Lucca Comics And Games!

Sogni Commenti disabilitati su Lucca Comics And Games!

E anche quest’anno siamo giunti all’evento tanto aspettato, la Fiera dei Fumetti e dei Giochi di Lucca. Come forse ho anche già raccontato (l’Alzheimer incalza?) quest’anno mi fermerò, come sempre negli ultimi anni, due giorni. Elven però, che è meno interessato di me alla fiera e agli aspetti di relazioni sociali dell’evento, non era interessato a fermarsi! Perciò, sabato sera ci divideremo.. lui tornerà a Savona con Laura e Mattia, con cui viaggeremo al mattino verso Lucca! Io invece mi fermerò insieme a Kroovian e agli amici della Luna nel Pozzo, con cui trascorrerò anche l’intera serata di sabato e parte della giornata di domenica :)

Il Medico di Bordo Dr. Arkjeff è così gentile, infatti, da ospitarmi per la notte in casa sua e della mogliettina Adriana! Perciò, andremo tutti a cenare in un posto fighissimo sui colli Pisani (e verrà anche Riccardo con noi!!!!) e poi dormirò a Pisa da loro :)
Al mattina di domenica, dopo una notte di bagordi, mi avvierò alla fiera con loro, che hanno appunto lo stand LNP.. battendo così ogni mio record di orario di arrivo in fiera! Arrivando con gli standisti, sarò arrivata prima che mai :)

La giornata di domenica sarà dedicata alla compagnia degli amici dell’Associazione, alle chiacchiere con Valeria e Brizio e alla vita sociale ludica ^_^ Non vedo l’ora!!!
Mi dispiace tantissimo che Elven non sarà con me nè sabato sera nè domenica, ma sono sicura che sarà una bellissima esperienza e che mi divertirò un mondo :)

Tappa assolutamente obbligata, come ogni anno, ERIADAN. Una copia per me e una per mammina mia di “Prena Tales” con firma e autografo, yeha!!! :)
Spero solo che non piova, sennò è un delirio :P

Bene: mancano ormai poche ore. Partenza alle 7.30 da Varazze domani. Destination: infinity.

Testa verde e film in bianco e nero.

Canti, Film 2 Comments »

Ciaooo mondo! Oggi mi sono svegliata con la testa verrrrrrdeeehhhhh yeha! Come già per la Scozia, anche questa volta mi sono (faticosamente) tinta i capelli di verde. Con un’ora di tinta, macchie ovunque, e una divertente faticata, ieri dopo cena mi son paciugata la capigliatura con la tintura semipermanente (che se tutto va come in Scozia durerà 4 giorni max).

Qual’è il vantaggio di lavorare in un’Agenzia di Grafica e Comunicazione, gestita da una donna brillante, con un forte sento dell’umorismo e con un’amore spassionato per le gioie della vita forte quanto il mio? che oggi mi ha vista con i capelli verdi e sorridendo a trentadue denti mi ha detto “aaah ma oggi sono proprio verdissimi eh!!!” :)
^_____________________________^

E mentre ieri sera sedevo in sala, ad attendere che il colore facesse presa, Elven costruiva i suoi modellini e insieme guardavamo uno dei film più belli dei vecchi tempi: DON CAMILLO.
Erano anni che non lo rivedevo, e pur avendolo visto moltissime volte da bambina non ne ricordavo le battute.. che quindi mi hanno fatta scompiscare e divertire, ridere e commuovere dall’inizio alla fine. Ma quanto è bello sto film?
Ci sono i valori che in molti film di adesso vanno perdendosi.. è un film che mi fa pensare, con una punta di rimorso per il progredire della vita tecnologica, ma i miei figli sapranno come si viveva, negli anni 40, in un paesino d’Italia? E penso con altrettanta forza che io farò vedere loro tutti i film di Don Camillo, e poi se svilupperanno anche l’amore per la lettura leggeremo insieme i romanzi di Guareschi, ecco :)

Statua di Gesù « Don Camillo, mica vorrai picchiare Peppone con quel bastone? »
Don Camill o « Ma signore, non è mica di frassino, è di pioppo! Bello leggero, morbido… »


Don Camillo: Peppone è duro come un mulo ma non spara alle spalle dei preti che obbediscono agli ordini di Dio.

Don Camillo: E allora, come lo vogliamo chiamare?
Peppone: Libero Antonio…. Camillo.
Don Camillo: Anche Camillo?
Peppone: Sì
Don Camillo.Boh, quando è così puoi mettere anche Lenin, con un Camillo vicino quei tipi lì non funzionano.


Compagno delegato: [Don Camillo gli impedisce di continuare suonando le campane] Ma chi è?
Peppone: È don Camillo.
Compagno delegato: E fatelo tacere.
Peppone: È una parola, bisognerebbe prendere a cannonate il campanile.
Brusco: Se continua io direi di sparargli attraverso le finestre della torre.
Peppone: Già, ma bisognerebbe essere sicuri di farlo fuori al primo colpo se no si mette a sparare anche lui.

Mondo Gatto (io Ooodio Pinnacle Studio!)

