Nasceva il 24 settembre di ventotto anni fa…
E’ nato vissuto e cresciuto in una terra dove le zanzare portano la targa da tanto sono grosse, in una terra a cui mi affeziono ogni giorno di più.
Ha tentato di ammazzarsi più volte, nei campi, saltando tra acuminate lame di macchinari da agricoltura o costruendo rudimentali lanciafiamme, ma per fortuna ha sempre fallito.
E’ cresciuto, e ha scoperto il gioco di ruolo, la pesca, cosa vuol dire nerd e geek e quanto è bello avere una mano femminile che stringe la tua quando ti senti triste.
Ha studiato, ha lavorato e ha viaggiato molto. Ha visto la verità sui koala, e ha mangiato nei bacarini di Taiwan, e molto altro.
Ha visto cose molto belle, con quegli incredibili occhi azzurri, e ha vissuto cose molto brutte. Ma la vita è fatta così, del resto.. e il gioco continua.
Ha navigato in internet, e ha conosciuto persone a volte speciali, a volte pazze, a volte insostituibili.
Ha amato, odiato, riso e pianto.
Ha continuato a pescare, finchè un bel giorno una buga da 56 kg farcita di pesto non ha proprio potuto resistere e ha abboccato irrimediabilmente…
Ha scoperto che a volte le cose vanno nel modo giusto, e che vivere nonostante tutto può essere davvero una figata, anche se le fregature son sempre in agguato. Ma facendo loro la pernacchia, e continuando a lottare, prima o poi sul dado un 20 naturale arriva.

Ha gli occhi color del cielo, dell’argento tra i capelli, molte cicatrici dovute alla sua vita spericolata, la barba di tre giorni alla mickey rourke, degli occhiali che nessun’altro ha mai avuto così fighi, un cane con la lingua talmente lunga da sembrare finta.
Ha un sacco di persone speciali e di amici che gli vogliono bene, una bimba verde che lo ama infinitamente, e senza di lui non è completa, un cuoricino d’argento al collo.
Oggi compie ventotto anni.

Tanti auguri, Fanciullino.
:*)