Se non basta, blasta. (ovvero la 32esima sessione di D&D!)

Amici, Canti, Dungeons And Dragons 6 Comments »

Beh devo dire che la sessione di questo martedì è stata favolosa ^____^
Abbiamo fatto le due di notte, e mercoledì dopo solo 4-5 ore di sonno ho saltato palestra per non morire in sala durante l’allenamento, ma ne valeva la pena!!! :D

Come ultima sessione in quel di Varazze, Via don Bosco 26/4, è stata davvero davvero mitica e memorabile! Ma andiamo con ordine: ci siamo riuniti solita ora, e abbiamo un poco cazzeggiato a dire il vero prima di iniziare, tanto che quando Donato ci ha raggiunti alle nove e mezza avevamo iniziato da non molto!
Infiltratisi come falsi adoratori di Shaggr’hat nella cittadella di Xul-Jarax, i nostri eroi hanno trascorso una giornata nella Cittadella, integrandosi in un modo o nell’altro con la gente lì ma mantenendo il proprio fasullo ruolo di ospiti/emissari di qualche natura. Hanno perfino partecipato alla Messa del tramonto, notando tra gli ospiti anche un uomo vestito di nero e sempre nelle ombre, con lunghi capelli tinti di nero. Cosa per cui lo hanno bellamente schernito tra loro :P

La sera è giunta, e han deciso di scendere nottetempo nei dungeon della cittadella per verificarne lo stato e, per così dire, “i contenuti”.
Dopo aver fatto un gran casino organizzativo per scendere di sotto non visti, ed essersi erroneamente divisi, hanno però registrato la presenza di guardie già al primo piano di sotterraneo, e hanno optato per rimandare l’esplorazione in modo da non giocarsi malamente la carta del colloquio con un esponente del tempio il giorno seguente!

E sono stati saggi ;)
Al mattino questo Xaty li ha ricevuti. Un personaggio singolare, una creatura umanoide simile ad un tiefling, un po’ tipo questo tipo qua, ma più terrificante. La sua pelle è nera e coriacea, emana un leggero odore di morte. Ha gli occhi fiammeggianti, orecchie appuntite che emergono dalla pelle nerissima, ma la cosa peggiore del viso non sono nè gli occhi nè le corna, bensì la bocca: innaturalmente ampia, gli prende metà della faccia, e irta di denti aguzzi!
Xaty si è presentato loro in vesti sacre viola scuro, con fitti ricami runici bianchi, e con maniere cortesi ha indagato sul motivo della loro visita. Ilg ha sapientemente gestito la situazione, anche se sabotato dal tiro basso su bluff (4) e da qualche gaffe di Tarantio (come il dimenticarsi i nomi fasulli e confondere quello del loro millantato contatto Xandos!).

Comunque pare che per il momento abbiamo più o meno convinto Xaty, che ha informato loro della morte di Xandos peraltro (mentre loro facevano “firulì firulà” ostendando indifferenza con pochi risultati).. e poi li ha congedati, confermando loro che prima della fine dei rituali in atto non avrebbero potuto avere altri colloqui, purtroppo.

Al momento di uscire dalla sala delle udienze hanno incontrato nuovamente l’uomo in nero, seguito da un’inquietante creatura ombrosa!!
Si sono appostati alle porte della sala per scoprirese Xaty ne sarebbe uscito in qualche modo e verificare se ci sia invece qualche collegamento magico tra il Tempio e la cittadella, e dato che nessuno più è uscito dalla sala hanno poi indagato magicamente, scoprendo che probabilmente c’è un portale nella zona dello scranno!!!

A quel punto han deciso di avventurarsi di giorno nei sotterranei, per non rischiare di lasciar trascorrere questi fantomatici “rituali”!
Si sono bene organizzati, e hanno approcciato le guardie del primo livello di Dungeon con nonchalanche, vendendosi la storia che Vrazhor aveva dato loro il permesso di curiosare nei dungeon!
Mentre Ilg imboniva le guardie, colte un po’ alla sprovvista dalla novità nella loro routine, Tarantio ha precipitato involontariamente la situazione!!! La stanza dovete sapere è grossomodo ottagonale e ampia una 15ina di metri, con un bucone ottagonale di 6 metri di ampiezza al centro, che scende giù giù verso l’oscurità.
Insomma: Tarantio si avvicina al bordo e chiede, simulando curiosità innocente ma un po’ spavalda, “che c’è di sotto?” e una guardia fa “oh-oi, non ti sporgere così!” al che lui fa lo splendido e dice “mica cado!” e fa il buffone sul bordo saltellando e capriolando fingendo di cadere.. Elven tira Tumble.. roll roll.. 1!!!!
Cioè: non ci potevo credere!!! Quando Elven ha tirato l’uno del dado, poi siamo subito scoppiati a ridere lui per primo, ha afferrato il dado quasi a nasconderlo, e ancora un po’ e si soffoca dalle risate!!! La situazione era TROPPO comica, da non credere! Io ho riso fino alle lacrime, e ogni volta che mi passava la risata qualcuno di loro diceva qualcosa, o Mauri o Donato o Matteo, che mi faceva ricominciare!!!
Più che altro mi ha sopraffatta l’assurdità della situazione, e Tarantio cazzutissimo che fa lo splendido sul bordo e mette un piede in fallo, e zum! E sul mio foglio, dietro il master screen, io che come in sogno leggo che il buco scende per 195 metri nel suolo!!!!! O_O
Allucinante!!!!