Canti, Sogni 8 Comments »

Che roba!
Ieri sera mi son messa a trafficare con i video, decisa a sfruttare l’unica sera a settimana in cui sto al pc per montare il video delle vacanze.. nutro infatti il desiderio di poter mostrare ad Alberto e Denise il video fatto insieme in Scozia, quando verranno a Capodanno. Bisognerà trovare qualche escamotagè, però, perchè di questo passo non ce la posso fare :°(

Comunque, così ieri ho cominciato a convertire di formato i file della Scozia, in modo poi da poterli gestire con il mio vecchio amico Pinnacle Studio 10. Poi alle nove ho deciso di affrontare invece la conclusione del Video dell’Irlanda, che essendo già a buon punto e risalendo all’estate 2006 mi pareva aver la giusta precedenza :P
In effetti il video è a buonissimo punto. Gli mancano alcune delle cosine che per esperienza adesso inserisco (come l’intro Proteo Production presents:P) ma si snoda già per tutte le tappe principali della vacanza, giungendo a Cahir Castle che era una tappa del terzultimo giorno, quindi non ce n’è più molto. Il tutto, ad oggi, a 30 minuti di filmato, che mi pare piuttosto bello e vario :) Non credo che alla fine si protrarrà per più di 45 minuti, però volevo lo stesso suddividerlo per argomenti in modo da facilitare la fruizione dei file.

Così, tra ieri era e stamani, ho provato ad elaborare solo il primo pezzo: 10 minuti di Trim Castle e Clonmacnoise. Beh, è stato impossibile :( Non so perchè, giuro che non lo so, ma mi ferma l’elaborazione del file a 4 minuti. Oltre a quel punto preciso di 4 minuti di lunghezza non va, non c’è verso! E’ assurdo.. vi prego ditemi che qualcuno di voi mi sa spiegare perchè fa così :(
*sigh*…
Povera me, ci tenevo tanto.. se avesse funzionato ora sarei a buonissimo punto con questo lavoro, e invece son ferma al punto di ieri sera.

Quando stamani, già al pc alle 8 di mattina per risolvere sto problema, stavo soccombendo alla disperazione, un Mrrr ha annunciato l’arrivo di Shinobino in cameretta mia. Il micione mi ha cercata, povera stellina, perchè ha un po’ di mal di pancia in sti giorni. Quando non sta bene viene sempre da me :)
In tempo zero, senza preliminari, è arrivato, è zompato sulla scrivania e mi è salito sulle ginocchia, facendo le fusa e rimanendo a farmi e farsi fare le coccole sino alle 8.45, intanto che io a quel punto combattevo contro i miei antinanoidi con un sorriso sulle labbra, e non più arrabbiata.

Certo, sono ancora sconfortata dal fatto che, alla fin fine, non sono mica riuscita a venire a capo del problema e non so dove sbattere la testa. Ma ero felice di avere Shinobi sulle gambe e le sue fusa lievi nell’aria intorno a me :)

Aggiunta delle 14.30: si riconferma l’assurdità della situazione. Ho finito di elaborare il video dell’Irlanda, in pausa pranzo (mancavano più solo 2 minuti di filmati, purtroppo dopo Jerpoint Abbey non ne esistono altri). Ho fatto un nuovo tentativo di elaborare il file, ma purtroppo dopo 4 minuti di ferma tutto.

AIUTO!!!

25 Ottobre 2008: Roberto e Danila Sposi!!!

Canti, famiglia, Festa 1 Comment »

IMG_9204E così lo scorso weekend Elven ed io siamo andati con tutta la famiglia Prato al completo al matrimonio di Roberto, cugino di Elven, e Danila!!!

E’ stata una giornata bellissima :) Si sono sposati a Sant’Ambrogio, a Varazze, che è una chiesa peraltro stupenda. Mentre tutti gli ospiti si radunavano sul sagrato in ciottolini bianchi e neri della chiesa, il sole cominciava a scaldare la giornata, splendente come solo un sabato di ottobre può essere, calda come una giornata di primavera! Roberto era un po’ emozionato, mentre tutti noi ci avvicendavamo a salutarlo, e io ho subito iniziato a fare molti scatti che rimangano a memoria di questa bella giornata!
Danila è giunta quando tutti già erano in chiesa, accompagnata in auto dallo Zio Gianni, per raggiungere poi l’altare a braccetto con il padre :)

La Messa è stata bella, e poi ci siamo fermati a fare molte fotografie sia in Chiesa sia fuori. Il lancio del riso è stato qualcosa di violento, come testimoniano le mie foto :P

IMG_9065Dopo molte foto ci siamo trasferiti alla Vignetta, sempre a Varazze. Veramente un bel posto, non c’ero mai stata! Le colline varazzine si stagliano alle spalle di questa struttura, che ha una terrazza con piscina (dove si è svolto il rinfresco) e poi un sentiero nel prato che, tra gli alberi, conduce a una seconda terrazza e al ristorante. Dietro, appunto, le colline e la verde natura, e davanti alberi e case e poi il mare. Moltobello :)

Rinfresco e pranzo sono stati piacevolissimi! :D
Gli sposi sono arrivati tra gli applausi, dopo aver fatto il servizio fotografico, e il pranzo si è protratto nel pomeriggio per niente pesante nè noioso nè lento, anzi :) Noi eravamo al tavolo dei cugini e ci siamo divertiti un mondo, e poi c’era un intrattenitore (il classico omino alla console della musica, che mette su canzoni e canta lui stesso) un po’ tafano, che ogni tanto girava per i tavoli e intervistava i parenti o i testimoni di nozze con il microfono.. però è stato carino che abbia “trascinato” volenti o nolenti gli sposi e i loro genitori a ballare, nella parte di sala attigua in cui c’era spazio per la danza, e poi ha fatto ballare gli sposi al ritmo di romantiche canzoni.. insomma è stato bello e io ho potuto scattare delle belle foto :P

Il pomeriggio è trascorso mangiando e festeggiando, e verso le sei abbiamo mangiato la torta di fuori, Lily of the valley flowers on paper frame border isolated backgrsulla bella terrazzina, concludendo i festeggiamenti a suon di confetti (a questo matrimonio ho mangiato i confetti DEFINITIVI, superspettacolo, iper glassati a mandorla, arancia e cioccolato. Tre gusti del paradiso!!!).
Infine, la giornata allegra e felice si è conclusa, e abbiamo salutato gli sposini.

