L’arrivo a Bad!

Il viaggio di lunedì 10 agosto verso l’Austria è andato benissimo! :)
Siamo partiti con tutta calma, calcolando di arrivare ad Amaro, località a noi cara per una precedente visita mangereccia, verso mezzogiorno, per mangiare nella locanda dell’altra volta e salutare il mio amico che a giugno era stato tanto simpatico! Avevamo fatto però letteralmente i conti senza l’oste: era infatti tutto chiuso, e siamo finiti a mangiare un panino (peraltro buono) in autostrada subito prima del confine per l’Austria :P

IMG_4222Viaggiando verso Bad Kleinkirchheim il tempo è peggiorato, ed è pure piovuta qualche timida goccina di pioggia.. il viaggio è stato molto rilassante, e quando il panorama ha cominciato ad essere sempre più montano, kilometro dopo kilometro, sempre più verde e rilassante, io ho cominciato a scivolare in uno stato di torpore sempre più irresistibile, quel particolare stato di rilassamento che ti prende quando sei finalmente in vacanza dopo tanto lavoro, dopo tanto stress, dopo tanto penare… e questo status ha toccato il suo apice su una buffa panchina a dondolo a Bad: dopo poco che siamo arrivati infatti, giusto il tempo di prendere la camera e la guida alle agevolazioni della Carta Carinzia, abbiamo cominciato a passeggiare per la zona di parchi e sentierini ghiaiosi, sino a giungere in questo buffo giardinetto di ghiaia e strane statue. Tre minuti dopo che ci eravamo seduti sulla panca a dondolo in legno io mi sono trovata ad addormentarmi pesantemente, mentre la voce di Alberto che mi illustrava la guida della Carta mi cullava in un sonno a cui non si poteva resistere.. così mi sono sdraiata con la testa sulle sue ginocchia e ho dormito di brutto per più di un’ora!!! :P
Al risveglio ancora un po’ e volavo per terra, essendo lo spazio vitale sulla panchina decisamente più esiguo di quello che il mio subconscio addormentato stava prendendo in considerazione XD Insomma ho rischiato una bella nasata per terra ma per fortuna Alberto mi ha presa al volo :P

A parte questo curioso episodio di letargo da parte mia appena arrivati, il resto della giornata è proseguito tranquillo! A cena siamo andati per la prima volta al ristorante suggerito dalla Haus Maria in cui eravamo alloggiati.. e ci siamo scontrati con un’accoglienza a dir poco gelida! Il ghiaccio del benvenuto si è sciolto un po’ quando Alberto ha sfoderato tutto il tedesco possibile nell’ordinare la cena, e allora la gestrice del locale si è fatta un po’ meno acida e un po’ più accondiscendente, però belin che inizio!!! ;)

La cena peraltro era squisita!! :) Con la pancia pienissima ci siamo guardati un bel film prima di andare a dormire, per riposare per una bella camminata l’indomani!!!

Martedì 11 Agosto: la prima gita!

La domanda è stata, alle prime luci dell’alba: ma perchè all’estero non hanno la cultura delle persiane, delle tapparelle o almeno delle tende spesse e coprenti? mah..!!!
In una stanza illuminata dal sole ci siamo svegliati, e sorvolerei sulla colazione perchè certe cose vanno tenute nascoste per mantenere una reputazione.. :P

Con il cuore pesante e l’animo greve per le notizie ricevute al risveglio siamo partiti per una passeggiata in montagna, cercando di distrarci e goderci il bel paesaggio che ci circondava.
IMG_4236Come gita è stata molto bella, effettivamente!
Una delle figate che fanno gli austriaci è che in ogni punto un po’ adatto ficcano una panchina e pure, se possono, un’amaca! Fattosta che a si e no 20 minuti dalla partenza per la gita, belli carichi con i nostri vestiti tecnici, fighi nei nostri cappellini, zaino in spalla cartina alla mano belli come il sole, lanciati come Vin Diesel in persona, gasatissimi, abbiamo incrociato un’amaca matrimoniale!!! La tentazione è stata troppa, e la sosta (a un tempo vergognosamente minimo dalla partenza, lo ammetto) è stata lunga, bella e riposante XD che scamorze!!!! :P

