Miao miao miao… Fanciullino&Bimbaverde e i gatti

Canti, Love, Sogni, We Are F&B 1 Comment »

Sin dal mio compleanno a luglio il discorso dei micini è rimasto un tema costante mio e di Alberto. Abbiamo cominciato a guardare Basalmansion con gli occhi di un gatto, valutando gli spazi, le mensole, gli angolini che potrebbero ospitare cucce, fontanelle d’acqua, ciotole, tiragraffi, insomma abbiamo cominciato a prendere la cosa proprio sul serio!
A metà agosto i discorsi hanno preso sempre più concretezza, finchè abbiamo iniziato a raccogliere numeri di telefono e a segnarci annunci di persone che regalano micetti.

IMG00298-20110908-2042Abbiamo creato l’identikit ideale dei due gatti per noi, le cui caratteristiche avrebbero dovuto essere: due femmine, o un maschio e una femmina; micini della stessa cucciolata, quindi già abituati a vivere insieme sin dalla nascita; sani; gatti di appartamento, quindi non abituati a spazi aperti verdi, alberi, prati e libertà che noi avremmo tolto loro chiudendoli in appartamento; vivaci e curiosi, abituati a giocare insieme, e non “timidi” all’eccesso o fifoni; età almeno 12 settimane (la Vicky Halls spiega che in 10-13 settimane imparano dalla mamma tutto quanto sia importante per una corretta formazione del carattere dell’individuo, come ad esempio i comportamenti sociali e relazionali gatto-gatto e gatto-uomo); abituati a essere presi in braccio e “manipolati” da almeno 3-4 esseri umani differenti.
Una bella lista di prerequisiti ne? ;)
Poi ovviamente c’erano preferenze su razze e colori.. a un certo punto è sembrato che potessimo prendere una certosino stupenda, e a un certo punto una che sembrava una RagDoll stupenda.. ovvio che ci abbiamo lasciato il cuore, ma qualunque colore e tipo di pelo sarebbe per noi andato bene!

Dopo i primi tentativi falliti -erano tutti prenotati già pochissimo tempo dopo la pubblicazione dell’annuncio!- siamo andati a vedere dei cuccioli a Cividale, ma anche se la sorellina era perfetta per noi il fratellino era davvero il più timido della cucciolata, non si faceva quasi avvicinare, quindi abbiamo deciso di aspettare ancora.

IMG00265-20110831-2104Ho conosciuto nelle mie ricerche la signora MT. di Pordenone, che lavora come volontaria accudendo e salvando cuccioli da anni; è stata gentilissima con me e dopo un paio di proposte poi fallite (tra cui la spettacolare RagDoll) mi ha presentato un contatto di una veterinaria sua collega, la signora Lori, che avendo avuto una cucciolata di recente cercava una famiglia per due micette!
Mi ha mandato un sms un giovedì sera alle dieci, con allegata la foto in campo fucsia che vedete qui: impossibile resistere, il commento il giorno seguente di Marco e Christian al lavoro è stato “sono due pelouches, sono troppo belle per essere vere!”
Già il venerdì, quindi il giorno dopo, siamo entrati in contatto con Lori e siamo andati a Pordenone a trovare le micette; essendo nate il 15 agosto erano e sono ancora troppo piccole, e bisognerà aspettare metà-fine agosto per poterle prendere. E’ stato amore a prima vista!! Le due micie erano così piccine che avevano ancora la testona grossa, la codina dritta come uno spaghetto, e le zampine a tratti malferme: dolcissime *_*
Si riconosceva già la sorellina più vispetta e l’altra un po’ più cauta :)

L’altro ieri siamo tornati a vederle: come sono cresciute in due settimane!! Quando siamo arrivati erano addormentate avvinghiate, in una scena di totale tenerezza, sulla poltrona. La mamma gatta le ha svegliate lavandole, e Lori mi ha fatto prendere in braccio la più vispa, che mi ha leccato un sacco le dita e la mano rimanendo placida tra le mie mani. Poi si sono messe a giocare, e abbiamo potuto vedere quanto sono stupende. Davvero non vedo l’ora che questo mese mancante passi!!!