Ancora tanti auguri di felicità a Roberto e a Danila, e grazie della bellissima giornata!!! ^_^
E’ stato davvero bello poter festeggiare con voi questo giorno importante!!! :)

Le foto del bellissimo evento sono sul set di Flickr:
Matrimonio Danila e Roberto -25 Ottobre 2008

Sessione di D&D#46. Il Rituale.

Amici, Canti, Dungeons And Dragons 4 Comments »

Ieri abbiamo ripreso una parte di D&D che avevamo saltato la scorsa volta! Dato infatti che Donato per motivi di lavoro non avrebbe potuto essere presente alla sessione di ieri, quando abbiamo giocato lunedì scorso abbiamo scelto di proseguire nella trama subito, e poi fare un passo indietro nel momento in cui lui non ci fosse stato, per aspettarlo ma lo stesso giocare.

Si è rivelata una buona soluzione: ieri abbiamo affrontato una parte comunque importante, perchè dava una svolta decisa al personaggio di Tarantio, ma comunque più importante per Jalef ed Ilg che per Kennan stesso, che non era stato coinvolto dalla presenza di Dace sin dall’inizio come gli altri :)

Quindi, tornando ad Athkatla, abbiamo giocato l’incontro con Anthos, Sacerdote di Lathander, per definire i particolari di un rituale esorcismo per liberare il Medaglione di Tarantio dal demone in esso racchiuso. Dopo aver parlato a lungo e in bel roleplay della cosa, il rituale ha avuto luogo.
Con una bella musica suggestiva che riempiva la stanza, abbiamo su idea di Elven spento la luce e illuminato le nostre schede con delle candele, per calarci meglio nell’atmosfera! è stato bellissimo :)
Ho descritto il rituale meglio che potevo, improvvisando grandemente, e mi pare che l’effetto sia stato molto buono ^_______^

Dopo una preparazione precisa per ognuno di loro, i pg si sono accomodati in una stanza del Tempio in cui dei rosoni incantati gettavano una luminescenza suggestiva sull’ambiente, buio e reso fumoso da numerosi incensieri. Con materiali speciali e polveri, alcuni pentagoni erano tracciati sul pavimento a protezione dei partecipanti al rituale.. gli amici di Tarantio infatti contribuivano con la propria presenza ed energia vitale ad aiutare il loro compagno in questo momento difficile!
Dopo un’ora di litanie e preghiere rituali, dal medaglione hanno cominciato a scaturire lampi argentei e flash di luce, che con urla e lamenti fortissimi hanno preso forma di ombre luminose e hanno iniziato a muoversi nella stanza come in preda ad atroci tormenti ed agonie, sfiorando gelidi i pg che li osservavano.. uno di essi ha preso la forma di Lihanna!!!
Poi però rapido come era iniziato, questo violento tumulto di anime ha cessato, e la risata di Dace ha riempito il silenzio.

Il rituale non ha funzionato! Il Sommo Sacerdote ha detto che la Magia del Medaglione era antica e più potente del previsto.. e con il consenso dei nostri eroi, hanno subito approntato la seconda parte del rituale, più diretta, per scacciare l’anima di Dace il Demone e distruggerla definitivamente.
Sono stati catapultati in una specie di realtà virtuale creata dall’incontro della mente di Dace e quella di Tarantio. Una stanza, le cui dimensioni variavano in maniera relativa all’osservatore, si è palesata di fronte a loro.. la stanza di una palestra di allenamento, un Dojo con rastrelliere di armi che esponevano le più infinite fatture di oggetti da combattimento, la stessa stanza in cui Tarantio per ore e ore si era allenato, da giovane, sotto la guida di suo padre.

Dace però ha deciso di assumere una forma ben peggiore di qualunque aspetto bestiale che potesse mostrare agli occhi di Tarantio, Jalef e Ilg: si è presentato con l’aspetto che il padre stesso di Tarantio aveva in vita! Questo ha portato prima sconvolgimento al giovane guerriero, che sotto shock si è rifiutato di attaccare il padre. Poi, con le parole di Ilg che lo scuotevano e riportavano alla necessità reale di affrontare un Demone che è una minaccia per il mondo intero e di vendicare questa ulteriore malvagità da lui effettuata, Tarantio si è riscosso e con l’aiuto dei suoi due compagni ha iniziato il combattimento!
Lo scontro è stato molto bello. Dace ha menato come un fabbro ferraio, come si suol dire, ma Ilg non è stato da meno, sferrando una doppia blastata magica che ha fatto in un sol colpo 100 danni di botto! Tarantio all’inizio non riusciva a colpire (adatto anche alla situazione di roleplay del guerriero ancora sconvolto dall’apparizione!) e poi invece i suoi colpi si son fatti più precisi causando molti danni.. e infine Jalef, fiancheggiando, ha dato il colpo di grazia definitivo a Dace, distruggendolo e liberando così il medaglione di Tarantio dal suo occupante!!!