Ripartiti, abbiamo proseguito la nostra bella gita!IMG_4265
L’obiettivo erano tre Buschenschank: un percorso che ci avrebbe portati presso tre rifugi mangerecci, valutando poi in quale fermarci per un consistente pranzo a base della famigerata “Colazione del contadino Carinziano”. Con sì nobile meta il passo era veloce e ritmato, ed è stata proprio una bellissima gita! Abbiamo passeggiato per un tratto di angusto sentiero selvaggio, per comodi sentieri nel bosco, per sentieri Muccosi e per strade asfaltate! Abbiamo trovato fragoline di bosco e lamponi, e Alberto si è arrampicato a coglierli per me, e dopo averli sciacquati nel torrente ce li siamo pappati!
Edit: l’amoremio, sempre sia lodato, in un coraggioso atto romantico nei miei confronti, per il quale gli sarò eternamente grata (nessuno aveva mai fatto una cosa simile per me), data la mia passione per i rossi frutti lamponosi si è coraggiosamente arrampicato su un costone di roccia, rischiando la giovane fanciullesca vita, e cogliendo svariati lamponi raccolti nel suo berretto- sì coraggiosamente tenuto tra i denti- mentre io attendevo al sicuro del sentiero, con gli occhi carichi di lacrime di apprensione!!! :D
Abbiamo incontrato una buffa casetta su un albero, con una luunga e scarcassata scala di legno per raggiungerla, e Alberto si è arrampicato sin su :D

Verso le quattro siamo arrivati al Buschenschank Streitnighof e nulla più si frapponeva tra noi e il giga tagliere di salumi e formaggi di produzione propria XD che mangiata!! Abbiamo assaggiato il sidro, il sidro+succo di mela, e il latte.. mamma mia che buono il latte che hanno lì… *_*

Satolli e felici, ci siamo avviati a chiudere l’anello e tornare verso l’albergo, con tanta strada ancora davanti ma tutta in discesa!
Prevedendo di non cenare, abbiamo fatto tappa a un supermercato per rifornirci di latte e cioccolata da spiluccare vedendoci un film più tardi, ed è stata una grande idea :D

Arrivati in albergo avevamo consumato le ultime energie! Doccia, massaggini, letto e film: il riposo dei guerrieri ^_______________^

Mercoledì 12 Agosto: girellando sul lago!

IMG_4276Dato che al risveglio il tempo era nuvolo, quel giorno più che per una gita per bricchi abbiamo optato per sfruttare la Carta Carinzia e girellare nei dintorni per musei e bellezze naturali: ci siamo diretti al Lago Millstatt poco distante, e abbiamo fatto due passi in attesa del traghetto! Verso mezzogiorno è iniziato il giro sul lago! Che bello, che meraviglia! Abbiamo pigrito godendoci il panorama e scattando tante fotografie, e godendoci il sole l’arietta fresca e la natura per un paio d’ore!

Concluso il giro abbiamo raggiunto con l’auto prima il Museo della Pesca di Seeboden, che era una vecchia casa tipica tutta arredata di pesci imbalsamati e di strumenti da pesca di una volta, con anche un piccolo acquario e una buona collezione di fotografie d’epoca ;) Poi ci siamo diretti al Museo Carinziano dell’Artigianato, a Baldramsdorf, che si è rivelato molto interessante!

IMG_4326Tornando verso Millstatt, i cartelli di una manifestazione medioevale al Castello di Seeboden ci hanno guidati sino a su, dove abbiamo visitato il Museo delle Torture, ospitato nel castello stesso, e poi siamo saliti sugli spalti a goderci il panorama davvero stupendo, mentre suoni di musiche medioevali e di cornamuse salivano dai tendoni della manifestazione storica poco distante… era stupendo! :°) Davvero un’atmosfera da sogno!