Alberto ed io ci stiamo preparando ad accoglierle; io sto facendo le liste delle cose da prendere per il loro arrivo (trasportino, lettiera, pappe, cuccia) e visitiamo negozi di articoli per animali (come l’Isola dei Tesori) in tutta Udine segnandoci dove hanno cosa.
Alberto si è lanciato a capofitto nel produttivo settore del fai da te, perchè le palestrine tiragraffi in commercio costano molto e hanno stimolato il lato pratico in lui: ne sta costruendo una clamorosamente spettacolare, su in mansarda, da mettere poi in salotto per le gattine (sperando di renderla più attraente del divano :D)
Oggi abbiamo anche acquistato il materiale per costruire una sorta di rampa tiragraffi sul lato delle scale che collegano il primo piano dal secondo piano di Basalmansion,in modo che le micie possano farcisi le unghie e scalare invece di fare le scale!
L’articolo più geniale per gatti che ci ha attirato e che Alberto vuole costruire da solo (quello da cui è partita la vena creativa) è il Cat’s Trapeze, che penso appenderemo per ora nel pianerottolo al piano di sopra e una volta visto che l’abbiamo costruito bene predisporremo anche per la sala!

Insomma, siamo davvero in fermento. Sarà un bell’impegno, una bella responsabilità, accudire le due micine; ma siamo pronti e felici a farlo e entusiasti da tutte le belle, stupende cose che due micine ti regalano convivendo con te :)
Naturalmente siamo aperti a tutti i consigli e suggerimenti di chi di voi ha esperienza con i mici. Fatevi sotto!!! :)

Fanciullino&Bimbaverde • Visita a Savona di agosto

Amici, Canti, famiglia, Love, We Are F&B Commenti disabilitati su Fanciullino&Bimbaverde • Visita a Savona di agosto

Anche questo bellissimo weekend a Savona è trascorso, e anche questo mese siamo riusciti a rivedere un poco Renata, Donato e Riccardo!

250811_Savona (27)Alberto non vedeva il nipotino da metà giugno, quindi ha potuto gustarsi ancor più di me gli immensi cambiamenti e progressi di questi primi mesi di vita. Siamo partiti giovedì 25 agosto a pranzo, fermandoci solo per un panino e il pieno di benzina a San Giorgio e proseguendo poi dritti verso la meta: non abbiamo trovato minimamente traffico e abbiamo viaggiato lisci come l’olio, arrivando a Savona poco dopo le sei.

Abbiamo subito potuto riabbracciare tutti: Riccardo è molto cresciuto ed è davvero un amore! Vocalizza e tenta i primi esperimenti di voce, facendo degli urletti adorabili quando è felice (e piangendo come un’aquila quando è arrabbiato!). Afferra le cose, anche se ancora ora a volte si incasina e si afferra una mano con l’altra, convinto invece di aver preso un oggetto a cui mirava! Lol :D
Ti guarda fisso con i suoi occhioni enormi, silenzioso scrutatore del mondo esterno. Ride e sorride in modo meravigiloso, e ha il labbro tremulo quando piange.
Ma soprattutto è curioso, e quindi non si accontenta quasi già più di stare lì seduto: vuole vedere il mondo, vuole scoprire nuove cose, vuole raggiungere suoni e colori che percepisce, e se sovraeccitato da tanti stimoli nuovi anche quando crolla di sonno non vuole saperne di dormire!!! ;)

250811_Savona (30)Giovedì sera, dopo la cena con anche mamma papà e Fabio, siamo scesi giù da Renata e Donato sperando di mettere a nanna Riccardo e poi noi magari fare un gioco da tavolo insieme. Ma dati questi presupposti, il cucciolo era stravolto dal sonno ma troppo sovraeccitato dalla presenza degli zii, e davvero non c’era verso di metterlo a nanna!
Mi sono anche sentita una totale incapace quando sono riuscita a ninnarlo fino ad addormentarlo e poi l’ho svegliato mettendolo a letto, perchè mi è scivolato nel lettino e non sono riuscita ad adagiarlo dolcemente :P
Alla fine il piccolo piangitore è crollato addormentato dopo le dieci.. e noi quattro adulti ci siamo guardati in faccia: eravamo il ritratto della stanchezza, quindi ci siamo arresi anche noi e ci siamo salutati per andare a dormire X)

Al mattino di venerdì 26 agosto mamma ed io ci siamo svegliate alle sette, per andare al mare. Alberto e papà si erano già svegliati almeno un’ora prima, per uscire insieme a pesca in barca: hanno avuto una mattinata fruttuosa di pesca in mare e si sono divertiti da matti :D
Renata ha raggiunto mamma e me in spiaggia in tarda mattinata, con il piccolo patato! Abbiamo fatto un bel bagno, e poi dopo non molto siamo rientrati a casa per pranzo.
Nel pomeriggio siamo usciti nuovamente, mamma Renata Alberto ed io, con naturalmente Riccardo! Dato che ora è più grandicello Alberto lo tiene in braccio volentieri ed è stato davvero bello scendere a Savona tutti insieme, con lo zio che portava il piccolo brighella a vedere il mondo :D
Abbiamo fatto passeggiate e visite ai negozi che ci interessavano, e siamo stati fuori tutto il pomeriggio. Riccardo sembrava molto contento di stare fuori, e solo a sera si è addormentato per un pochino!

