La prima settimana in Friul!

Amici, Canti, Dungeons And Dragons, Love, We Are F&B Commenti disabilitati su La prima settimana in Friul!

Ed eccomi a rubare un momento alle faccende di casa per scrivere il post tanto richiesto ;)
La prima settimana qui in Friuli è volata davvero velocissima! Mi pare impossible che oggi sia di nuovo lunedì: sembra appena un attimo fa che stavo vivendo il mio primo lunedì qui in casa da sola, a trafficare.. e invece son già passati tutti questi giorni! :O

Appena stabiliti finalmente in casa abbiamo potuto vedere quante cose ci sono da fare: ogni volta che sembra di averle inserite tutte in un elenco, sbuca uno “schifido lavoretto” nuovo! Più o meno tutte cosine, niente di troppo grave nè oneroso, però da sistemare c’è veramente molto. Così, sin da lunedì io mi sono rimboccata le maniche e mentre Alberto va a lavorare io traffico in casa, spostandomi come una formichina operosa da una stanza all’altra e facendo mille cose!
Lunedì a fine mattinata ho preso per la prima (e per ora unica:P) volta il bus che porta a Udine! E’ la linea 3, ed è davvero molto comoda! Fa un sacco di fermate e porta sino alla zona di Udine che mi interessa, non distante da Piazza 1° Maggio e quindi dall’Università dove lavora Alberto. Così abbiamo pranzato fuori, per festeggiare il primo giorno insieme, mentre il resto dei giorni Alberto è sempre tornato a casa a Basaldella a pranzare ^_^

Nel pomeriggio poi avevamo da andare a Trieste: Alberto aveva una riunione di lavoro, e io sono andata a casa di Monica a tenere compagnia a lei e Jacopo nel pomeriggio, così finalmente ci siamo conosciute! che emozione, e che bello è stato *_* A cena poi ci hanno raggiunte anche Andrea e Alberto, e quando abbiamo messo a nanna Jacopo abbiamo continuato la serata noi quattro. Sono davvero due persone speciali e sono fortunatissima ad averli finalmente conosciuti!!!

Martedì la giornata è volata nei lavori di casa: svuotare le scatole delle cose da cucina, lavare tutto e quando asciutto riporlo nelle credenze… accumulare le scatole vuote, etc etc.. e intanto lavare il bagno di sopra (che non aveva mai visto una spugnetta o un po’ di detersivo da anni, probabilmente) e renderlo abitabile… svuotare le scatole dei vestiti e riporli nell’armadio, e cominciare a pulire anche il bagno di sotto!!!

A sera siamo andati a salutare i nonni di Villa, che erano molto contenti della visita e di sapere che sono arrivata e che va tutto bene, e poi siamo stati a cena con i genitori di Alberto :)
La sessione di martedì era saltata, quindi abbiamo convertito la serata in un Munchkin da Ricky con Arturo, il Toso, Beppe e Francesca! Ricky e Fra mi hanno fatto un regalo di benvenuto STUPENDO: una bellissima maglietta verde piena di rane con scritto una frase in friulano (atc ora non la saprei citare! presto la riporterò!), davvero stupenda!!! :°) mi ha fatto tanto tanto piacere, è stato un pensiero dolcissimo!
E dopo la bella serata, ce ne siamo andati a dormire a casa, tutto sommato piuttosto stanchini ;)

Mercoledì dopo una rilassante giornata di lavori in casa per me, e una giornata di lavoro per Alberto, avevamo di fronte la prima serata a casa da soli, e quindi tanto tempo per noi: che abbiamo saggiamente sfruttato per fare la spesa, dato che fino ad allora il frigorifero aveva in sè solo due bottigliette di acqua e di coca cola X)
Fatta la suuuuper spesona – sistemato tutto – cenato e la serata era già andata ;) Giusto il tempo di montare il pc e sistemare la linea, e ce ne siamo andati a nanna!

Tragiovedì e venerdì ho finalmente finito di mettere in ordine la cucina e così si poteva finalmente dire che qualche zona della casa fosse un po’ ordinata! Non ho ancora risolto nemmeno adesso il problema dello scarico del lavandino, che è malmesso e si ottura un giorno si e uno no. Per ora abbiamo provato di tutto, dal Mr. Muscolo al Disgorgante superpotente alle ciappelette, e non sta funzionando niente. Toccherà affrontare il discorso manualmente, ma la cosa mi preoccupa molto!

Giovedì sera dato che io avevo voglia di cucina orientale Alberto mi ha portata al Chen’s Cooking di Udine, dove abbiamo cenato veramente bene e mangiato come due porcellini *_*

Venerdì invece c’era la prima sessione di D&D: che emozione! Ho tirato una buona scheda, e ho potuto fare un Paladino! Erano anni che volevo farlo, inoltre la campagna di Ricky mi ha permesso di fare una CdP che sennò non avrei fatto mai, molto specifica del Draconomicon: il Platinum Knight, al servizio di Bahamut ^___________^
Già nella prima sessione ho potuto inserirmi e mi sono molto divertita! abbiamo combattuto un drago nero (non uno qualsiasi, una specie di Aspetto di Thiamat!) e alla fine io gli ho dato il colpo finale, sentendomi veramente cazzuta e sbulaccosa!!!
Devo ancora finire la scheda di KAEL, però con l’aiuto di Donato sceglierò dei talenti fichissimi e farò un pg davvero bello ^_^

Con Sabato è giunto il nostro primo weekend insieme nella nostra casetta nuova :°)
Abbiamo fatto molti lavori di casa, e pranzato con calma: nel pomeriggio poi siamo andati in giro per negozi a fare la spesa delle cose da casa che ancora ci mancavano, trovandone alcune e poi scoprendo una sorta di paradiso in terra nello stupendo Negozio di Fai da Te della zona di Viale Tricesimo, vicinissimo al lidl: è un posto IMMENSO pienissimo di tutte le cose che possono servire, dai mobili ai trapani, dalle cose da cucina alle tende, dai bagni ai gommini per le sedie, insomma TUTTO. Abbiamo davvero fatto man bassa, e avremmo preso molto altro se non fosse stato che era vicino all’orario di chiusura e quindi abbiam dovuto chiudere il giro in fretta: torneremo a prendere le altre cose, prima o poi: hanno sicuramente molto ancora di quello che ci serve ^_^
Tra una cosa e l’altra anche se era sabato sera abbiamo fatto tardissimo: stavamo mettendo su la cena solo alle nove, e dopo cena ci siam fatti prendere la mano da alcuni lavoretti di casa che abbiamo finito piuttosto tardi: insomma è stato un sabato certamente alternativo ^_^

Domenica abbiamo iniziato a festeggiare il nsotro Anniversario: ma ne parlerò con più calma domani! Ora torno al lavoro, che più tardi voglio raggiungere Alberto a Udine e fare due passi.
Ci sentiamo presto, un bacione a tutti!!!

Fanciullino&Bimbaverde – Il ratto delle Paoline.

