Strana, la sensazione di rimettersi a scrivere dopo tanto tempo.

Tante cose sono cambiate. Non ne parliamo rispetto a quando nel 2009 ho aperto il blog, figuriamoci. Ma tante cose sono cambiate anche da quando ho postato in differita i racconti del viaggio di nozze. Perchè poi alla fin fine negli ultimi anni ho scritto proprio poco sul blog, rispetto a un tempo. Non saprei dire perchè, immagino probabilmente per via della mancanza di ore giornaliere in cui farlo. Se si lavora otto ore e anche più, con impegno, e poi quando si torna a casa si ha un amorevole marito con cui trascorrere le serate, difficilmente ci si mette al pc a scrivere.
Poi facebook ha preso piede, e spesso è più veloce scrivere quattro righe di post lì per raccontare qualche aneddoto o pensiero, piuttosto che scrivere un bel post lungo come un tempo. Ed è un peccato, perchè siamo davvero nell’era della sintesi. Tutto ridotto, tutto veloce, tutto di corsa.

E dal 2016 le cose sono cambiate ancor di più.
Ho vissuto l’esperienza che forse più di ogni altra cambia una persona, e sono diventata una mamma. E ho avuto qualche difficoltà, che ancora oggi ha i suoi strascichi. E sono cambiata tanto, e ancora sto cercando di capire cosa e chi sono ora. Imizael è cresciuta, le ali che desiderava sono comparse, e ha volato lontano nel proprio futuro, costruendo giorno dopo giorno un nuovo sogno. E così ora ci sono tante cose di cui parlare, e ho di nuovo tanto bisogno di scrivere.
E scrivere su un diario cartaceo va bene, ma non basta, non per me. E ho l’arroganza di pensare che forse se condivido alcune cose che ho nel cuore posso essere di aiuto o di compagnia a qualcuno, là fuori.

Ma come farlo? Dove scrivere?
Non mi pare adatto farlo qui. Questo mio canto di Imizael non è mai stato un blog troppo coerente nei contenuti o tematico. Semplicemente ci scrivevo quello che mi andava, e i miei interessi spaziano notevolmente dai viaggi ai film alla cucina e chi più ne ha più ne metta.
Iniziare a metterci dentro anche le storie di mamma mi pare un po’ fuori luogo. Quindi inizierò a scriverle da un’altra parte, e chissà… Se verrà fuori che vi fa piacere leggerle davvero magari aprirò un nuovo blog tematico.

Quindi cosa bolle in pentola? Tanti progetti, e tanto bisogno di raccontare e di scrivere.
A presto, dunque!