Per fortuna sua, Tarantio è ancora vivo e non è diventato un affresco sul pavimento del dungeon, 200 metri sotto. Con un abile turning in volo, e una buona presa (grande reflex save) si è ruotato ed aggrappato alle pareti del buco! Queste però, scivolosissime, non gli han dato il minimo appiglio, e inesorabilmente ha continuato a scivolare verso il basso!
Quando il buco si è aperto nella stanza di sotto, con un colpo di reni Tarantio si è lanciato verso la sicurezza del pavimento, schiantandosi a terra ma almeno vivo!!! ;)
Beh.. ggiuro che è stato esilarante!!! :D

Appurata l’interezza del compagno di party, il gruppo si è organizzato per continuare l’esplorazione. Tarantio è rimasto su con le guardie, ed è riuscito con una parlantina fenomenale a farsi dire che una volta c’era un passaggio per il Tempio, un tunnell, proprio lì dove c’è la doppia porta, lì dietro. Ora non è più utilizzato perchè i sacerdoti utilizzano dei portali, però è ancora in buono stato!!! Insomma è stato un grande: si è fatto dire molte informazioni utili con grande abilità, mentre Ilg e Jalef proseguivano di sotto! :)

Nel secondo livello hanno trovato, come di sopra, statue di creature demoniache e affreschi relativi a guerre tra demoni e uomini, e poi tre stanze con sarcofagi di strane creature-demoni.
Una delle quattro statue nella sala centrale aveva un passaggio segreto nascosto dietro di sè, e lo hanno percorso.. sbucando in maniera ilarmente comica dietro a una statua al piano di sotto, davanti alle facce allibite di alcune guardie di quel piano!!! Immaginati questi che si vedono aprire una statua e uscire uno gnomo e un uomo”ventoso”, così, d’improvviso!!! Da morire ;)
Scenetta a parte, Ilg se l’è cavata con la sua solita spavalderia, e con un atteggiamento estremamente arrogante.

Con parecchia spocchia ed aggressività infatti ha rincarato la dose del “noi siamo qui perchè possiamo, hai qualcosa da ridire?”, e dopo aver affermato la propria posizione legittima nel dungeon ha chiesto dove fossero le antiche prigioni.
Nel frattempo erano in Mind Link con Tarantio, che di sopra ha intortato le guardie e scoperto che un tempo venivano utilizzate delle prigioni qui al 4 livello del dungeon, ma che ora i prigionieri di spicco sono tenuti nelle segrete del Tempio, direttamente!
Insomma, alla domanda altezzosa, le quattro guardie (una di esse ha un simpatico Worg al guinzaglio, stile animaletto di compagnia!) hanno risposto “ma son di sotto, le vecchie prigioni, prego, preego si scende di qua, accomodatevi!)

E Ilg e Jalef sono scesi!
tanarrukDi sotto hanno trovato un’altra sala ottagonale, che però continua sotto forma di caverna. Un’ampia polla d’acqua formata dalle cascate che scendono lungo il bucone centrale, infiltrazioni d’acqua sotterranee che però formano sta piscinona. Due doppie porte, ma soprattutto quattro grossi Tanarruk armati fino ai denti! Lo scontro verbale è stato immediato: Jalef se n’è stato ben zitto, mentre Ilg ha sfidato con la propria autorità i quattro esseri semimostruosi, il cui capo sarebbe sembrato ben intenzionato ad essere ostile.. comunque, le parole di Ilg lo hanno messo a tacere quando lo gnomo ha sfoderato l’anello con simbolo sacro di Shaggr’hat come riprova del proprio diritto di essere lì sotto..
La figata è che ha fatto un mezzo discorsone, aggredendoli verbalmente con sicurezza e spocchia, dicendo loro che lo stesso Vhrazor aveva dato loro il permesso e che erano gente importante e che aveva l’anello, e la conclusione del discorso di Ilg è stata “Basta?”
E nei secondi di silenzio basito che hanno seguito questa presa di potere, Mauri ha detto: “e se non basta, BLASTA!” Facendoci morire tutti dal ridere!!!! :D Troppo cazzuto!!!! ^________________^

E così, nuovamente con arroganza e autorità, Ilg si è fatto aprire le doppie porte che conducevano alle antiche prigioni e lui e Jalef sono entrati! Non si sono però curati del fatto che, a loro insaputa, i Tanarruk sghignazzando hanno richiuso le porte alle loro spalle!!!
Dun dun duuuun!!! ;)

Passate le doppie porte si sono ritrovati in un antico salone rituale, con tanto di scanalature di scolo per il sangue del sacrificato, a disegnare una stella per terra, e una marea di nicchie nei muri con centinaia di teschi di creature di ogni razza.
In questa inquietante stanza, una tenda marcia e malconcia copriva l’apertura su una stanzetta..