Amici, Canti, famiglia, Love, We Are F&B 1 Comment »

(si ringrazia Paola M. per il titolo :D)
E così venerdì 21 maggio Alberto è venuto a Savona, per trascorrere con me il weekend al termine del quale mi avrebbe portata con sè a casa! :°)

Venerdì finalmente ero libera anche dal lavoro, quindi ho potuto trascorrere la giornata terminando le mille cose che andavano finite per tempo e mille commissioni! Sveglia all’alba, e via giù a Savona per fare tutto e di più! Ho trascorso la mattina con mamma, facendo shopping compulsivo da separazione (in vista degli eventi per cui necessiterò qualche vestito carino ed elegante, sostanzialmente ;)) e poi ho pranzato con Danilo e Irene! Non ci vedevamo davvero da troppo troppissimo tempo, purtroppo: almeno però siamo riusciti a incontrarci l’ultimo giorno possibile, e ne sono stata davvero molto felice!!!
Siamo andati a mangiare al Qui Lin (consiglio il Menù fisso Thai) e abbiamo chiacchierato tanto tantissimo! E poi, facendo quattro passi, abbiamo raggiunto una splendida panchina ombreggiata dal Chiabrera e siamo rimasti ancora a lungo a chiacchierare insieme.
Prima di salutarci loro mi hanno lasciato un bellissimo regalo per la casa di Basaldella, che mi ha davvero commossa ed è altrettanto piaciuto ad Alberto quando gliel’ho mostrato il giorno dopo: uno stupendo quadretto che incornicia un ricamo a mezzo punto fatto a mano da Irene, che sui toni del verde recita “One leaf for wealth, One for a faithfully lover, One for glorious health, All in this four-leafed clover” (vado a memoria..) e con in conclusione uno stupendo quadrifoglio ricamato con addirittura quattro verdi differenti :°)
E’ davvero molto bello, è stupendo! E’ delicatissimo e molto elegante, e soprattutto è fatto a mano con affetto: grazie ancora, Irene, del gesto stupendo. Quando Alberto ed io potremo appendere il vostro quadretto, vi penseremo ogni volta che lo guarderemo :°)

Nel pomeriggio ho fatto altre commissioni e ho galoppato per tutta Savona per salutare le ultime persone prima della partenza! Poi, finalmente è arrivata sera, e con essa Alberto!!!

Riabbracciarsi consci di non doverci più separare è stata un’emozione intensa e unica :°)
Ancora un po’ storditi dalla felicità, abbiamo raggiunto Betta e Pizzi per cena: sulla pizzimobil ci siamo diretti ad Alpicella, per mangiare al Baccere Baciccia! Percorrere l’Aurelia nella fresca sera primaverile, con i profumi delle ginestre e della macchia mediterranea, mi ha permesso di salutare il mare e quei panorami in cui sono cresciuta, ed è stato molto bello :)
Abbiamo mangiato ai quattro palmenti: davvero la cena è stata supergargantuesca! Ridendo e scherzando abbiamo scofanato taglieri di salumi e di formaggi, spiedini giganteschi di carne, pizza e la mezza furma, che desideravo assaggiare da mille anni! E’ stata una serata bellissima, e troppo presto è volata: al rientro ci siamo salutati, con una lacrimuccia di commozione e un sorriso per il bel tempo trascorso insieme!

Sabato
è stata una giornata molto intensa! Ci siamo svegliati presto per andare a incontrare Ferdinando: ci tenevo particolarmente a salutarlo e a presentare finalmente lui ad Alberto e viceversa ;) è stata una bellissima pausa caffè trascorsa insieme, e una volta salutatolo noi abbiamo ripreso le nostre commissioni! Abbiamo anche acquistato la scopa definitiva, allungabile e orientabile per arrivare a pulire in altezza sino a 6,50 metri! Così la mansarda verrà (un giorno) ben spazzata e bonificata :D

Tra una commissione e l’altra abbiamo scarpinato tutto il giorno per mezza Savona! ;) ci siamo concessi la pausa pranzo su a casa alla Villetta: abbiamo mangiato pizza upgradeata dai miei, e poi dopo tante belle chiacchiere siamo scesi anche un po’ da Renata e Donato! Dove i nostri due cavalieri sono stati così galanti da sopportare le sorelle Traversa che cantavano con Singstar Queen *_* mi sono proprio divertita!!! Dato che crollavamo dal sonno, poi ce ne siamo andati a pisolare un po’ in Via Venezia. E ci voleva proprio, eravamo stravolti!

Così poi siamo usciti, un po’ più freschi e meno stropicciati, per andare a cena: per festeggiare il compleanno di Renata infatti siamo andati alla Bella Napoli con gli amici! C’erano Giada, Rita, Laura, Mattia, Renata e Donato e Sonia e Richard! è stata una bella cena, abbiamo mangiato come sempre squisitamente e chiacchierato tanto, e poi ci siamo spostati alla Casa del Gelato per concludere la serata :)
E’ stato davvero bello trascorrere la serata tutti insieme! E poi, pian piano, ho salutato tutti. Cercherò comunque di tornare a luglio per il mio compleanno, così da rivedere tutti gli amici e festeggiare insieme :°)

Domenica ci siamo svegliati di buon mattino e pieni di energie: c’era tanto, tantissimo da fare! E il ratto delle Sabine ha avuto inizio ufficialmente: abbiamo spostato la macchina più vicina, e abbiamo avuto fortuna nel trovare un posto sotto casa: le cose da caricare erano già molte, e in camera mia ci aspettava un carico ben maggiore :P
Abbiamo pranzato con la mia famiglia al completo, ed è stato un pranzo da re per festeggiare Renatina che aveva compiuto gli anni mercoledì. Dopo pranzo, dopo giusto il tempo di raccogliere le idee, abbiamo selezionato gli scatoloni e Alberto mamma ed io abbiamo iniziato a caricarli in macchina!
E’ scattata la musichetta del tetris, e Alberto è stato davvero bravissimo ed è riuscito a incastrare in macchina tutto quello che mi serviva prendere per queste prime settimane :°)

A quel punto è giunto il momento dei saluti.. mi veniva un po’ da piangere, ma tutto sommato sapere che ci rivedremo presto ha reso le cose più serene, più semplici e meno dolorose :°)
Sotto un bel sole caldo, dopo aver salutato mamma, papà, Fabio, Renata e Donato, con ancora una lacrimuccia ma con il sorriso a illuminarmi il volto, sono partita da Savona mano nella mano con il mio Alberto, e abbiamo affrontato il lungo viaggio verso Basaldella!
Siamo arrivati a casa dopo le nove, molto molto stanchi ma tanto tanto felici :°)
La casetta ci ha accolti silenziosa e disordinata, con mille scatoloni accumulati in sala, scatole e rumente sparse ovunque, la cucina che pareva un campo di battaglia e la nostra cameretta da letto, nuova di pacca e di consegna, pronta ad accoglierci! :°°°)

E così, quella sera, ha avuto ufficialmente inizio la nostra vita insieme!!! ^_____________________^

Back online.