250811_Savona (82)Abbiamo cenato di nuovo tutti insieme da mamma e papà, e dopo cena Riccardo si è addormentato con meno problemi rispetto alla sera prima: Renata, Donato, Alberto ed io abbiamo così potuto vederci un film che volevo condividere con loro da tempo: Inkheart, Cuore d’Inchiostro. Ce lo siamo proprio goduto e sono stata contenta perchè è piaciuto anche a loro :)

Sabato mattina
mamma ed io ci siamo nuovamente svegliate presto: alle otto eravamo al mare, che però era molto meno bello del giorno prima! Mare grosso, niente vento, e spiaggia mangiata via dalla marea. Nonostante questo siamo state benissimo, abbiamo fatto la nostra consueta passeggiata su e giù per la spiaggia, abbiamo chiacchierato e preso un poco il sole. Per me è stato il supplizio di Tantalo, per dirla in modo scherzoso: avevo male ai piedi per il giorno prima (non sono più abituata, evidentemente, a camminare a piedi nudi sulla ghiaia) e con le onde così grosse sarebbe stato piuttosto doloroso entrare in acqua.. questo e il fatto di non volermi bagnare la testa, per il male all’orecchio che mi tormentava dal venerdì, mi hanno impedito di fare il bagno!
Per fortuna ho potuto rifarmi il giorno dopo :)

Alle dieci eravamo a casa: l’idea infatti era di andare con Alberto e papà al Molo, il centro commerciale di Vado, per andare al Decathlon. Renata e Donato ci hanno poi raggiunti lì, e abbiamo girellato insieme alcuni dei negozi che ci interessavano. Abbiamo anche fatto una capatina alla Chicco, dove ho potuto comprare un giochino a Riccardo da parte degli zii Paola e Alberto: un bellissimo gattino arancione bello facile da afferrare e ciucciare, che gli è piaciuto molto ^_________^

280811_Savona (0)A pranzo ci siamo trovati tutti insieme da mamma e papà: abbiamo mangiato gli ottimi e abbondanti pesci pescati da lui e Alberto il giorno prima :D
Abbiamo passato il pomeriggio a casa, piuttosto pigramente. Nel primo dopo pranzo metà di noi erano addormentati.. papà e Alberto chiacchieravano, e mamma ed io abbiamo giocato un poco a Scarabeo ;)
Arrivate le sei Alberto ed io siamo usciti a fare due passi per sbrigare un paio di commissioni; è molto bello passeggiare per Savona in occasione del Desbarassu ^_^
Per le sette eravamo davanti alla pizzeria: abbiamo infatti organizzato una bella cena a cui hanno partecipato Renata, Donato e Riccardo, Alberto e Sara, Mauro Giorgia e Matteo, Pizzi e Laura e Marco :) Siamo stati contentissimi di rivedere amici che non vedevamo da parecchio tempo, e di trovarli felici e soddisfatti ;)

E’ stata una cena molto piacevole; Riccardino ha richiesto come sempre molte attenzioni, e lo Zio Alberto ha dimostrato grande savoir faire nell’addormentarlo fuori dal locale cullandolo con le canzoni di Elio e Le storie tese (!!) regalando così un po’ di requie a Renata e Donato!
Dopo la cena, quando gli amici con figli ci hanno salutato per andare a casa, noialtri abbiamo fatto due passi ancora per Savona, chiacchierando.
Bellissima serata!!

Domenica 28
purtroppo saremmo dovuti ripartire, per essere operativi al lavoro il giorno dopo. E’ davvero un po’ triste dover ripartire subito dopo pranzo e salutare tutti invece di trascorrere un altro bel pomeriggio insieme!
Al mattino mamma ed io abbiamo fatto replica di mare, godendoci un tempo soleggiato e un mare più tranquillo e così ho potuto fare il mio ultimo bagno! Alberto e papà nel frattempo sono andati a pescare sul pontile, e anche se non hanno preso niente si sono divertiti :)
Al mio rientro a casa ho subito raggiunto Renata e Donato giù, e abbiamo giocato a Singstar Queen con in braccio Riccardo, che adora sentir musica e sentir cantare e quindi rimaneva affascinato dai nostri stonatissimi gorgheggi :D

Il pranzo in famiglia è stato come sempre bello e sereno; dopo pranzato abbiamo anche avuto un poco di tempo per una partitina a Cirulla con Renata, Fabio e mamma: è stato bellissimo, ed ero veramente un po’ triste di ripartire.
Però, che bellissimo weekend!!! Chissà come sarà cresciuto il mio Riccardo la prossima volta… :°)