Ma che bravi :)

Harry Potter e L’Ordine della Fenice, libro e film..

Film, Romanzo, Saga, Sogni 7 Comments »

Attenzione: rischio spoiler. Anzi, spoiler sicuri sul 5 libro.

Preambolo: ormai almeno 5 anni fa, forse 6, decisi di leggere i romanzi di Harry Potter perchè i film comunque mi avevano molto affascinata. Era una calda estate, quella in cui Renata e Donato stavano in Via Saredo. Cominciai fedelmente con il primo libro, e tempo una settimana stavo leggendo il quarto, colta da raptus di lettura spasmodico.
Arrivata al quinto, L’Ordine della Fenice appunto, fui costretta a fermarmi perchè era l’ultimo al momento pubblicato. Poi decisi per vari motivi di attendere l’uscita dell’ultimo capitolo della saga per finirli, e ridendo e scherzando giunse il 2007.
Ricordo con brillante chiarezza quel luglio, al mare con Marcella Beppe e Albi, e loro che mi dicevano che i giornali e persfino i telegiornali avevano spoilerato brutalmente il finale della saga.. e io miracolosamente ne ero uscita illesa non subendo spoiler di alcun genere!
Nonostante questo, stavo rileggendo Song Of Ice And Fire.. quindi HP attese, e attese.

Poi un bel giorno apro il blog di FantaDebby. E lì in fondo chi fa capolino? proprio la copertina del 7° libro di Harry Potter. Per me è stato un flash. Quasi un segno del destino. E poi il trailer del 6°.. che non ho voluto vedere per non rovinarmi nulla.. insomma. Mi è tornata la scimmia possente di dire come è possibile che ancora non l’ho letto!?!?

Ho deciso di rileggere la saga dal primo libro, per rinfrescarmi correttamente sui contenuti, e poi giunta al quinto e superato lo shock della morte di uno dei miei due personaggi preferiti, continuare la lettura. Ma allora, l’avrei letto in inglese ecco! Forte del fatto che la saga comincia con toni più per ragazzi che per adulti, anche nel linguaggio, ed evolve man mano come stile e come contenuti, ho deciso di leggermela in lingua originale ed evitarmi abominii come “serpeverde” e “Silente” e “Piton”.
Tre minuti dopo avevo acquistato i sette libri della saga su play.com a prezzo modicissimo. Edizione paperback copertine per adulti, nero e oro, fichissime *_*

E così, questo weekend ho terminato proprio il 5° capitolo, piangendo calde lacrime di commozione mentre Elven già dormiva al mio fianco e chiedendomi come sarei sopravvissuta indenne ad altre morti nei libri :(
A quel punto, mi è venuta voglia di rivedere il 5° film, che non ricordavo benissimo, per riscoprire come avessero potuto condensare in due ore di film quello che è il capitolo più corposo della saga. E ho preso in prestito il DVD di Fabio!
Fine preambolo ;)

Ieri sera abbiamo finito di vedere Harry Potter e L’Ordine della Fenice, che avevamo iniziato martedì. Elven costruiva carriarmati, io mi torturavo con il silkepil. A lui non interessava molto, però per amor mio l’ha guardato lo stesso non conoscendo la serie nè la trama.
Io l’ho rivisto volentieri, stupendomi ancora una volta di quanto siano cresciuti gli attori che io ricordo sempre come tondi bimbi del 1° anno :P