Canti Commenti disabilitati su Back online.

Brevissimo post, in attesa di uno più corposo domani!
Ringrazio tutti voi che mi avete scritto sms, messaggi via mail, messaggi su facebook chiedendomi news, augurandomi buona fortuna, pensandomi e preoccupandovi per me :)

Mi sembra impossibile che sia già giovedì: il weekend a Savona prima della partenza è andato benissimo, e il viaggio domenica altrettanto bene. In settimana, i giorni da lunedì a oggi sono volati veloci come il vento! In casa c’è tantissimo da fare, le ore scorrono rapidissime e avendo impegni sia lunedì sia martedì anche le serate sono volate veloci! Ieri sera, dopo una gargantuesca spesa (finalmente il frigo non è vuoto!!!) Alberto mi ha montato il pc: ed eccomi online!

Oggi mi ero ripromessa di collegarmi un po’ e fare un bel post lungo su questi giorni, per raccontarvi tante cose! Stamattina riordinando la cucina ho iniziato anche un breve servizio fotografico, per i più curiosi ;) Poi però nel pomeriggio invece di trafficare a ritmo serrato come nei giorni scorsi ho deciso di prendermi una pausa, e… ho inaugurato la vasca da bagno della Basal Mansion *_* E’ talmente grossa che ci sto sdraiata del tutto per lungo, è una goduria totale! Mi son messa in vasca con un bel libro nuovo nuovo (Il Mulino dei Dodici Corvi, consigliato ormai un anno fa dalla cara FantaDebby :)) e il tempo è volato.. così ora mi sento in colpa a stare al pc: in casa ci sono ancora molte cose da fare e quindi corro di là a trafficare ancora!

A domani per qualche parola di più ;)
bacio a tutti!!!

Buon Compleanno, Renata.

Canti, famiglia Commenti disabilitati su Buon Compleanno, Renata.

Sei nata il 19 maggio, minuscola bimba ed enorme gioia di mamma e papà, primo splendido coronamento di un sogno.
Già da bimba eri irrefrenabile e scatenata, se fuori pioveva e non si poteva andare ai giardini tu correvi su e giù per i corridoi di casa. Giocavi a fare il cagnolino, e foto stupende ti ritraggono con un osso finto tra i denti, al guinzaglio del nonno Carlo nel suo ufficio ^_^ Sorridi in foto in braccio a un papà con incredibili pantaloni scamosciati a zampa di elefante, in braccio a una mamma bellissima e riccia che ti tiene come si tiene il più prezioso dei tesori, in braccio a uno zio Paolo giovanissimo e con degli occhiali enormi incredibili troppo da anni 70-80!

I tuoi primi costumi di carnevale sono stati da Capitan Harlock, e da Superman. Dopo qualche hanno hai cominciato a insistere di voler un fratellino. Chissà: se non avessi insistito forse io non sarei mai nata. Hai deciso che anche una sorellina poteva andar bene, e ti sei trasformata per me nella mia seconda mamma. Le foto che ti ritraggono mentre mi tieni in braccio, mentre mi dai da mangiare (tenendomi la testa a forza, e imboccandomi con il cucchiaino, LOL!) e mentre mi accudisci mi fanno commuovere, e fanno rinascere mille ricordi. Le ore passate a giocare a tutti i giochi del mondo, lego barbie persone e mille altri. Sei stata il mio punto di riferimento, il mio mondo, la mia colonna portante. Sei stata tutto per me, e lo rimarrai sempre perchè sei la mia sorellona.
Siamo state due simbionti, e se sono come sono oggi sicuramente in molta parte lo devo a te, perchè tu hai saputo starmi al fianco negli anni di bimba e di ragazzina in cui io mi sono formata come persona. Certo, poi son stati altri eventi a cambiarmi e a crescermi definitivamente, ma la base è quella. E la devo tanto a te :°)

Non giocavi con gli altri bambini se non facevano giocare anche me.
Uscivi con i tuoi amici diciottenni, e ti portavi dietro la tua tremenda sorellina dodicenne adolescente. Mi hai sopportata e supportata sempre. Grazie :°)
I giochi continuavano, da tavolo e videogiochi. Partite esilaranti a Robot Rally, risate infinite, partite a Tekken 3. Ancora ti arrabbi perchè noi smettemmo di giocare con te, dato che con Jin vincevi sempre X) quando lo racconti ti infervori tantissimo!!!

Dopo le Barbie e il “giocare a persone” mi hai introdotta al gioco di ruolo. Ricordi Yromra? E Biquiumin? come non pensare ogni volta con un sorriso a Navoi e Damson? :°) Volendo, si può dire che Alberto ed io ti dobbiamo molto: se tu non mi avessi condotta al gdr e a D&D, io non mi sarei mai iscritta a Dragon’sLair, no? ;)
L’elenco dei motivi per ringraziarti non può essere riportato tutto, sarebbe infinito…

E ora mi fermo un attimo e ti guardo, poco prima di partirmene per terre lontane.
Ti vedo felice, sorridente. Parli dei bimbi a scuola e ti illumini tutta. Fantastichi sul riuscire a giocare di ruolo via mail attraverso internet. Sorridi dicendo che mi verrai a trovare a Basaldella, mi rimbrotti che volevo partire per la mia nuova vita prima del tuo compleanno, mi proponi una partita a Singstar Queen in pausa pranzo, mi rubi il gelato ai lamponi e mi sgridi che me ne parto, mi prendi in giro sul conto dei bisnonni e citi con me a memoria film incredibili della nostra infanzia (ps.. il nome era “oscar” :D)
.. sei felice, sei sposata, sei luminosa. Lavori studi ti stanchi mugugni e affronti ogni giorno. Anche non vedendoci spesso, sei sempre con me.
Anche se vado lontana, mi sarai sempre vicina.
Parto serena, perchè ti so felice.

Ti voglio bene, Renata.
Buon compleanno, Pistillo :°)

Voi siete la mia luce.

Inconscio della Barda, Love, pensieri, Sogni, We Are F&B Commenti disabilitati su Voi siete la mia luce.

