Ponte del 17 febbraio • mamma e papà in visita!

Canti, famiglia, Love, We Are F&B Commenti disabilitati su Ponte del 17 febbraio • mamma e papà in visita!

Gorizia Marzo 2011 (5)Con l’occasione del ponte del 17 marzo mamma e papà sono venuti di nuovo a trovarci qui a Basalmansion :) il 18 marzo è festa patronale di Savona, così hanno avuto quattro giorni per venire su e stare un po’ con noi. Siccome non venivano a trovarci qui da quando siamo andati a Salisburgo insieme siamo stati proprio felici di preparare la loro cameretta e di aspettare la loro visita :D

Giovedì mattina ci siamo alzati di buon’ora sapendo che loro sarebbero partiti da Savona presto per arrivare da noi a pranzo: e hanno battuto ogni record, arrivando a Basadella a mezzogiorno e venti (guidati dal loro Tomtom nuovo di pacca preso per l’occasione!). Ritrovarci è stato davvero bello! Abbiamo mostrato loro le ultime novità/migliorie della casetta: i rubinetti nuovi e l’acqua che finalmente ha una pressione energica, le piante e i sottovasi, la porta nuova.. tutte le cosine piccole e grandi che continuamente cambiano e migliorano qui in Basalmansion :)
A pranzo abbiamo festeggiato l’essere insieme mangiando in sala, degustando le ottime salsicce prodotte dal nonno di Alberto accompagnate dalla brovada della zia Anna, e chiacchierando molto! Siamo rimasti a chiacchierare nel primo pomeriggio accomodati comodamente sul divano e sulle poltrone, e dopo aver mostrato a mamma e papà qualche breve filmato dello Sri Lanka (che sto finalmente cominciando a montare) ce ne siamo usciti. La meta era Gorizia, che volevamo visitare nonostante il tempo ancora un po’ fetente e piovoso.
All’arrivo al Castello di Gorizia abbiamo potuto fare i biglietti e visitarlo: non avevo mai visitato i suoi interni e devo dire che per il modico prezzo di 3 euro vale la pena; è grazioso e interessante, gli allestimenti sono curiosi e carini e la visita è decisamente nel complesso gradevole :) Purtroppo il tempo non ci ha graziati ed è ricominciato a piovigginare proprio quando, usciti dal castello, ci siamo avviati a visitare a piedi il borgo sottostante.
Avevamo parecchio tempo ancora prima della cena, quindi abbiamo aperto gli ombrelli e ci siamo avviati a passeggio per la città. Decisamente il responso su Gorizia non è dei più positivi.. vuoi per la pioggia, vuoi per la giornata di festa, ma la città era spenta buia e semi deserta. E’ stato davvero un giro un po’ triste, privo di grandi attrattive eccezion fatta per un bellissimo negozio di dolciumi!

Venezia Marzo 2011 (34)A cena ci siamo spostati in Slovenia, per mangiare nel ristorante che ci han fatto conoscere tempo fa Ricky e Francesca, il Zogica: abbiamo un poco penato per raggiungerlo, sbagliando strada e chiedendo indicazioni a un gentilissimo signore, ma ne è valsa la pena! Abbiamo cenato squisitamente, anche se io ho fatto proprio indigestione XD

Venerdì 18 Alberto ed io abbiamo lavorato, ma io ho potuto pranzare con mamma e papà: sono venuti sino in Città fiera apposta per vedermi, e abbiamo mangiato insieme. Mentre il lavoravo nel pomeriggio (e che pomeriggio è stato!!!) loro hanno girellato per il centro commerciale, mentre al mattino erano andati a Cividale ^_^
A sera ci siamo tutti ritrovati a casa: abbiamo cucinato la cena per il giorno seguente, in modo da avere tutto pronto al ritorno dalla nostra gita a Venezia che era in programma a dispetto del maltempo, e dopo aver cucinato tutti insieme chiacchierando ce ne siamo andati a cena fuori: siamo andati al Contadino, dove eravamo già stati a giugno in occasione della prima visita di mamma e papà. Come sempre abbiamo cenato benissimo! :°)