Ed ecco un po’ di considerazioni.
• è un film che rende al 100% soltanto per una persona che conosca bene il libro. E’ come se facesse un’ampia panoramica, per motivi di tempi e spazi, sul romanzo, esaltandone i punti salienti e saltando troppe cose.
• manca completamente tutta la parte iniziale. La frustrazione di Harry nel non avere notizie, il soggiorno forzato dai Dursley. E, secondo me importante, il fatto che dopo l’attacco dei Dementors lui parla a lungo con gli zii, che per la prima volta accettano di parlare del mondo magico (e si capisce che Petunia ne sa qualcosa) .. e l’Howler a Petunia, da parte di Dumbledore.
• molto di sfuggita la parte al Campo base dell’Ordine della Fenice. Si apprezza che mostrino che Tonks cambia faccia e naso a cena per divertire i ragazzi, ma cose più importanti sono state cambiate o saltate.
Soprattutto, il fatto dell’Udienza di Harry nel libro ha un’importanza FONDAMENTALE, mentre nel film lo nominano per un secondo, poi la mostrano rapidamente, e via.. mi rendo conto che c’era poco tempo, ma..
• Anche l’ira di Harry, seppur resa dignitosamente l’idea che il suo umore sia ben adolescenziale, è sottovalutata abbondantemente nel film.
• Il fatto che Sirius patisca terribilmente il dover rimanere nella sua vecchia casa non è nemmeno accennato praticamente. Nè l’arrivo di Snape e il suo essere parte dell’Ordine.. non ha il giusto peso.
• Kreacher è ben sottovalutato. Soprattutto la sua è solo una breve comparsata mentre nel libro ha il ruolo fondamentale di traditore e pure causa maxima della morte del mio amato Sirius, dato che quando Harry controlla che il padrino sia a casa è Kreacher che gli fa capire che no, e che è nei guai, etc..
• inversioni di ruoli secondo me fondamentali e da non fare: è Mad Eye Moody che mostra a Harry la foto dell’Originale Ordine della Fenice, non Sirius. Quando Sirius accompagna, esclusivamente come Felpato, Harry al treno, i Malfoy lo riconoscono.
• tralasciati in gran parte sentimenti e riflessioni di Harry, per esempio quando scopre che Hermione Ron sono Prefetti scolastici e lui no. Per me nel film quasi passa inosservata la cosa.
• Un po’ diminuita la presenza di Neville e Luna Lovegood, anche se Neville ha poi altri ruoli di forza cambiati rispetto al libro e Luna è perfetta nella sua resa.
• Dobby l’elfo completamente sparito.. è lui nel libro che dice a Harry che c’è la Camera delle Necessità. E’ pure lui che avvisa che la Umbrige sta arrivando. Sparito sostituito da Neville.
• Cambio radicale in Neville, che nel film confida a Harry, di fronte alla foto dell’Ordine della Fenice, dei propri genitori. Col cacchio. Neville lo incontrano Harry e gli altri al St.Mungo quando vanno a trovare MR. Wisley e lui non è molto contento di essere visto.
• Sparite le lezioni di Hagrid sui Thestral, che spiega di come loro sappiano condurre il proprio cavaliere nel luogo che lui cerca e desidera, e quindi spiega il motivo per cui cavalcandoli Harry e gli altri giungano al Ministero.
• tutta la questione del comitato di Hermione per la liberazione degli elfi è stata saltata, nei film.. sigh!
• Harry perseguitato da Snape e Umbrige: quasi non accennato.
• il Quiddich?! Harry in questo romanzo viene bandito dalla Umbrige perchè assale Malfoy che parla male di sua madre dopo aver perso la prima partita. Bandito a vita dallo sport, scopa confiscata. Idem i gemelli Weasley.. e Ron entra nella squadra come battitore -se non sbalgio il ruolo. Anche questo, tutto dimenticato. Mi chiedo come faranno, dato che nel sesto libro già ho letto che Harry diviene Capitano della Squadra..
• La Umbrige è perfetta. Dalla voce alle espressioni, l’attrice è fantastica. E’ solo, probabilmente, troppo bella.. nel libro è descritta come un rospo in attesa come di acchiappare la mosca che ha sul cappellino.. la signora è perfetta ma non è rosposta!!! (mi fa sbellicare dalle risate leggere nel romanzo di quando parla per la prima volta, e Harry sobbalza perchè quasi si era aspettato un gracidìo!)
• lo specchio che Sirius regala a Harry.. sparito.
• la prima visita di Harry a Sirius tramite il camino della Umbrige, di nascosto e grazie alla copertura dei gemelli Weasley, sparito..
• Hogsmade, l’appuntamento di Harry e Cho, disastroso.. sparito..
• il fatto che sia Marietta, e non Cho, a denunciarli, e non certo con il Veritaseum ma di sua sponte, sparito. E la magnifica maledizione di Hermione, che stampa sulla faccia del traditore della Dumbledore Army, la scritta gggiuda sulla faccia in pustole e brufoli, che era una genialata.. sparita!
• nel libro poi enfatizzano meno questa paura che Harry ha rispetto all’essere simile a Voldemort. Nel film ci giocano molto sopra, ed è estremamene bello come la rendono.
• l’importantissimo dialogo con Dumbledore alla fine? Altro che sedersi tranquillo nell’ufficio del preside e ascoltare parole consolatorie! Harry è talmente fuori di sè per il dolore che sfascia tutto e urla.. e Dumbledore gli dice moooolte cose importanti.. sulla profezia e su perchè deve stare d’estate dai Dursley e mille altre cose…

Insomma non voglio sembrare troppo critica eh :)
era solo un po’ per me, per tenermi a mente le cose che variano molto da libro a film! Qualcuno ne ricorda altre che mi son sfuggite? :)

Scozia, Appunti di Viaggio -Domenica 24 Agosto 2008

Canti, Fotografie, Il Sogno, Scozia, vacanza Commenti disabilitati su Scozia, Appunti di Viaggio -Domenica 24 Agosto 2008

(contando che oggi è il 23 ottobre sto battendo ogni mio record :( due mesi e ancora non ho finito i racconti della Scozia!)

240808Scozi (45)

Rullo di tamburi: è da stamani online nella mia Pagina degli Appunti di Viaggio il roboante (?) racconto della splendida giornata di Domenica 24 Agosto 2008, Loch Ness e Road To The Isles. I più affezionati e curiosi potranno finalmente leggere cosa abbiamo visto e fatto in quella bellissima giornata di sole e pioggia che ci ha condotti sino alla costa occidentale della Scozia :)
Il tutto ovviamente colorato dai molti scatti fotografici, raccolti nel set di Flickr
Scozia 2008 -24 Agosto, Loch Ness e Road To The Isles

Ecco dunque il solito estratto pro curiositade!

Rinfrancati dalla bella giornata di sole precedente, abbiamo subito guardato se per la nostra giornata al Lago famosissimo di Ness c’era nuovamente bel tempo.. beh, diciamo che poteva andare meglio, ma anche molto peggio. E’ stata una giornata di tempo estremamente variabile!

