I did it my way…

Canti Commenti disabilitati su I did it my way…

Buon compleanno alla mela :)

Canti, famiglia, Festa, Incubi 6 Comments »

P2180077Pistillo, mela vampira, Renetta, Dammilafanta.
Barbie, Polly Poket, Lego, giocare a persone, i pirati alla spiaggia, i biscotti di sabbia, i giochi da tavolo, i giochi di ruolo.
Anni di vita insieme… amore incazzatura rispetto amicizia confidenze diffidenza litigi compromessi condivisione collaborazione scherzi comprensione affetto verità bugie.
Renata e Paola.
Sorelle :°)

Tanti auguri Renata quasi sposa. Tanti auguri mela quasi maritata.
Buon compleanno sorellona mia.

The Show Must Go On..

Canti 1 Comment »

Preghiera in gennaio.

Incubi Commenti disabilitati su Preghiera in gennaio.

So che l’ho già postata una volta.
Oggi volevo scrivere un bel post sulla bella serata di ieri,ma poi.. mi è arrivata una notizia talmente triste da non essere solo una goccia in un mare di tristezza, bensì una sorgente tutta nuova di un dolore che va ad aggiungersi agli altri.

Ed ecco il mio pensiero, scritto da De Andrè per un amico caro, che io a mia volta dedico al pensiero di una morte simile..

Lascia che sia fiorito
Signore, il suo sentiero
quando a te la sua anima
e al mondo la sua pelle
dovrà riconsegnare
quando verrà al tuo cielo
là dove in pieno giorno
risplendono le stelle.

Quando attraverserà
l’ultimo vecchio ponte
ai suicidi dirà
baciandoli alla fronte
venite in Paradiso
là dove vado anch’io
perché non c’è l’inferno
nel mondo del buon Dio.

Fate che giunga a Voi
con le sue ossa stanche
seguito da migliaia
di quelle facce bianche
fate che a voi ritorni
fra i morti per oltraggio
che al cielo ed alla terra
mostrarono il coraggio.

Signori benpensanti
spero non vi dispiaccia
se in cielo, in mezzo ai Santi
Dio, fra le sue braccia
soffocherà il singhiozzo
di quelle labbra smorte
che all’odio e all’ignoranza
preferirono la morte.

Dio di misericordia
il tuo bel Paradiso
lo hai fatto soprattutto
per chi non ha sorriso
per quelli che han vissuto
con la coscienza pura
l’inferno esiste solo
per chi ne ha paura.

Meglio di lui nessuno
mai ti potrà indicare
gli errori di noi tutti
che puoi e vuoi salvare.

Ascolta la sua voce
che ormai canta nel vento
Dio di misericordia
vedrai, sarai contento.

Dio di misericordia
vedrai, sarai contento.

Alessandro e Maria Teresa Sposi

Amici, Canti 1 Comment »
Alessandro e Maria Teresa  Sposi

Alessandro e Maria Teresa Sposi

D&D Sessione 68: sangue e bende!

Amici, Canti, Dungeons And Dragons 8 Comments »

Scesi al piano più alto della torre, i nostri eroi hanno iniziato ad esplorare.. Hanno trovato alcune pareti distrutte, i chiari segni del passaggio di una grossa creatura rettiloide, e segni di sputazzate di acido in giro (forse il drago nero che ora giace morto di sopra?).
Infine sono giunti in una stanza il cui pavimento era coperto di una nebbiolina fitta, e dove, in un’antica Shrine foggiata a drago Rosso, un grosso scrigno ha attirato le attenzioni di Jalef, che si è messo ad armeggiare con il lucchetto mentre Rashid lo osservava e gli altri si spostavano nella sala successiva.

Molti avvenimenti si sono accavallati a quel punto! Nella sala di là giacevano sei bare di pietra lavorata, ognuna con il coperchio leggermente spostato.. e mentre Tarantio si chinava ad osservare il contenuto di una di esse dall’alto tre creature si sono lasciate cadere dal soffitto eprecipitandogli addotto e cercando di avvinghiarlo e morderlo con i loro aguzzi canini!
Allo stesso tempo, la nebbiolina in cui Jalef era accucciato lavorando allo scrigno si è concretizzata, e ne sono emerse delle creature pallide e smorte, dei temibili Vampiri, che hanno assalito Jalef e Rashid avvinghiandoli nel loro abbraccio e succhiando loro il sangue! Non appena Jalef si è liberato è corso a chiedere aiuto agli altri nella sala successiva, trovandoli impegnati tutti e tre nel combattimento con altrettante di queste creature vampiriche!
Il combattimento è stato molto bello, con i vampiri che camminavano sulle pareti e quando uno di essi ha provato a sfuggire alla morte portata dalle lame dei pg salendo sulla parete e sul muro Vogrig e Tarantio sono stati mitici: senza dire una parola Vogrig si è messo in posizione con le mani intrecciate e a piedi ben piantati, e Tarantio dopo una breve corsa è saltato poggiando il piede sull’appiglio così creato da Vogrig e raggiungendo con le sue lame il vampiro più in alto!!! Mitici :D