Sabato 19 marzo era il gran giorno della Gita a Venezia, richiesta dalla mamma da tempo e da tutti desiderata con grande aspettativa. Dopo la settimana di piogge intense io pregavo da giorni per avere una bella giornata di sole in occasione della visita a Venezia.. e tutto sommato è andata bene :)
Autoscatto Marzo2011 (1)Siamo partiti di buon mattino con un tempo buon in Friuli e orrido in Veneto. All’arrivo a Venezia era nebbiosissimo e tetro, ma con il proseguire delle ore piano piano il cielo si è aperto e abbiamo avuto anche qualche raggio di sole :D Ci siamo proprio divertiti: abbiamo girellato tutto il giorno, passeggiato in lungo e in largo per Venezia e chiacchierando, scattando anche qualche bella foto e trascorrendo davvero delle ore felici ^_____^ Abbiamo fatto sosta per pranzare, nel pomeriggio per prenderci una cioccolata calda, presso vari negozi di maschere per curiosare le più belle e meglio realizzate, nelle piazze e presso i monumenti: insomma ce la siamo proprio spassata!

Verso sera poi, con la mente piena di immagini di maschere colorate e variopinte, siamo rientrati a Basaldella a prepararci per la serata: ci hanno raggiunto a cena i genitori di Alberto, per ritrovarci finalmente di nuovo tutti insieme! La serata è andata davvero benissimo. Abbiamo chiacchierato a lungo, mangiando insieme e divertendoci molto, e abbiamo finalmente anche fatto un bell’autoscatto tutti insieme! Il primo! Abbiamo così ora la prima foto non artefatta in cui siamo tutti e sei insieme ;D

E’ stato davvero un weekend molto bello. Oggi, domenica, mamma e papà sono già dovuti ripartire: le ore volano davvero troppo veloci! Bisognerà che venga luglio perchè possano venire di nuovo a trovarci, ma nel frattempo scenderemo a Savona noi per la nascita del Tocchino ;)
Comunque, è stato davvero tanto tanto bello averli qui in casa, chiacchierare, cucinare, mangiare insieme, girellare e condividere cose belle… :°)

Weekend febbricitante, riflessioni febbricitanti.

Canti, Inconscio della Barda, pensieri, Sogni Commenti disabilitati su Weekend febbricitante, riflessioni febbricitanti.

Ci sono cose che a volte accadono impreviste, completamente inimmaginabili, e magari un po’ tristi. Quelle cose che senti dire che accadono sempre e non ti immagini accadano a te, che sembrano un po’ squallide, che lasciano l’amaro in bocca.
La cosa buona di queste situazioni è che nulla è irrisolvibile. Negli anni ho maturato la seguente convinzione: nulla è irrimediabile tranne la morte, e da allora spesso sono più serena nell’affrontare certi ragionamenti.
L’unica cosa buona di questa cosa che è successa ora è che mi dà un motivo ulteriore di orgoglio. Di orgoglio per le persone a me più care, per i miei genitori, di orgoglio per come sono, per come ragionano, e per quello che hanno fatto per me. Perchè di giorno in giorno sono sempre più fiera di essere loro figlia e di come mi hanno cresciuta, perchè riscopro i valori che per me sono i più importanti e riscopro che sono gli stessi loro, e capisco quindi che senza impormi mai niente sono riusciti a fare di me una persona equilibrata, una persona onesta, una persona giusta.

A parte queste riflessioni febbricitanti, che non capirà praticamente nessuno, ecco l’aggiornamento del weekend. Mi siedo ora al pc con l’occhio lucido e la mente stanca, mentre Alberto è fuori a prendere le pizze per cena. Ci regaliamo il vizio di una pizza-soia (gnam) per consolarci del weekend malaticcio che abbiamo avuto, iniziato venerdì sera con la seguente piccola odissea:

  • l’idraulico mi dice che sarà a casa alle 1730. Per poter essere a Basaldella a quell’ora esco dal lavoro un’ora prima
  • alle 16.30 esco dal lavoro con il senso di colpa di andare via prima
  • alle 17.00 attendo inutilmente l’autobus numero 3 per andare a Basaldella, al freddo in strada, sentendomi già l’influenza arrivare
  • alle 17.20 scopro che c’è sciopero degli autobus
  • alle 17.30 scopro che l’idraulico tanto “ne ha ancora per mezz’ora poi arriva”
  • rimugino scocciata sul fatto di essere uscita prima dal lavoro per niente, mentre avrei potuto far molta più bella figura rimanendo lì a lavorare, cacchio
  • alle 17.40 prendo un taxi per arrivare a casa, sto troppo male per stare in strada senza sapere quando e se verrà un autobus a prendermi
  • alle 19.20 chiamo l’idraulico per sapere se verrà o se è successo qualcosa
  • alle 19.30 arriva l’idraulico
  • alle 20.30 va via l’idraulico per tornare l’indomani
  • l’influenza incalza.

Sabato mattina alle 9.00 arriva l’idraulico e va via alle 10.40 lasciandoci con la pressione dell’acqua finalmente forte come in una casa normale, tutti i rubinetti aggiustati, due rubinetti nuovi, il sifone della cucina nuovo. Pochi soldi di parcella, felici e soddisfatti.
Intorno all’ora di pranzo il malessere influenzale incalza, e dopo aver visto Wasabi Alberto ed io andiamo a letto.
Alle 17.00 crolliamo addormentati a letto, per svegliarci l’indomani alle 8.00 del mattino! *belin!*

Nonostante le molte ore di sonno sono ancora stravolta, ho la temperatura alta rispetto al mio solito (36.7 invece del mio normale 35.8), gli occhi lucidi, i dolori articolari e il malessere di debolezza. Dormicchio nel pomeriggio, mi risveglio a sera e capisco che non è detto che sia il caso che io domani vada al lavoro.
Darn.
Io ODIO stare male, e mi scoccia anche non andare al lavoro: mi piace quello che faccio, mi sta piacendo da matti lavorare in JiT e mi diverto ad andare lì tutti i giorni.
Uffi.

Weekend carnevalesco.

Amici, Canti, Festa, Love, We Are F&B Commenti disabilitati su Weekend carnevalesco.

Questo weekend è stato bellissimo, soleggiato, rilassante e felice :)
Ci siamo svegliati sabato con tranquillità, dopo una succulenta sessione di D&D nella quale ho tirato giù un drago d’oro a blastate, riscattando la triste fama del mio inutile wu jen e facendo faville -seppur di ghiaccio sempre faville sono ;D
Avevamo in programma di andare a Udine per commissioni e così abbiam fatto: siamo usciti con calma, arrivando in città intorno alle undici e mezza sotto un bel sole tiepido, e abbiamo girellato sbrigando tutte le cosine che avevamo da fare. Abbiamo comprato il nostro primo regalo di quasi-zii per il tocchino, abbiamo cercato senza successo i coloranti per alimenti (che ho trovato poi ieri al città fiera..), abbiamo comprato delle bellissime camicie e delle scarpe, e abbiamo girato per i banchetti della fiera Maschere e delizie da tutto il mondo (che era un po’ scarna in effetti, però comunque simpatica). Poi ci siamo regalati un delizioso aperitivo-pranzo dal Cappello, che mi piace proprio da matti come locale: le tartine sono squisite :9
Ripartiti dal centro Udine siamo andati a fare la spesona al Lidl e poi finalmente siamo tornati a casa, dove abbiamo potuto spaparanzarci per il resto del pomeriggio! Abbiamo stirato guardandoci Il Buono, Il Brutto e il Cattivo, film che io adoro e so praticamente a memoria, e poi ci siamo cucinati una cena spettacolare: finocchi al forno, secondo la ricetta di mamma Orlanda, e ratatouille secondo la ricetta del libro delle fate! Gnam!!!