Come ben sapete e immaginate, questi ultimi giorni sono decisamente intensi, fitti di impegni e di cose da fare, e soprattutto ricchi di emozioni.
Come dicevo, ho cominciato pian piano a prendere consapevolezza di quanto implicato nel cambiamento e nella partenza anche per gli aspetti emotivi più concreti. Per esempio, in un flash a inizio mese, mentre ero con Alberto in un momento di tranquillità tutto per noi, ho capito quali sono le emozioni che attraversano i miei genitori per via della mia partenza! È stato decisamente intenso, come emozione, e un (bel) po’ commuovente…

Avendo avuto piuttosto presto la consapevolezza che sarei partita da Savona per andare da Alberto, è da parecchio tempo che mi accomiato dalla mia quotidianeità e dalla città. Mi è capitato più volte in questi mesi di fermarmi un attimo a guardare un panorama di Savona, con un sorriso, salutando dentro di me quei momenti e quelle immagini. È una cosa molto bella, perchè ti permette di dare più valore alle cose che di solito dai per scontate! Passi tutti i giorni, oppure semplicemente molto spesso, davanti a “cose belle” che ti hanno circondata da sempre. Neanche le noti più! Non alzi più lo sguardo, non ci fai caso.. invece così mi sono davvero gustata tutto. Il Priamar, le albe sul mare, i colori del tramonto nello scorcio del Letimbro, gli ultimi colori balenanti sull’assurdo Palazzo di Giustizia (…!), le piazze, le vie del centro, Via Pia e la Campanassa, il porto.. tutto questo rimarrà in me con i 26 anni trascorsi a Savona, e ne serberò un ricordo carissimo che verrà rinnovato a ogni mio rientro ^_^

Salutare le persone è diverso, e coinvolge una sfera emotiva molto più ampia. Ti rendi conto che certe cose, certi meccanismi, certe quotidianità che davi per scontate stanno per cambiare, e questa è un’emozione fortissima!
La cosa che mi ha colpita di più, però, è stata vedere l’affetto che mi lega e mi ha legato con tante persone. Anche in questo si sbaglia, perchè si danno per scontate troppe cose e non si dà abbastanza valore ai legami, ecco, o non ci si accorge di molti affetti. Tante volte ci lamentiamo per molte cose della vita, piccoli problemi o infelicità. Se solo invece ci fermassimo a pensare bene a quante persone abbiamo intorno, a quanti condividono in un modo o nell’altro la nostra vita, non avremmo MAI davvero il coraggio di dirci “tristi” o di dire “che giornata no!”.
E tutti, tutte le persone che mi stanno dimostrando da ormai qualche mese il loro affetto in maniera nuova, per via della partenza, mi stanno dando tanti sorrisi tanta felicità e tanta forza. Accorgersi di fare in qualche modo la differenza è una cosa straordinaria.. ho ricevuto gesti di affetto, auguri per la nuova vita, abbracci inaspettati, in bocca al lupo sentiti di cuore, davvero tanti gesti e tante emozioni buone da così tante persone amiche e conoscenti che non mi sarei mai neanche sognata di ricevere.. non so come spiegare, ma davvero. Tutti voi mi avete dimostrato così tanto affetto da farmi sentire unica e circondata di pensieri buoni, e questa cosa mi sta dando tanta forza! La forza per sorridere salutandovi, nonostante la lacrimuccia bussi per uscire, perchè so che tutto questo ora resterà con me per sempre. Ogni messaggio, mail, sms di saluto. Ogni sorriso e abbraccio di persona. Ogni regalino piccolo e grande per la partenza. Ognuna di queste emozioni ora è parte di me, e mi sono accorta del valore che ha e che ha già da molto tempo: perchè tutti voi siete parti di me, chi da più tempo chi da meno, chi più chi meno, ma tutti avete contribuito ogni giorno a rendermi come sono.
E se mi piace così tanto come sono, lo devo quindi anche a voi :°)

Ognuno di voi è un raggio di luce che mi colpisce; assorbo la vostra luce e la elaboro, e posso rimandarla fuori proprio come un prisma, trasformandola nel mio verde di mille sfumature, e senza tutte quelle luci la mia sarebbe ben più flebile e miserella. Brillo così tanto perchè ci siete tutti voi, TUTTI nessuno escluso. E tutti a modo vostro avete partecipato al mio conto alla rovescia, avete gioito con me e mi avete fatto forza quando ne avevo bisogno.
Non esistono parole per ringraziarvi, non le so trovare. Non ne esistono di adatte, quindi lascerò che siate voi stessi, leggendo quello che ho scritto, a immaginare le emozioni che mi pervadono mentre lo scrivo.
Spero di aver potuto rendere l’idea di quanto tutti voi siete importanti per me. Avervi vicini, tutti in ogni modo, mi rende davvero felice. Vi ringrazio, dal cuore.

E se tutti voi amici siete la mia luce tu, tesoro mio, sei il motivo grazie a cui io posso essere prisma. È stato nel 2005, quando sono andata in pezzi per la prima volta, perdendo un po’ il senso delle mie certezze, che mi sono ricomposta grazie a te. Ed è stato in quel momento che ho capito che il modo migliore per descrivermi era il prisma che riceve e diffonde la luce. In quel periodo mi sono ricostruita con il tuo aiuto, e pian piano un giorno dopo l’altro sei divenuto sempre più importante: sei diventato una delle mie superfici.
E io mi sentivo prisma, ricevevo e riflettevo la luce, ed ero contenta di com’ero. Ed era in gran parte grazie a te.
L’hanno scorso tutto è cresciuto, è evoluto, è cambiato: mi sono resa conto di quanto questo tuo essere parte di me fosse aumentato di importanza. Sono andata in pezzi di nuovo, e stavolta quelli che raccoglievo e ricomponevo erano già pezzi di prisma, e man mano che mi aiutavi tu a rimetterli insieme la luce brillava sempre più forte. E i raggi verdi si sono affiancati a nuovi luminosi raggi di luce rossa, e tutto è tornato a splendere come mai prima.

Grazie, amore mio. Perchè tu sei il mio motivo di vita, di gioia, di felicità. Sei il motivo per cui io mi alzo al mattino. Sei il motivo principale per cui sorrido e sono felice di come sono. Sei il raggio di luce principale che mi attraversa, e sei molto più di questo: ormai tu sei parte fondamentale e portante del prisma che sono io, e senza te tutto sarebbe buio.

E anche se mi fa effetto lasciare la mia città e la mia regione, anche se nel salutare amici conoscenti parenti provo un po’ tristezza, anche se piangerò un po’ domenica, non credere che io sia triste o preoccupata, nè che questo mi pesi. Sii sereno e felice con me, perchè nulla mi ha mai dato tanta forza e gioia come il primo grande passo che stiamo per compiere insieme.
Non dimenticare mai che io non vedo l’ora che arrivi venerdì: e che tu venga a prendermi. Non vedo l’ora che questo conto alla rovescia che abbiamo cominciato insieme mesi fa si concluda, e con la sua conclusione inizi finalmente la nostra vita insieme.
Perchè non ho mai aspettato nulla come sto aspettando questo weekend in arrivo, con così tanta gioia entusiasmo e aspettativa. Perchè non vedo l’ora di vivere finalmente insieme, di coronare questo nostro sogno che abbiamo così bene iniziato a tramutare in realtà. Perchè vivere è sempre stata una gioia e un’avventura stupenda, e da quando tu sei al mio fianco lo è ancor più di quanto mai avrei potuto sognare.
E voglio vivere con te, ogni giorno che potremo, e vivere con te tutta quest’avventura così magica e stupenda che si chiama VITA.
Ti amo, Alberto.

Fanciullino&Bimbaverde • L’ultimo weekend (prima della Friulanizzazione!)

