Wizdom e Seelly, una nuova frontiera della Sferavisione.

Wizdom e Seelly

Abbiamo il piacere di condividere con voi lettori un’intervista che lascerà il segno nel mondo del fumetto online. La nostra inviata Paola ha avuto il piacere di condurre un incontro in esclusiva con l’autrice
Renata Traversa, nota fumettista e artista Savonese.
La nascita di www.wizdomeseelly.it segna infatti, quale pietra miliare, un nuovo brillante capitolo nella storia del fumetto, una rivoluzione per il mondo internet degli
appassionati delle storie di personaggi un tempo cartacei, da oggi… sferici!

Senza tempo frapporre, iniziamo con l’intervista.

Paola: “Buongiorno, Renata. Cominciamo subito con la prima domanda.
Tutti i nostri lettori sono curiosi di sapere da cosa nasca la brillante idea che l’ha portata alla creazione di un fumetto originale quale Wizdom e Seelly.”

Renata: “Buongiorno Paola. Prima di tutto vorrei esprimere la mia gratitudine per la possibilità che mi state offrendo.
I media solitamente mostrano poca sensibilità nel confronti di giovani autori, permettendo che anche le storie più appassionanti siano catalogate come intrattenimento privo di risvolti culturali. In realtà il fumetto originale non è totalmente opera di fantasia, se non in minima parte.
E’ tutto iniziato alcuni anni fa, quando, da appassionata di giochi di ruolo, trovai in rete una lista di divertenti gag a riguardo di ciò che un mago non vorrebbe mai sentire dal proprio apprendista. Pensai che sarebbe stato divertente trasporle su carta e quando per caso incontrai Wizdome e Seelly compresi di aver trovato la mia fonte
di ispirazione definitiva. Infatti molte tavole sono il racconto pure e semplice della loro vita quotidiana!”

Paola: “perciò, è un progetto nato su carta! Di quali migliorie e innovazioni, secondo lei, possono giovare Wizdom e Seelly grazie al canale espressivo telematico di internet? Quali sono le potenzialità
che il mondo informatico offre loro?”

Renata: “L’idea di passare a media più moderni è stata di Seelly. E’ uno sferadipendente, come molti suoi coetanei, appassionato di mille sferafilm e programmi sferavisivi.
E come la maggior parte dei suoi coetanei sogna un futuro grandioso e tra le sue aspirazioni c’era quella di diventare attore, che come vedete si è avverata!
Il passo è stato breve, ci ha convinti a fare un paio di riprese, ed eccoci qui! Il connubio tra la pay-sfera e internet è stato reso possibile da Wizdom, che ha modificato la rete con un incantesimo perché potesse
ricevere le comunicazioni magiche!”

Paola: “e ci dica, da cosa nascono questi due personaggi, dai nomi così brillanti? Sono semplicemente frutto del suo estro creativo, o nascono da qualche profondo aspetto della sua stessa personalità che emerge in questo modo nel mondo reale, analizzato e riproposto in chiave originale?”

Renata: “Alcuni parlerebbero di schizofrenia, io preferisco ammettere che sono i loro nomi reali.”

Paola: “quindi, quali saranno le tematiche affrontate da questo brillante fumetto?”

Renata: “La vita quotidiana di mago e apprendista, che, come si può chiaramente evincere dal contesto, può essere presa a paradigma del rapporto genitore-figlio, insegnante-allievo, maestro-padawan, cuoco-budino.
E contemporaneamente può costituire i prolegomeni per una lettura simbolica e filosofica della società moderna, fornendo le basi per una maggiore comprensione della socialità dell’individuo nella liquida realtà multiculturale di oggi.”

Paola: “e che progetti ha per il futuro di Wizdom e di Seelly?”

Renata: “Vorrei continuare ad essere la loro voce, raccontane vicende così come così come loro le narrano a me. E se diventano ricchi come attori spremerli in qualità di manager.”

Paola: “E con questo è tutto gentili lettori. Che altro aggiungere?
Nulla può presentarvi meglio, ora, Wizdom e Seelly se non loro stessi!
La parola agli attori, dunque, su

www.wizdomeseelly.it

E non dimenticate, potete comunicare con gli stessi attori e con la regista anche tramite il loro nuovissimo blog
www.wizdomeseelly.it/wizdomeseelly_blog.htm