Purtroppo si è rivelato un gesto nefasto, quello di Ilg di scostare con violenza la tenda: dietro dormiva, nei resti di una stanza di sacerdoti, un grosso Basilisco!!!
Basilisco Ilg ha appena avuto il tempo di riconoscere la creatura per quale è, e di mandare un allarme mentale a Tarantio, urlando BASILISCO! Prima di subire il proprio tragico destino: gli occhi della bestia si son fissati nei suoi, e il povero Ilg si è mutato in pietra!!!!

Jalef a questo punto è corso via, portando con sè la tenda, nella stanza rituale: mentre Tarantio, allarmato dal richiamo e dal successivo silenzio di Ilg, correva giù di piano in piano per raggiungerli, Jalef è rimasto solo nell’ampia stanza rituale con il temibile Basilisco!!!
Questa bestia ha cominciato a puntarlo e a tentare di pietrificare anche lui- ma Matteo ha avuto una gran fortuna e ha fatto dei fantastici tiri di Tempra altissimi! Nel frattempo, Tarantio ha raggiunto il piano inferiore, e già con le armi estratte ha intimato i Tanarruk di aprire subito le porte. Il capo di questi allora però ha colto la palla al balzo per attaccarlo, e il combattimento ha infuriato nella sala sotterranea!!!

Tarantio è entrato in Dervish Dance, mentre i quattro avversari entravano in Ira cercando di ucciderlo, ma lui ha danzato da uno all’altro, pur subendo massicce ferite per i colpi delle loro asce da battaglia! Nel frattempo, dentro alla sala Jalef è agilmente passato alle spalle del Basilisco, e saltatogli addosso da dietro ha coperto il suo muso con la tenda!!! A quel punto ha iniziato una selvaggia cavalcata della creatura, che tentava di scrollarselo di dosso ma senza riuscirvi!!!
Così, da una parte Tarantio gestiva 4 temibili avversari, danzando la sua danza letale di morte tra loro, e dall’altra Jalef cavalcava il Basilisco evitandone brillantemente lo sguardo e legandogli saldamente la tenda intorno al muso! E sia l’uno sia l’altro hanno sbulaccato tantissimo con i tiri di dadi!!! Elven ha fatto una innumerevole serie di 19-18 e 20!!!! :O

E’ stato epico, devo dire proprio epico!!! Alla fine, Tarantio ha fatto il suo ingresso nella sala dopo aver ucciso tutti e quattro i Tanarruk: grondante sangue non solo suo, si è avventato sul Basilisco e in pochi attimi lo ha ucciso.
Riprendendo fiato, Jalef gli ha detto del fato di Ilg, e insieme non hanno potuto che constatare, inermi, che l’amico gnomo è definitivamente mutato in pietra.. in maniera perenne. L’unica strada è spezzare in qualche modo l’incanto!!!

..to be continued :)

Fortunale.

Incubi, Sogni Commenti disabilitati su Fortunale.

E oggi inizio la mia giornata zuppa. Bagnata fradicia.
Dalla macchina alla panetteria, 10 metri, mi sono lavata completamente i piedi: c’erano 10 cm di acqua per terra, e passando a fianco alle macchine l’acqua mi rimbalzava violentemente addosso bagnandomi il viso!!!
Ho comprato una smilza focaccetta, per pranzare prima della palestra.. e poi ho dovuto arrivare all’ufficio.

A metà strada mi son messa a correre, ma avendo il giubbotto di pelle aperto e solo l’ombrellino pieghevole, sono arrivata al portone completamente bagnata. Ho i piedi zuppi. Le gambe bagnate.. per fortuna i collant asciugheranno più in fretta di come avrebbero fatto i pantaloni.
Ho la pancia bagnata, e il petto, per la pioggia violenta che in qualche modo mi ha battuto, per colpa del vento forte che c’è, sul davanti: la maglia e il maglioncino sono fradici, e ho freddo. Le maniche sono zuppe. La faccia lavata.

E ho la tosse.

Iniziamo benissimo, se devo passare la giornata così bagnata ;)

Edit delle 11.15
ho tolto il maglioncino zuppo, mi sono un poco asciugata i pantaloncini con il phon.. e ho tolto gli stivali fradici.. sono a piedi nudi dalle nove e mezza, ma è buffo lavorare a gambe incrociate sulla sedia :D