Amici, Canti, Love, We Are F&B Commenti disabilitati su Fanciullino&Bimbaverde • L’ultimo weekend (prima della Friulanizzazione!)

E di rientro dall’ultimo weekend andata/ritorno, eccomi a raccontare di questi bellissimi e impegnatissimi giorni!
Ho preso il treno giovedì, il mio amico regionale delle 14.52, e sono partita subito con il piede sbagliato: il treno infatti aveva già un quarto d’ora di ritardo, e a Genova per casini di cui non era dato sapere i dettagli ci han fatti tutti scendere e cambiar treno.. insomma uno stress totale, ed ero già convinta di perdere la coincidenza. Il Potere del Mugugno però ha trionfato, e alla fine è andato tutto bene! Seppur con una corsetta ho preso il treno per Venezia Mestre, e alle 20.30 ero finalmente con Alberto :°)
Data la superbuona notizia che avevo avuto al mattino, avevamo voglia di festeggiare e abbiamo mangiato al CinoGiappo lì vicino, come le altre volte! I festeggiamenti, sia per quello sia soprattutto per la presa in consegna della casa sabato, sono stati rispettati con una cena luculliana e abbondante ;) Ma avendo la sveglia presto già venerdì mattina non ci siamo dilungati tanto, e presto ce ne siam tornati a dormire a Villa!

Venerdì abbiamo iniziato di buon mattino (buonissimo mattino, in effetti!), perchè dovevamo fare molte cose! Siamo passati da Nonna Livia, a salutare un po’ lei e Nando! Abbiamo fatto molte belle chiacchiere, e poi lei ci ha dato tante belle cosine per la casa (tra le varie dei piatti e delle posate davvero stupendi!!!), e siamo venuti via con il bagagliaio carico e molto felici ^_^
Ci siamo subito diretti in Viale Tricesimo, al Mediaworld! Abbiamo acquistato la lavasciuga, molto soddisfatti decisamente: sembra proprio mitica, spero di imparare a usarla presto e senza troppa difficoltà.. gli antinanoidi funzionano anche con gli elettrodomestici? :P
Due telefonate, per organizzare l’arrivo di lavasciuga/materasso/camera da letto, e via a pranzo! Abbiamo mangiato da RossoPomodoro, ed è stata una scoperta piacevolissima: la pizza (e anche il piatto di antipasti!) mi ricordava proprio quella di Napoli, squisitissima!!! *_*

Dopo pranzo abbiamo ancora avuto il tempo di fare il giro da Casa, e rifarci un po’ gli occhi (e vedere se ci serviva qualcosa ;)) e da Maisons Du Monde: è stupendo, quel negozio :) Forse abbiamo anche individuato il mobile per l’ingressino… ;)
Dopo aver acquistato un paio di cosinerie ci siamo diretti a Udine, per essere in zona Via Sarpi con un certo anticipo.. una foto per Bruno in piazza del Mercato Vecchio, di cui lui ricorda con nostalgia gli specchi deformanti che non ci sono più (qualche Udinese se li ricorda, mica?), e poi mi son diretta al colloquio che avevo alle 17.30! È stato molto interessante, ci risentiremo a inizio giugno quando sarò trasferita definitivamente per vedere di concretizzare le cose in una prova, e vedere come va ;)

A quel punto era parecchio tardi e siamo volati a casa a Villa per la cena! C’erano tante cose da raccontare e da dire con la mamma di Alberto, e così dopo cena abbiamo trascorso la serata insieme, a spuntare dalla lista le cose per la casa acquistate (ci hanno davvero aiutati tantissimo.. ormai siamo quasi a posto con tutto :°))! Alberto è anche andato a prendere il gelato, che peraltro era squisitittimo!!! ^_^
Stravolti, piuttosto a ora tarda, ce ne siamo andati a nanna…!

Sabato la sveglia è suonata di nuovo molto presto: alle 10 eravamo a Basaldella a incontrare la signora Emilia, che ci ha dato le chiavi della casa! Che emozione, finalmente!!! :°) Abbiamo subito cominciato a scaricare le scatolone che avevamo portato con noi, e già che avevamo ancora un’oretta ci siamo messi subito all’opera con le pulizie in cucina. Dopo una pausa per pranzare, in cui ci siamo cucinati la nostra prima pastasciutta nella nostra casina (emosssioooooneeee), sono arrivati anche lo Zio Gianni e il papà di Alberto: armati di tutto punto per i lavori da fare, sono venuti ad aiutarci a sistemare la camera da letto!!!
Loro tre si son messi a lavorare di sopra (c’era da togliere un accrocchio di fili elettrici che impicciava per l’armadio, e da far correre i fili sino alla porta, dove avrebbero poi montato l’interruttore della luce e i faretti!), e io mi son messa all’opera seriamente in cucina. Belin, se ce n’è da fare -_- purtroppo abbiamo scoperto con orrore nuove forme di sporco, che tutt’ora in parte sono laggià, a Basaldella, che anche ora ridono di me e attendono il secondo round :P
È stato un pomeriggio serratissimo, sino alle sette abbiam tutti lavorato tutto il tempo.. e poi stanchi ma soddisfatti ce ne siam venuti via, per ritornare poi l’indomani alle 8.30 ;)

Tornati a casa abbiamo avuto giusto il tempo per doccia e shampoo e poi siam corsi all’appuntamento con Ricky e Francesca, per una bella cena in Locanda tutti insieme ^______^ Adoro quel posto, slurp :9 Data la fame per via del pomeriggio da Cenerentola mi son presa la carbonara: è una bella sfida, lì in Locanda, e ce la stavo per fare.. ma gli ultimi due fili di pasta mi han sconfitta! ;)
Non contenti dopo una bella cena di chiacchiere ci siamo anche presi un gelato lì a Cervignano, in piazza.. che buono!!! È stata una serata piacevolissima, davvero rilassante :) Purtroppo anche questa volta Alberto ed io siamo venuti via presto: eravamo davvero stravolti per la giornata di duri lavori, e la sveglia delle 7 del mattino dopo non avrebbe avuto alcuna pietà di noi ;)

…e così è stato! Al suono della sveglia didomenica mattina io pensavo di morire :P
invece in qualche modo con l’aiuto del caffè alle 8.30 eravamo a Basaldella, pronti a continuare i lavori vari! I tre caballeri han finito la cameretta da letto, pronta ormai ad accogliere i mobili che arriveranno giovedì, e io ho continuato la lotta alla Cenerentola in cucina.. lavando anche e cominciando a riporre nella credenza i primi piatti & varie, così che da lunedì abbiamo già le cose di prima necessità pronte all’uso :)
Abbiamo traffficato serratamente sino a mezzogiorno e rotti, per poi venir via un po’ di corsa! Avendo il treno come sempre a Mestre alle 15.30, abbiamo avuto appena il tempo di mangiare con un attimo di calma, a pranzo con i genitori di Alberto.. e poi siam di nuovo dovuti saltare in macchina e partire!