Abbiamo fatto la nostra solita super colazione del campione, nella bellissima sala del lussuoso B&B, con Denise che smaniava per vedere ancora una volta il bel cane di razza dei padroni di casa, un levriero di qualche tipo con un pelo grigio corto così morbido da non credere.
Mangiato, ristematoci e pagato, abbiamo assolto a questo nostro rituale avviandoci alla macchina e seguendo le indicazioni della Signora Mckay, guidando verso il Loch Ness e salutando la cittadina di Inverness, che ci è proprio tanto piaciuta :)

Viaggiando verso sud abbiamo presto iniziato a costeggiare il Loch Ness stesso, le cui curve sinuose ci conducevano verso il famoso Urquhart Caste, sulle sue sponde.
Ci siamo fermati ben presto ad uno dei primi belvedere sul Lago, perchè complice il clima stranamente variabile della giornata il panorama era notevole. Un momento le nubi scure e grige oscuravano il tutto e il lago diveniva grigio metallico. L’attimo dopo invece splendeva il sole e l’azzurro-blu del lago faceva quasi male agli occhi da tanto era splendente :)

continua….

45esima sessione di D&D. Si riparte!

Amici, Canti, Dungeons And Dragons, famiglia, Festa, vacanza 10 Comments »

Ieri è stata un’altra sessione ragguardevole, di tutto rispetto e di grandissima soddisfazione per me! Straordinario :)

I nostri eroi si erano ritrovati in locanda, a sera, dopo aver vissuto intense giornate gli uni di ricerca, gli altri di mission trattativ-fals-dipolomatic alla Enclave Thayan. Hanno concordato, per il giorno seguente, di recarsi come stabilito dai Maghi Rossi a commerciare, ma di non giocare a carte troppo scoperte ed evitare di nominare l’ascia maledetta (che poi è il motivo principale per cui hanno cominciato a prendere contatto con i Thayan..)
Molto prudente da parte loro :)
Inoltre, avendo stabilito che secondo loro la torre di Eput-Ki (o quello che ne resta) si trova molto vicino alle Pianure dei Giganti, hanno approntato i preparativi per partire da li a breve.

Il giorno seguente, di buon mattino, Jalef è stato avvicinato, ancora ai Five Flagons, da un gruppo di guardie di Athkatla. Hanno conferito con lui in privata sede, un po’ minacciosi, ma rivelandosi infondo benevoli -per sua fortuna. Il succo è stato che normalmente un essere permeato di magia come lui, con tanto di piccolo drago in spalla, non avrebbe avuto permanenza lunga nè piacevole in città. Nel caso specifico però qualcuno ha agito dall’alto, sia a livello clericale sia no, per proteggere Jalef e il gruppo.
Kennan ha indagato per scoprire che sia gli Arpisti hanno messo un po’ una buona parola in qualche modo, sia Rashid si è evidentemente mosso in tal senso.

Quella giornata è stata altrettanto densa. Ilg e Tarantio, che si era svegliato di nuovo di pessimo umore dopo una notte di incubi e tormenti, si sono mossi per una direzione risolutiva di una certa faccenda, che approfondiremo lunedì prossimo.
Kennan invece è andato con Jalef stesso all’appuntamento con il Mago rosso, nell’Enclave. Il loro untuosissimo amico, dalle labbra sottili e i denti in vista, li ha ben accolti, e hanno condotto una trattativa proficua e lunga scambiando un bel po’ di merci, non senza che il mago sottolineasse che questo è in virtù, e in via speciale, delle loro lettere di raccomandazione!
Al termine dell’incontro però la cosa ha avuto una svolta. La stessa Kharzark dell’Enclave si è presentata all’incontro, giovane e bellissima donna Maga Rossa, accompagnata da un Bheolderkin Eyeball, e con parole “gentili e mellifue” ha conversato con loro, chiedendo da dove venissero e come fossero entrati in possesso di tanta fortuna.
Il dialogo è stato un reticolo di allusioni, insinuazioni sottili e falsità, e i giocatori son stati bravissimi!!! E’ stato molto bello il momento in cui lei ha offerto del vino Thayan e dei dolci tipici delle loro zone, e i due poveri ospiti non han potuto che accettare ma il panico ha serpeggiato ^________^
L’incontro si è concluso tranquillamente, comunque… :)


Concluso ogni affare ad Athkatla, i nostri si son preparati a partire. Al mattino è giunta anche la persona che avrebbe fatto da scorta a Karin-Sha proteggendolo durante il suo viaggio a est. Una giovane mezz’elfa si è presentata ai Five Flagons, figlia prediletta di Waukeen e inviata da Spire Dorate in aiuto alla missione sacra di Rashid Alai Sierath e dei Nobili Prescelti.
Nientepopodimenoche Imizael Bladesinger ;)
non ho resistito.. eheheh Donato alla parola “una mezz’elfa” già aveva capito :P Comunque, i nostri han fatto un pezzo di strada insieme, e chiacchierato molto, ed è stata una bella roleplayata. Dopo una serata di bagordi e festa insieme, in cui Imizael ha decantato le lodi della cucina di Ilg, e hanno suonato e ballato e lei e Tarantio si sono appartati, al mattino dopo i gruppi si sono separati, Karin Sha viaggiando finalmente verso l’antica dimora dei suoi avi e i pg verso il loro destino.

