Oggi è stata una giornata strana, il giusto proseguimento di una settimana strana.
Iniziata non tanto per il verso giusto forse, e a momenti alterni una giornata innocua o terribile.
E’ stata una di quelle giornate da buttare via, anzi: SAREBBE STATA una di quelle giornate da buttare via, se non fosse per due persone: Elven, e Riccardo :)
Elven, perchè svegliarmi con lui è proprio un toccasana. Il risveglio è stato bruttino. Un’altra notte fastidiosa di sogni e di poco riposo, e un terribile mal di testa al risveglio. Poi, una scenetta buffa che Elven mi ha fatto appositamente per farmi sorridere, e sono scoppiata a ridere di gusto! Il mal di testa è svanito come neve al sole, e la giornata ha ricominciato a splendere.
Grazie ad Elven, sono andata in ufficio alle 9.00 sorridendo.
f
La mattina è stata molto impegnata, ma mi pareva fruttuosa. Perciò, è scivolata rapida, e presto è giunta l’ora di pranzo! Oggi, niente palestra. Mi sono vista con Ric all’una, e siamo andati a pranzare insieme per chiacchierare un poco. Beh, questo è stato il secondo toccasana della giornata. Si, abbiamo affrontato anche argomenti che portavano il silenzio e la tristezza. E’ inevitabile. Però, ci siamo fatti delle sonore risate parlando anche di cose belle, abbiamo toccato argomenti belli, abbiamo pianificato sabato, abbiamo rievocato il passato, e colmato lacune dei cinque anni di lontananza. Mi sono davvero divertita, e sono tornata in ufficio alle 15.00, dopo averlo salutato, con il supersorriso :)

Purtroppo, ogni tanto capitano quelle giornate che un lavoro proprio non ti viene. Che ti sforzi, ti impegni, dedichi tutto l’impegno a una cosa, che tral’altro dovrebbe essere semplice, e non c’è verso. Ne hai altre 5 in scaletta, e avevi programmato di finire questa in mattinata, e invece al rientro scopri che così non va bene, e devi ricominciare da capo. E le cose non si incastrano, come pezzi di un puzzle malformato.
Dedichi ogni minuto e briciola di energia per fare quella cosa, e niente!
Fastidiosissimo.

Così, sono rientrata a casa alle sette incavolata, infreddolita e delusa.
Cosa mi ha riportato il sorriso e la serentià ora? Le due persone di prima, più Sergio Leone.
Elven, perchè mi ha telefonato. Anche se ero stanca e nervosa, il solo sentirlo mi ha rasserenata :)
Riccardo, perchè ho intravisto su gmail che mi ha scritto e ho subito letto le poche righe che mi ha dedicato. Leggere le cose belle che ha scritto, e di quanto la pausa pranzo insieme abbia giovato anche a lui, mi rasserena :)
e poi sento delle frasi epicissime provenire dallo schermo di là, e subito corro richiamata dall’adorazione che provo per la Trilogia del Dollaro! E infatti stanno proiettando PER UN PUGNO DI DOLLARI.
Stramitico. Quei cinque minuti, a fianco di papà, sul divano, con Shinobi da accarezzare e Clint Eastwood e il suo sigaro sullo schermo, mi hanno atta sorridere ancor di più :)

E ora? Ora sono stanca, perciò tra non molto vado a letto.
Speriamo di non sognare ^_^°