È stato davvero un weekend molto impegnativo! Iniziare così di gran carriera tutti i lavori alla casa è stato emozionante, così come finalmente prendere possesso della BasalMansion :°) di cose da fare ce ne sono proprio tante, ma è divertente anche se faticoso: fare cose per se stessi e sistemare il proprio nido dà una soddisfazione indescrivibile :°)
Salutarci in stazione è stato meno triste del solito: nonostante sentiamo già la nostalgia (ed è passato solo un giorno!) ora è tutto più facile: venerdì Alberto verrà a Savona, e domenica ripartiremo insieme!!! Ci siamo, ormai ci siamo!!! :°)

-10 giorni alla partenza.

Canti, Inconscio della Barda, Love, pensieri 1 Comment »

A meno dieci Paola guarda il calendario e si stupisce.
Non può dire “beh guarda, alla fine questi mesi sono volati”, perchè NON è assolutamente così. Questi mesi sono stati lunghissimi, eterni. Però finalmente oggi lei guarda il calendario e nota che tra due settimane a quest’ora non sarà a Savona, bensì a Basaldella, nella nuova vita, in Friuli! Ogni volta che ci pensa per un attimo le manca il fiato per l’emozione.
Sta cominciando davvero a salutare tutti, sta cominciando davvero a capire che saluterà gli amici, la famiglia, la città e il passato di questi 26 anni, e domenica 23 volerà verso un nuovo capitolo di vita insieme ad Alberto :°)
L’idea è talmente inebriante da farle girare la testa, talmente grande da sopraffarla, talmente ignota da farle accelerare il battito del cuore, talmente avventurosa da farle mancare il fiato, talmente desiderata da commuoverla.

In questi giorni sta finalmente davvero prendendo consapevolezza di ciò che comporta tutto questo, e ne è davvero travolta (positivamente!): mille emozioni la attraversano ogni volta che ci pensano, ed è emozionatissima davvero :°)
Spesso le tornano in mente le parole di De Andrè di una delle canzoni che più le piacciono, che dicono “dove fiorisce il rosmarino c’è una fontana scura/dove cammina il mio destino c’è un filo di paura”.. perchè è la descrizione corretta di una delle emozioni che ha! In mezzo a tutta la gioia, l’aspettativa, la felicità, c’è anche la paura naturalmente! Ma è solo un filo: e lei se la immagina così, un filo in mezzo agli altri.. tanti fili colorati di spessori diversi, come di lana, che si intrecciano tra loro a formare delle bellissime corde, che lei usa per camminare sulla sua vita come un’equilibrista! Tutti i fili sono necessari, e si intrecciano tra loro a formare il passaggio su cui lei può posare i piedi, camminando un passo dopo l’altro. Un po’ come un ponte tibetano, avete presente? E ogni emozione è un filo: la gioia, l’entusiasmo, la curiosità, la nostalgia, l’energia, tutte! E sono tutte necessarie, tutte: compresa la paura: perchè sennò Paola si preoccuperebbe di star affrontando quella che è stata la decisione più importante della sua vita con troppa leggerezza, e allora si che ci sarebbe da preoccuparsi ;)

Così, a dieci giorni dal gran giorno, ogni tanto Paola si ferma un attimo, guarda il calendario quasi un po’ allibita, ancora un po’ incredula. Si ferma a pensare.. ripensa ad Alberto, agli ormai sei anni di amicizia e conoscenza, all’evoluzione vissuta l’anno scorso, a quest’anno insieme.. noi due, una coppia! Insieme, innamorati, felici.. ancora non ci crede quasi, a volte, e sorride gongolando al pensiero! E ora, pensare casa nostra, pensare alla vita insieme, la inebria e la riempie talmente tanto di energie che le pare di scoppiare!
Oggi in palestra le hanno chiesto “sei felice?” e lei pensava, rispondendo “si!!!” che il sorriso che le si è formato sul volto avrebbe potuto spaccarglielo in due, da tanto era ampio e pronunciato: si sentiva molto lo Stregatto ;)

Sul lavoro si confonde spesso: parla con Bruno di un logo e dice “lo sposto in questa cartella, così le prossime volte sappiamo già dov’è e non diventiamo matti a cercarlo”, e poi si corregge e dice “tu saprai già dov’è e non dovrai cercarlo…” e sorridono insieme all’idea, ancora un po’ strana, che questi sono gli ultimi giorni di lavoro fianco a fianco!

A meno 10 giorni Paola è felice come non mai: perchè come ha sempre detto, “quando si arriva al -10, poi il conto alla rovescia sembra andare più veloce, improvvisamente!” :°)

L’Ultimo Weekend

Amici, Canti Commenti disabilitati su L’Ultimo Weekend

Il weekend appena trascorso era l’ultimo dei miei weekend Savonesi. Il prossimo andrò da Alberto, partendo già giovedì perchè ho un colloquio a Udine venerdì! E il weekend dopo.. beh è il weekend della partenza ^_____________________^
È stato un weekend decisamente intensissimo e pieno di cose da fare, per cui domenica sera ero decisamente stravolta.

Venerdì sera ero un cadavere ambulante: la giornata lavorativa era stata un vero incubo (e oggi siamo sulla stessa riga, purtroppo), e io ero stremata.. ma la cena con amici mi ha risollevata un sacco :) Abbiamo mangiato da Ian V2.0 con Sassa, Marzia, Laura, Giada e Maro e Chiara!!! Sono stata felicissima di rivedere soprattutto loro due, che in questi lunghi mesi non avevo mai potuto reincontrare dall’ultima (e unica!) pizza insieme :) Senza contare che lei è venuta lo stesso a cena pur non amando la cucina cinese.. grazie ancora Chiara carissima, mi sdebiterò un giorno quando verrete a trovare Alberto e me, preparandoti una cena con i fiocchi con tutte le cose che ti piacciono di più!
È stata proprio bello mangiare tutti insieme e chiacchierare: alla fine salutare Maro e Chiara mi ha un po’ immogita, perchè io son fatta così e i saluti mi commuovono.. ma faremo in modo di rivederci, dopotutto, e di tenerci in contatto :°)

Sabato la giornata che mi attendeva era stupenda e desideratissima, così quando luce/rumori in casa/pensieri mi hanno reso impossible il dormire, il che è avvenuto tristemente troppo presto rispetto a quanto avrei voluto, ho ceduto e mi sono alzata. Ho trafficato ad alcune delle mille cose che sto cercando di finire in tempo, e poi mi sono avviata in stazione: dove Elisabetta ed io avremmo preso il treno di mezzogiorno per Genova Brignole, per iniziare il nostro sabato per negozi insieme!!!
Il viaggio in treno in due, chiacchierando, passa proprio in fretta ;) In un attimo eravamo a Genova, dirette verso il McDonald: decisamente un inizio insano ma goloso! ;) dopo aver pranzato lì, ci siamo buttate a capofitto nello shopping, Betta mi ha portata in tutti i suoi negozi preferiti della zona di Via XX e ci siamo davvero divertite un mondo a girare insieme da uno all’altro! Io verso le quattro e mezza ero davvero stravolta: non ho più il fisico per giornate del genere (sempre se l’ho mai avuto!); ci siamo prese una pausa con un amico alla Feltrinelli, giusto il tempo di un caffè, un thè e una tisana alla rosa, qualche battuta e molte risate, e ci siamo poi avviate verso la stazione per il rientro…
Prima di ripartire però ho proposto una cosa.. una stupidaggine, ma bellissima, che mi è venuta in mente grazie ad Alberto: Betta ha accettato subito, così prima di prendere il treno del ritorno ci siamo infilate nella cabina fotografica e ci siamo fatte un autoscatto ricordo di questa giornata stupenda!!! È davvero una sciocchezza, ma bellissima: rimane un ricordo stupendo, da conservare nel portafoglio ;)