Poco prima di notte però, cercando un luogo dove accamparsi, hanno sentito rumori di battaglia. Sono accorsi per trovare un gruppo di 6 Bartax carnivori che aveva quasi completamente sterminato 15 uomini nel bosco, e sono intervenuti! Purtroppo per loro queste creature, particolarmente forti ed intelligenti, li hanno quasi sopraffatti. Abbiamo temuto tutti il peggio, ma per fortuna alla fine ce l’hanno fatta. I pg, dico :P

Weekend casalingo e non solo :)

Canti 1 Comment »

L’alba di una nuova intensa settimana porta con sè i ricordi di un altrettanto intenso weekend, che è però stato anche molto breve!
Venerdì Elven ed io ci siamo ritrovati piuttosto stanchi a casa dopo il lavoro, dove per giustamente ritemprarci ci siamo sparati una succulenta carbonara. Gnam :9 con le uova delle galline del papà Benito viene proprio buona, è inutile :)

Dopo quattro chiacchiere con Giuliana, per accordarci per la mattina e pranzo seguente, erano ormai le nove e mezza. Praticamente notte fonda, data la stanchezza del venerdì sera :P Dopo pochissimo relax al tavolo (oddio relax.. lavoro per D&D costantemente che pare che io sia una schiava :P)(ehehehe) tutti a nanna.. dove coinvoltissima dalla fine di Harry Potter e L’Ordine della Fenice ho combattuto i Mangiamorte a fianco di Harry sino almeno a mezzanotte, quando le pesanti palpebre hanno ceduto impedendomi di leggere giusto l’ultimo capitolo :P

All’alba delle otto e mezza del sabato eravamo già in piedi, svegli e produttivi come due criceti della Manciuria: e via di pulizie profonde di casa! Si perchè dati gli impegni degli scorsi due weekend la casa era 3 settimane di sporco accumulato, con in vista altri due weekend di non pulizie (matrimonio di Roberto questo sabato e Lucca il prossimo ;)).. non si poteva proprio non fare delle belle pulizie profonde. Così, fino alle undici abbiamo passato l’aspirapolvere, lucidato le porte di legno della casa e le finestre, lavato in terra con l’ammoniaca, pulito il bagno, passato la cera, passato la lucidatrice, steso il bucato.. eppoi siamo usciti con Giuliana per un bel giro al mercato. L’acquisto maggiormente degno di nota: un paio di calzini pluffosi di quelli pelucchiosi morbidosissimi con pure l’antiscivolo per me, con cui zompettare per casa, ovviamente verdi. Sono pluffosissimi *_*
Costo -1 euro. Non dureranno un mese :P

Il pranzo è stato fenomenale. Lasagne ragù e besciamella fatte in casa, una roba fantastica!
Tornati a casa nel pomeriggio abbiamo non contenti proseguito nel nostro lavoro casalingo. Mentre Elven si occupava dei vetri sporchi di casa e delle protezioni in gommina degli stessi, io ho affrontato lo scatolone delle cose di Natale, l’unico scatolone di plastica che occupava stabilmente la vecchia cantina.. Elven l’aveva amorevolmente portato nella nuova sede, e poi messo sul balcone perchè zozzissimo. Dopo le grandi piogge l’avevamo riportato in casa, 3 settimane fa almeno, e io non lo avevo più controllato. Beh ho scoperto che ci aveva piovuto dentro. Avete idea? un palmo d’acqua in cui galleggiavano scatole di cartone mezze marce contenenti il presepe di terracotta, decorazioni floreali ormai muffite, omini di neve in ferro battuto arrugginiti, e poi lui: lo scatolotto elettronico che dà corrente all’alberello di natale.. costruito da papà almeno 15 anni fa, per l’alberello alto 30 cm, con gli interruttori per avere le lucine fisse e pure le lucine alternate. Che dolore, trovarlo immerso dall’acqua. Si riprenderà mai? povera me… :°(

Così ho messo a stendere ed asciugare i festoni di natale pelucchiosi luccicanti, che o erano zuppi o puzzavano di marcio.. ho buttato via le parti muffite e marcite delle decorazioni, le cose di cartone e quanto fosse irrecuperabile.. sigh! :P
Nel pomeriggio poi siamo scesi in cantina, dove abbiamo portato uno scatolone di cose di Natale (l’altro scatolo dovrà attendere che le cose finiscano di asciugare :P) e dove abbiamo recuperato alcuni oggetti. In primis, io desideravo una bella cesta per metterci le cose sporche che attendono la preselezione per il lavaggio in lavatrice! Abbiamo preso quella che nell’infanzia di Elven e Marco conteneva i loro giochini, una cesta tonda splendida altissima che pare che dentro possa esserci un incantatore di serpenti. Va pulita e foderata, e poi potremo usarla! C’è da chiedersi anche perchè siamo tornati su con anche una colt giocattolo e il gioco da tavolo di sturmttruppen, ma noi siamo felici così :)
Inoltre abbiamo portato su dei piatti e dei servizi da thè, per vedere se incrociandoli con quelli già presenti in casa ma incompleti se ne formava uno che fosse utilizzabile. Purtroppo, per i piatti è stato impossibile. Abbiamo tenuto alcuni uguali giusto da averne, in attesa di comprarne di nuovi :P
E ci siamo trovati di fronte a una distesa di piattini, tazzine, tazze da thè e da caffè, zuccheriere e brocchette da latte invidiabile, con bordi in oro, ceramiche bianche, fiori, ma non un servizio completo. L’unico completo da 12 era un curiosissimo servizio scuro, marchato FENICE, probabilmente una produzione di pregio albisolese di chissà quanti anni fa. E’ talmente strano, con colori marroni e ocra e nero scuri, fiorelloni e foglie dipinti in stile un po’ liberty, e tazze veramente strane bassissime e larghe, che abbiam deciso di tenere quello!!! seguirà foto :D