Dopo un sabato così rilassante ci siamo svegliati domenica di buon’ora, affrontando una mattinata tranquilla pronti al bel pomeriggio con amici che ci aspettava: su invito di Ricky e Francesca siamo andati a Cervignano a vedere la Sfilata dei Carri di Carnevale; prima abbiamo girellato per il mercatino dell’usato che si svolgeva in piazza, e poi ci siamo schierati nell’attesa del passaggio dei carri. E’ stato davvero molto molto carino! Alcuni erano proprio belli, e originali, anche se i migliori sono stati due ragazzi che hanno sfilato con il costume da omino del lego *_* troppo forti! :)
Finita la sfilata siamo tornati a Villa Ricky e abbiamo giocato a Munchkin Booty sorseggiando tisana (mmm buonaaaaaaaaa!), aspettando l’ora di cena per andare fuori di nuovo insieme! Abbiamo anche fatto un partitone al Trivial Pursuit uomini VS donne, e ci siamo proprio divertiti! :D è stato un pomeriggio fantastico!
Abbiamo cenato al Levade (mi pare si chiami così..!) e io ho scofanato una porzione gigante di salame all’aceto, che mi ha causato un’indigestione con conseguente sete perenne intoglibile nottetempo! X) ma ne valeva la pena!

Un bellissimo weekend di Carnevale, davvero ^_______________________^

D&D – Viaggio, Sole Nero e orrore in battaglia.

Amici, Canti, Dungeons And Dragons 1 Comment »

Enjoy!

Il documento in pdf da scaricare per leggere con maggiore comodità il diario è il seguente: D&D_Diario 003

D&D_Diario 003a

D&D_Diario 003b

Voglia di weekend :)

Canti, Inconscio della Barda, Love, Sogni, We Are F&B Commenti disabilitati su Voglia di weekend :)

Questa settimana è veramente volata via rapida! L’inizio è stato tosto: i primi giorni ho avuto qualche grana e parecchi pensieri dovuti a problemi e strascichi, e ne sono rimasta un poco sballata. Mi pareva sempre di essere indietro di un giorno o due: avete presente quando è martedì ma per qualche motivo a voi sembra che debba essere già mercoledì o giovedì? Fastidiosissimo!
Poi sono iniziati giorni molto impegnativi al lavoro: un sacco di richieste da gestire, abilità multitasking da sviluppare e capacità da affinare, e le ore sono volate via rapide distraendomi dai pensieri e permettendomi di concentrarmi al 100% sul lavoro! E’ stata una settimana fitta, impegnativa e di grandi grandissime soddisfazioni :D sono proprio contenta ^____________^

Giovedì -ossia ieri- poi in un momento di epifania mi sono accorta che era già giovedì, la sensazione di essere un giorno avanti era passata e come per magia mi sono ritrovata a un passo dal weekend, con all’attivo molte belle cose: due splendide serate casalinghe con Alberto, durante le quali abbiamo riguardato La Tigre e il Dragone, film che io adoro, e guardato molte puntate di Fringe, che mi sta piacendo un sacco; una bella sessione di D&D conclusa con un combattimento bello soddisfacente contro dei costrutti creati per ucciderci che mi hanno lasciato in dono uno splendido spadone a 2 mani nuovo di pacca; un aperitivo con l’amica Paola che non vedevo da ormai un mese: un momento di pausa in pub insieme, dopo aver curiosato le collezioni di vestiti primaverili, ci voleva proprio! Insomma una settimana ottima davvero :)

E altrettanto ottimi i programmi per i prossimi giorni: sotto il sole di oggi si pranza al Zushi con l’amoremio; stasera D&D per sgranchire un poco le dita anchilosate del mio WuJen, lanciando un po’ di “evocarapanelli e controllazucchine” per sconcertare i nemici; domani un giretto a Udine per commissioni: libri, camicie, forse scarpe, il regalo per il “tocchino” in arrivo, e magari un giretto nella fiera Maschere e sapori da tutto il mondo; spesa per rimpinguare la dispensa e poi pomeriggio di relax e serata in casa tranquilli: ho voglia di cucinare le crepes salate! :9 Domenica invece andremo a Cervignano con Ricky e Francesca alla “sfilata dei carri mascherati allegorici a Cervignano”: solo l’idea mi gasa tantissimo, ne ho un sacco voglia! :D sono curiosissima e poi io adoro il carnevale ^__________^

Ho voglia di weekend: ed è ormai alle porte, evviva!!!
Buon weekend a tutti :)