Il viaggio in treno, insieme ascoltando musica, stravolte e stanche ma molto felici, è volato in un attimo! Tornata a casa me ne sono rimasta lì per il resto del sabato sera: ho fatto un po’ delle mie cosinerie, e poi ho fatto l’errore di iniziare a svuotare i cassetti: alle undici ero in mezzo alla stanza come un naufrago in mezzo all’oceano, dispersa nel caos e tra gli oggetti :P Ho più o meno inscatolato l’inscatolabile, e son crollata addormentata.. Non sapendo che la domenica che mi aspettava sarebbe continuata sulla stessa linea ;)

Domenica
infatti ho iniziato la giornata di buon mattino: alle nove e venti ero in Via Venezia a controllare con la mamma le ultime cose da inscatolare, a chiudere le ultime due scatole aperte e a prendere quei due o tre vestiti che avevo lasciato lì già da questa estate.. E tornata a casa a quel punto ho continuato su quella riga: fatto sta che alle quattro e mezza mi è stato chiaro che non ne sarei uscita a breve, e ho dovuto per amore della buona pace familiare saltare la lezione di danza (sigh, la penultima occasione che avrei avuto di andare a ballare..). Sembrava impossibile essere così in difficoltà, considerando che sono tre mesi che inscatolo roba x_x

Ho fatto davvero un lavorone, e ora sono rimasti da mettere in assetto da trasloco solo gli oggetti di uso quotidiano che sono sugli scaffali, e le scarpe e i vestiti. Lì è dura perchè sinchè si rimane in questa stagione del piffero, che un giorno piove e fa freddo e il giorno dopo sembra estate, si spazia al maglione+stivali alla canotta+ballerine, e non so davvero come uscirne se continua così @_@ sembra una sciocchezza ma mi sta rendendo più difficile il compito di capire cosa portarmi dietro per il periodo dal 23 maggio al 18 giugno :P

Decisamente domenica è stata stravolgente e un po’ pesante come giornata: se la mia Betta non mi avesse portata a svagarmi sabato, probabilmente questo weekend mi avrebbe totalmente distrutta X)

-15 giorni alla partenza.

Canti, Inconscio della Barda, Love, pensieri, Sogni Commenti disabilitati su -15 giorni alla partenza.

A quindici giorni dalla partenza, Paola si sente molto un incrocio ibrido tra Gigi la Trottola e la Campionessa Mondiale del Tetris. Ha sempre tantissimo da fare, e lo fa continuamente, e quando sta finalmente finendo o archiviando alcune cose se ne inventa altre mille nuove!!!

Per quanto riguarda il blog, per esempio, aveva programmato di fare un post ogni cinque giorni con il Friulan Countdown, ma decisamente non ce l’ha fatta. E così scrive con già il -15 nell’oggetto ;)
Sta scrivendo meno di come facesse una volta, ma è normale: troppe cose da fare, e sempre meno tempo per farle ^_^ Comunque cercherà di scrivere ancora un po’, prima di partire, ovviamente! E l’idea è di poi assolutamente continuare ad aggiornare il blog da Basaldella, naturalmente: sperando di avere presto il collegamento internet che lo permetta ;)

Per quanto riguarda la palestra e l’alimentazione, Paola sta vivendo un momento turbolento! Alla normale pigrizia da palestra si è aggiunto l’avvicinarsi della pausa forzata per trasferimento+estate, e lei è divenuta latitante.. cercherà di andare i prossimi due mercoledì per fare le ultime due lezioni di step e salutare il gruppo con cui negli ultimi tre anni ha condiviso fatica, sudore e risate.
Dato che la data della partenza incalza (^____^) Paola sta cercando di combinare di incontrare tutti gli amici possibili per salutarli tutti, almeno una volta, mangiando insieme (prevalentemente cene). Direi che sta battendo ogni record, perchè essendo nel giro di amici gettonatissimo il Ristorante Sol Levante (rinominato “da Ian versione 2.0”) tutti le chiedono di andare lì: negli ultimi 16 giorni ha cenato al ristorante Cinese 6 volte O_o Crede che presto raggiungerà il Nirvana, o digievolverà in Involtino Primavera.
Si chiede con preoccupazione quanto tempo ci metterà questo regime alimentare assurdo unito alla latitanza da attività fisica costante a renderla una enorme palla di lardo, e occhieggia preoccupata la bilancia traditrice, temendo di pesarsi..
A parte l’aspetto alimentare, questo porta Paola ad avere da una settimana a questa parte quasi ogni giorno almeno un appuntamento con un amico/un’amica/amici: la sua vita sociale non è mai stata così intensa ;) Si ritiene che se riesce a reggere questo ritmo nei prossimi 15 giorni potrà salutare praticamente tutte le sue amicizie di Savona prima di partire.

Le scatole procedono. Paola ringrazia tutti coloro che, solleciti, le chiedono novità su questo lato dei suoi impegni e hanno consigliato almeno in un’occasione dove e come procurarsi nuove scatole. Dopo aver finito le scorte martedì, ha fatto ricco bottino mercoledì sera.. ma le scatole non bastano mai: cerca sempre nuove scorte!

Sotto il profilo del progetto C.C.P.P. CheckUP Completo Prima della Partenza, dopo un marzolino impegno di giro di visite che l’hanno portata dal medico alla dottoressa, dall’ottico agli esami del sangue di controllo, si è seduta sugli allori e si è impigrita.. ritrovandosi solo ieri mattina attaccata al telefono a implorare il dentista e il dermatologo di darle un appuntamento per la visita di controllo prima del 21 del mese -_-°°°° Mentre le consegnavano il Darwin Awards di latta, lei segnava gli appuntamenti per lunedì 17 e giovedì 20, sentendosi cretina ad essersi ridotta all’ultimo e sperando che le due visite si rivelino standard: se le trovano una carie adesso son volatili per diabetici :P

E già che non ha niente da fare, oggi va pure dalla parrucchiera a sfoltire l’ingombrante e sempre più lunga criniera :P