Era ormai ora di incamminarci verso Savona, dove Mauro e Giorgia ci aspettavano per la cena, che è stata un’ottima PAELLA davvero gustosa. Prima però siamo passati dalla vecchia casetta di Via Don Bosco, che sapevamo ormai sfitta, e dove volevamo recuperare alcune cose lasciate a maggio: lo zerbino gatto, il tostapane, la libreria portaDVD..
Abbiamo scoperto che ancora una volta gli inquilini erano degli zozzoni maleducati. Se ne sono andati mollando la casa in condizioni luride, e mollando nella dispensa e nel frigo latte, yogurt (vi faccio immaginare dopo un mese la muffa), formaggi e quant’altro. Dico, ok l’olio la pasta e l’aceto, ma latte formaggio e cose deperibili, e portatevele via schifosi maiali. Io ODIO la gente.

…..
Domenica ci siamo svegliati, dopo la splendida e tranquilla serata di sabato con Giorgia e Mauro e due loro simpaticissimi amici, sentendoci molto orgogliosi di tutte le belle cose fatte il giorno prima! Così, estremamente mattinieri, ci siamo incamminati alle dieci e mezza alla coop di Savona, per fare un giro nelle sezioni casalinghe con calma e per cercare un phon, dato che il mitico phon portatile lidl da 4,50 di 7 anni fa ha ceduto proprio ieri.
Arrivati alla Coop, da CoImport non c’era lo scolaposate che volevo nè niente di utile. Dei bei piatti ma nulla di che. Da Kasanova, invece, abbiamo trovato l’offerta dei nostri sogni!!! con 50 euro ti davano un set da burghignonne (come si scrive?!?!) per 6 persone completo di piatto in legno rotante intorno alla ciotola dell’olio, con ciotoline arancioni eleganti per salsine con ognuna il suo cucchiaino, e con anche 6 piattini arancio uno per persona, quei piatti “sezionati” all’interno per dividere i contenuti. CHE FIGATA! era BELLISSIMO!!!!
Non potevamo non prenderlo.

Ancora gongolanti siamo saliti alla coop con nel cuore il nostro nuovo acquisto: non vedo l’ora di usarlo! E poi su abbiamo trovato anche il set di piatti dei miei sogni, con ben 30 euro di sconto abbiamo comprato due set (6+6 piatti fondi, piani, piccoli e due insalatiere) bianchi e con dei disegni di bambù grigi che ne decorano un lato. TROPPO BELLI!!! :D
E il phon! Insomma.. abbiamo speso un mucchio di soldini ma adesso finalmente abbiamo i set di piatti per casa tutti uguali. Il prossimo obiettivo sono i bicchieri e le posate :P

Dopo la solita splendida domenica rituale (pranzo in famiglia, burraco, d&d) ci è toccato passare all’appartamento di Via Don Bosco a rimediare al casino che gli inquilini zozzoni hanno lasciato. Alle 10.20 di sera pulivamo oggetti e sbrinavamo il freezer. Che roba.
Ci abbiamo guadagnato un bagnoschiuma all’aloe, della pasta, sale grosso, aceto balsamico ponti, e dei magnum :P
Inoltre da camera mia abbiamo riportato a Varazze la mia libreria/porta dvd nera e tutti i miei DVD, e così la cucina di casanuova ha acquistato molti inquilini in più in una sola giornata, e adesso è tutta sottosopra e da riordinare :P

che weekend denso di novità :)

Cinque Petali D’Arte.

Canti, Illustrazione 1 Comment »

L’Associazione Culturale La Luna Nel Pozzo si presenterà alla Fiera dei fumetti e dei giochi di Lucca anche con un altro importante lavoro che è stato concluso quest’anno, grazie all’impegno e alla dedizione di molte persone :)

Si tratta del’Art Book Cinque Petali D’Arte, che è una bella pubblicazione su carta patinata, rilegata a mano con copertina cartonata e rivestita di ricco tessuto.

Gli artisti che si sono cimentati in questo lavoro sono, ovviamente, 5 (in rigoroso ordine alfabetico):
Biondina • FMarina • Imizael • Randolph Carter • Synafey, utenti del Forum della LNP.

Cinque Petali d’Arte è composto da ben 50 tavole a colori e in b/n, suddivise in tre sezioni Fantasy, Gotico/Noir e Freestyle.
Dà ampio spazio alle illustrazioni dei giovani artisti che hanno partecipato, dopo aver dedicato molte pagine ad un’introduzione all’Arte del disegno e dell’illustrazione e anche a qualche dettaglio su ognuno degli autori.. ed essendo comunque il primo lavoro di questo tipo promosso e realizzato dalla Luna nel Pozzo è un ottimo prodotto :)


(Copertina di Fabio Porfidia)

Che altro dire? E’ il primo libro al mondo a pubblicare i miei disegni, ed è stata per me una grandissima emozione poter partecipare, anche perchè il mio ruolo è stato attivo anche nell’impaginazione grafica della copertina e nella stesura del testo di introduzione.
Ringrazio chiunque di voi passerà a Lucca Comics And Games allo stand a dare un’occhiata all’Art Book Cinque petali d’arte (e magari a compralo, chissà!). :)