtroppo ci siamo salutati: i giorni insieme di vacanza durano sempre troppo poco! Alberto ed io siamo ripartiti salutando Basilea e dirigendoci verso Lucerna, non molto distante. E’ davvero una città molto bella!
Sotto un tempo molto variabile di nuvole e sole abbiamo passeggiato in lungo e in largo, e dopo un’improvvisa pioggiata ci siamo rifugiati a pranzare in un ristorante la cui facciata dipinta aveva attirato la nostra attenzione :) Abbiamo preso lo Swiss menù -a base di fonduta e di ottimi wustel in salsa di cipolle con rosti!- e abbiamo mangiato davvero benissimo.

Ripartiti, abbiamo affrontato le 5 ore di viaggio che ci separavano da casa: ci è andata di stra lusso. Abbiamo viaggiato tranquilli, senza trovare che pochi brevi momenti di rallentamento sulla autostrada, mentre attraversavamo kilometri e kilometri di Italia bloccati da infinite code in senso opposto! C’era tutta la strada bloccata, sia per il rientro dalle feste sia per la pioggia a nubifragi, e noi invece non abbiamo trovato code nè traffico e siamo tornati a casa senza ritardi, sani e salvi, per l’ora di cena! Unbelievable :P

E’ stata davvero una bellissima vacanza. Ne avevamo molto bisogno :)