L’umore veleggia tendenzialmente a gonfie vele! Le grane soprattutto nell’ambito economico/lavorativo continuano a piovere, ma in qualche modo stanno pesando un po’ meno sull’umore. Forse perchè ormai ci ha fatto il callo, forse perchè ora che il traguardo è vicino tutto il resto sono dettagli ;) Lavoro non ne ha ancora trovato, però ha un nuovo colloquio venerdì 15, quindi cerca di star su di morale: anche la disoccupazione, dopo un periodo frenetico come gli ultimi mesi, ha i suoi lati costruttivi e vantaggiosi! Soprattutto se combacia con un trasloco di così alta portata, dopo il quale avere più tempo libero potrebbe voler dire dedicarsi meglio e con più calma ad ambientarsi nella nuova vita ^________^
Quindi ora la felicità e l’ottimismo la fanno da padroni, e Paola riesce ad essere se stessa: e quindi a vedere il lato positivo di ogni cosa e di ogni situazione le si prospettino, ed è molto contenta di questo :)

La iperattività cricetica è tragicamente aumentata, negli ultimi 15 giorni.
C’è stata una settimana in cui Paola si dedicava quasi al 100% al progettino di un regalo speciale per il primo anniversario, che lei e Alberto festeggeranno il 31 maggio prossimo.. Festeggiare il primo anno insieme già nella casa nuova è una cosa che mesi fa non avrebbero neanche osato sperare, e ora che è possibile meritava davvero un regalo specialissimo. News su questo verranno rivelate solo dopo la data suddetta: al momento esclusivamente Joram sa di cosa si tratti ;)
Terminato il progetto regalo, in corso ce n’erano almeno altri due relativi a cose varie per sè o per amici.. sentendosi evidentemente disoccupata (e avendo dei disordini mentali di cui prima o poi è meglio se parla a un medico..) Paola se n’è inventati altri, che scrive ogni volta che le sovvengono sulla sua agendina rossa e verde.. e così le cose da fare aumentano costantemente ^_^°°°°

Quantomeno ora può spuntarne una: post del -15 giorni sul blog: fatto!
;)

Fanciullino&Bimbaverde • Weekend del 1°maggio

Amici, Canti, Fotografie, Love, We Are F&B Commenti disabilitati su Fanciullino&Bimbaverde • Weekend del 1°maggio

Dato che quest’anno il 1° maggio, sfortunatamente, cascava di sabato impedendo un ponte un po’ serio, Alberto ed io abbiamo dovuto accontentarci del weekend un po’ striminzito insieme, traendone però il meglio possibile :D
Essendo il compleanno di Donato abbiamo optato per trascorrerlo a Savona, in appoggio in Via Venzia come sempre :)

Finalmente durante il viaggio di andata Alberto non è più stato flagellato dalla neve, come era successo per tutti i viaggi invernali: giusto un po’ di pioggia, per non perdere l’allenamento, ma senza gravi rallentamenti! A parte che Savona era nel pieno delirio del venerdì sera, quando lui è arrivato, ma abbiamo avuto una fortuna talmente sfacciata da parcheggiare subito sotto casa: roba da non credere :D

Venerdì sera, vedendoci finalmente intorno alle sei, abbiamo avuto tanto bel tempo per rilassarci insieme anche prima di cena! Alberto mi ha fatto un regalo stupendo e dolcissimo, un portachiavi (magari per la basalmansion, chissà…!!! ;)) a forma di volpino: è meraviglioso, ed essendo legato a Basaldella ha subito preso il nome di Basilio :°) seguirà spero documentazione fotografica :D
Io ero decisamente uno straccio. La settimana era stata massacrante e il venerdì pure peggio, una giornata che avrebbe fatto invidia a Paperino (che infatti mi ha mandato i suoi omaggi, perchè evidentemente avendo così tanta sfiga io la levavo a lui :D), ma la cena insieme e la stupenda serata mi hanno permesso, finalmente, di rilassarmi!

1maggio2010 006Al risveglio (in taaaarda ora!) di sabato mattina eravamo un po’ conciati: un giradito per Alberto, e un rinnovato maldigola con tosse (che mi porto dietro ancora adesso, aiutoooo) per me ci rendevano decisamente poco reattivi: inoltre il tempo brutto, ventosissimo e scuro, e pure un po’ freddo, ci hanno smontato il progetto di “merendino in giardino” che avevamo con amici :°(
Così ce ne siamo rimasti a casuccia, da bravi “ravattini”. Ci siamo guardati Quando la moglie è in vacanza, e le Tagliatelle suonate al pianoforte hanno assunto un nuovo intrigante significato anche per Alberto :D, e poi siamo usciti a pranzo a cercare qualcosa da mettere sotto i denti, dato che la dispensa era totalmente vuota, e abbiamo testato il kebabbaro di Corso Ricci: tutto sommato passabile, di per sè come qualità, ma molto bello e divertente come pranzo per noi due ^_^

Nel pomeriggio ci siamo dedicati al relax/svacco totale, secondo i nostri migliori canoni (elaborati dopo lunghe sperimentazioni alla ricerca della cosa più sbulaccosa possible 8) ) per riprenderci un po’.. iniziando a vedere Le Streghe di Eastwick :)
1maggio2010 011Giunta l’ora di prepararci per la serata abbiamo interrotto il Cinema F&B e abbiamo raggiunto gli amici all’Assassino, per festeggiare il compleanno di Donato!!! ^_^ Tra l’altro era un sacco che volevamo tornare a cenare lì.. ed essendo inguaribili romanticoni (e golosastri) abbiamo preso i pansotti al sugo di noci, dividendoceli in due, come quella prima volta nel 2005! :°) È stata una bellissima serata, e poi ci siamo spostati tutti -Laura Mattia Rita Renata e Donato Alberto ed io- in gelateria, dove ci siamo strafogati di gelato (piangendo poi TUTTI lacrime di coccodrillo perchè avevamo esagerato!) :)
Ci siamo davvero divertiti, ed è stato bello trascorrere una serata tutti insieme!

Domenica mattina abbiamo poltrito, ma non eccessivamente come altre volte ;) Dopo una bella colazione ci siamo rimboccati le maniche: abbiamo caricato la Gigia con molti scatoloni (prendendo così tutti quelli che mamma voleva che traslocassimo noi personalmente, dato che contengono preziosità!), e devo dire che dato che per una volta avevamo il parcheggio davanti al portone è stato meno faticoso.. però con tutte le scatole che per un motivo o per l’altro ho già portato su e giù da Via Venezia non ne posso davvero già più :P e siamo solo all’inizio!!! ;)
E poi ce ne siamo andati a pranzo su dai miei, per un tranquillo momento in famiglia: è stato molto bello e molto piacevole, ma le ore corrono via e già Alberto doveva partire :°( il malessere quasi influenzale che maldigola e tosse mi portavano ha reso la partenza, sotto la pioggerellina, più triste e mogia del solito. Mi sentivo davvero abbacchiata vedendolo andar via. Ma tiriamoci su il morale: è stata l’ultima visita Ligure di Alberto in cui riparte da solo: quando verrà a prendermi nel weekend del 21 maggio, quella domenica ripartendo mi porterà via con sè!!! :°)