Insomma, alla fine hanno sconfitto i Vampiri, che sotto forma di nebbiolina tutti tranne uno (che è sfuggito) sono tornati nelle loro bare! Lì, però, erano inermi. Su indicazioni di Rashid hanno decapitato ogni vampiro dopo avergli piantato un paletto nel cuore, operazione decisamente macabra che Tarantio si è accollato, dato che gli altri erano restii ;)

Continuata l’esplorazione i nostri hanno percorso vuoti corridoi, e antiche sale di un qualche culto, sinchè non hanno trovato la dispensa dei vampiri, un’orrendo stanzone pieno di cadaveri.. un gemito ha attirato la loro attenzione, e hanno trovato una donna ancora viva. Vogrig si è precipitato a soccorrerla, e l’hanno portata fuori dalla stanza!
La donna è la “saggia” di un villaggio non lontano, che viste le recenti morti e sparizioni di persone e viaggiatori sulla Strada del Nord e nei dintorni si era avviata verso la Guglia per indagare, ma è stata catturata dalla Progenie Vampirica!
Ha spiegato ai pg che alla Guglia c’è probabilmente qualche residuo di un antico culto del Drago Rosso Ashardalon, e che alla sua morte il capo dei cultisti in qualche modo si legò alla Non Morte.. e ora evidentemente è tornato!!!

Messa in salvo la donna, il party ha ripreso l’esplorazione della Torre scendendo di un piano..
in una lunga stanza con ombrose nicchie riposavano altrettanti sarcofagi di pietra e di metallo, con scolpite le effigi degli occupanti! Jalef, mosso da curiosità, si è avvicinato al sarcofago in fondo alla sala, dove un giovane guerriero dall’aria importante era raffigurato, e un nome iscritto nella pietra: Ahoket.. e mentre era chino sulla superficie decorata del sarcofago, questo si è aperto d’improvviso e ne è uscita una creatura terrificante a vedersi!!! La mummia del Campione Ahoket è balzata fuori dalla sua tomba, con un copricapo a effige di Sciacallo sulla testa, con le bende temibili ad avvolgerne il corpo scarno, con un balteo di strani pugnali, un falcetto al fianco e dei bracciali ingioiellati ai polsi! Con una rapidità temibile ha roteato su se stessa saltando, e colpendo così con un calcio rotato Jalef sul collo!! Nel frattempo tre spettri sono usciti dai sarcofagi nell’altra parte della sala, attaccando il resto del gruppo che così separato da Jalef per via del buio non si è reso conto del pericolo che affrontava il compagno!!!

Il combattimento ha infuriato, mentre le spade Ghost Touch di Tarantio e Kennan ferivano gli Spettri e Vogrig li danneggiava con i propri poteri di Sciaman Spirit, Jalef si difendeva dai colpi potentissimi che la Mummia gli infliggeva, tempestandolo di pugni e calci con una rapidità sovrannaturale! Il giovane genasi infine si è ritirato, mentre Vogrig avvicinatosi per seguire uno spettro ha finalmente visto la mummia Ahoket, facendogli addirittura un gesto di scherno tipo “a te ci penso dopo!”
Al che la mummia lo ha caricato con una rapida corsa per dargli un doppio calcio nel petto, non riuscendo però a stordirlo come avrebbe voluto (ah, la tempra nanica!!!). Il combattimento ha infuriato, ma i colpi di Vogrig e di Kennan non riuscivano quasi a scalfire la creatura non morta che a sua volta li tempestava di attacchi. Al grido di Rashid “bisogna dargli fuoco!” Jalef e Tarantio si sono industriati per provarci: hanno avvolto un paio delle mutande di Tarantio di scorta, prese dallo zaino, su una freccia di Jalef: hanno dato fuoco alle mutande e poi Jalef, mirando con l’arco ad Ahoket, ha urlato ai suoi compagni impegnati in combattimento “scansatevi!!!” e ha scoccato la freccia! E Pizzi ha fatto un glorioso 20 sul dado!!! Colpito in pieno petto, Ahoket ha cominciato a prendere fuoco e ha dovuto rinunciare ad attaccare nei secondi seguenti per spegnere le fiamme! Purtroppo esse non sono bastate a fermare la Mummia, e il combattimento ha continuato!

Infine, Tarantio ha inflitto molti danni alla creatura non morta, aggiungendoli a quelli già causati da Vogrig e Kennan, e uno Scacciare di Rashid ha avuto effetto! La mummia così si è ritirata, ma non in un modo che i pg si aspettavano: ha usato il proprio elmo del teletrasporto per fuggire, sparendo nel nulla!!! :o

D&D. Sessione 67. Nightfang Spire.

Amici, Canti, Dungeons And Dragons 4 Comments »

E così il party finalmente è giunto in vista della meta -o quantomeno così il medaglione indica! Nel sogno di Kennan la donna dell’arpa ha mandato immagini di questa minacciosa torre, una guglia aguzza di pietra, solitaria nelle ombre di un cupo canalone.. e il messaggio “la morte, la morte sarà vostra nemica!” e la visione di un misterioso oggetto, una specie di placca di madreperla triangolare.

All’ultimo avamposto umano prima del canyon i nostri eroi si sono fermati (oh ma fare un gather info mai eh? ;D) per la notte (con scene pazzesche di Vogrig che ha lavorato nelle stalle per aver un angolino dove dormire il suo sonno del giusto!).
Verso sera del giorno seguente sono giunti di fronte alla Guglia! La strada del Nord è l’antico letto di un fiume, che si inoltra perciò tra le altissime pareti di un canalone, un Canyon.. al termine del quale, dove le vette delle cliffs raggiungono anche i 500 metri, si erge la Nightfang Spire.
Hanno prudentemente atteso la mattina, prima di affrontare la minacciosa Guglia!

Questa è una torre di un centinaio di metri, in pietra tutta scolpita e lavorata con statue, mostri, zanne, sporgenze, alcove, decorazioni.. nessuna entrata visibile, se non un casottino in pietra ai suoi piedi, e la cima irta di zanne di pietra aguzze!
Jalef ha prudentemente inviato Krynn a fare una perlustrazione aerea della torre nella sua interezza, e questo ha rivelato al gruppo l’assenza totale (a prima vista) di ogni passaggio o finestra, ma la presenza di un’ampia apertura oscura in cima alla torre, al centro del circolo di zanne di pietra.

I nostri eroi hanno quindi deciso di approcciare la torre da un nuovo punto di vista, e passare direttamente dall’alto: alcuni di loro hanno scalato la torre (per quanto altissima e quindi molto faticosa, i suoi fregi e decori offrono un semplice terreno di scalata), Jalef ha volato con una pozione del volo, mentre Rashid si è mutato in aquila.
Appena sono giunti tutti in cima, hanno visto questa voragine scura, larga circa 15 metri.. profonda e buia, con una scala che conduceva nell’oscurità. Non appena però hanno messo piede sui gradini, dal buio sono emersi due tentacoli saettanti che hanno tentato di afferrare Kennan, e uno dei due ha preso Rashid! Una creatura mostruosa (conosciuta da Vogrig come un Mooncalf) è emersa ed ha attaccato il party.
Il combattimento che è seguito contro questa specie di polipone volante a mezz’aria su un immenso pit è stato una cosa talmente epica che meriterebbe un post a parte ;D Kennan gli è saltato sulla schiena, e lo pugnalava ripetutamente! Jalef gli ha tolto 10 (10!!!) punti di forza con un raggio di indebolimento.. Tarantio gli ha lanciato tutto il proprio armamentario di pugnali, mentre Vogrig lanciava poderosi Flamestrike (colpendo anche Kennan) e bastonate se abbastanza vicino! Rashid è stata scagliata nel vuoto dopo essere stata presa dal tentacolo, e Jalef volando l’ha recuperata con un salvataggio di fortuna per un pelo! Poi sempre volando ha lasciato a Kennan la Verga Inamovibile! Kennan infatti era ormai bene in alto sulla schiena del bestione che cercava di volare via, così si è lasciato scivolare giù e premendo il pulsante della verga le è rimasto appeso nel vuoto sopra al pit (lui lì, la sua spalla 10 cm più su, ma sono dettagli :P)
Alla fine hanno legato una corda intorno al povero mostrone (con la corda Magica!), e lo hanno ritirato verso terra (avantaggiandosi del malus alla forza del polipone) per picchiarlo O_o

Insomma, era un circo incredibile, ma tanto hanno fatto tanto si sono sbattuti che.. lo hanno accoppato :D
Sono proprio creativi i miei giocatori ^______________^

A quel punto si sono calati nella Guglia, trovando come prima sala un luogo stranissimo..il cadavere di un drago nero, il suo (almeno in parte) tesoro, e dei Wight che ci si nascondevano dentro.. e che sono morti rapidamente sotto le spade dei nostri eroi, che poi si sono calati attraverso un buco del pavimento (sciolto dall’acido e distrutto da qualche forza) verso delle stanze sottostanti..!


to be continued :P