Ci siamo inoltre fermati a cenare al Castello, poichè un certo manifesto ci aveva fatto venire l’acquolina in bocca! Seduti nel bel locale in legno tutto tipico medioevaloso abbiamo ordinato il Piatto dei Cavalieri, con la spavalda sicurezza di un daltonico che passa con il rosso, avendo letto “per 2 persone”… peccato che invece fosse “minimo per 2 persone”… XD
Abbiamo imparato sulla nostra pelle la differenza tra le due cose (o meglio sui nostri stomaci)!!! E’ arrivato un vassoione ENORME con un letto di patatine fritte e squisite patate novelle tagliate a mezzaluna, con su svariate costine, filetto di manzo e alucce di pollo!!! ah, e una riga di verdure grigliate, e una discreta quantità di burro alle erbe e salsine!!!
(segue documentazione fotografica del piatto)
Edit: mi è stato segnalato che dal racconto non si capiva, quindi evidenzio il fatto che purtroppo il piatto ci ha letteralmente pwnati, essendo decisamente troppo abbondante!!! I camerieri hanno tolto da sotto le nostre strapiene tristi papille il vassoione su cui svettavano ancora, immacolate, due montagne di patatine che non eravamo riusciti a finire.. e siamo pure stati scherniti con la domanda “ne avete abbastanza?” X)

Siamo usciti rotolando dal ristorante, con le patatine che ci uscivano dalle orecchie… tanto che arrivati nuovamente a Bad prima di rientrare in albergo abbiamo preso un liquore in un bar per digerire meglio!!! X)
Edit: Alberto ha preso un digestivo! Io ho preso un Bayleys, che però si scrive Baileys!!! :P con o senza apostrofo!! :D

Giovedì 13 Agosto: su con l’ovovia!!!

130809_A&P BadK (5)Il giorno dopo splendeva il sole, quindi armati nuovamente di vestiti tecnici figosi, zaino e necessaire da gita ci siamo avviati a piedi alla stazione dell’Ovovia per raggiungere il monte più alto del parco Nockberge e fare due passi in alta quota!
Avviandoci lungo i sentierini ghiaiosi di bad abbiamo fatto varie soste-trota, cercando con lo sguardo i pesci nel fiumicello che scorre lì, e anche una sosta-amaca che non fa mai male! :D

IMG_4358Saliti con l’ovovia (era la prima volta per me!!!) abbiamo girellato nei bellissimi immediati dintorni, caratterizzati da impressionanti roccioni atti a interessanti fotografie d’azzardo, d’azione, di brivido e non, fino a raggiungere un lago artificiale molto bello!
Abbiamo poi tentato di raggiungere un Buschenschank di cui nella guida parlava molto bene, per mangiare lì, ma abbiamo sbagliato strada e quindi alla fine abbiam lasciato perdere, per non mancare l’ultima corsa dell’ovovia ;)
Edit: ne avevo dimenticato un pezzo! Mentre, comodamente sdraiati su una collina con una certa pendenza, sdraiati in mezzo all’erba e ai fiorellini, riprendevamo fiato e ci arrendevamo all’idea che non avremmo raggiunto in tempo la malga dove volevamo mangiare, ha cominciato a piovere! Così, sotto la pioggerellina ci siamo avviati verso la stazione dell’ovovia, camminando sotto la pioggia e tenendoci per mano, il che peraltro è stato molto molto bello ^______^
(e schivando un toro, ma questa è un’altra storia! :P)
Arrivati lì abbiamo anche fatto una pausa-bevanda nel ristorante della stazione dell’ovovia, che peraltro era piuttosto pittoresco anzichèno e molto bello ^_^

Scesi con l’ovovia e tornati a Bad, quindi, abbiamo deciso di concludere la giornata con un’altro assaggio di carinziani salumi e formaggi: presa l’auto, siamo andati a mangiare il bis al Buschenschank Streitnighof, arrivandoci però stavolta sfacciatamente in macchina :P

Mentre tornavamo in giù ha cominciato a piovere, e a quel punto c’era solo una cosa da fare: tappa al supermercato per comprare del Baileys e altre cioccolaterie per la serata, corsa a Haus Maria sotto una pioggia sempre più scrosciante, e a quel punto mentre fuori infuriava un temporale con tanto di tuoni e fulmini e lampi ci siamo chiusi in stanza e abbiamo salutato il mondo esterno! Che si dimenticasse di noi sino al mattino, come noi di lui! ;D

Venerdì 14 Agosto: terme!!!

L’aria del mattino dopo il temporale notturno era decisamente fredda, quindi valutando anche le vie di montagna sicuramente zuppe d’acqua abbiamo deciso che era giunto il momento di spararci una giornata di full-relax alle terme!!!
Armati di costume ed accappatoio ci siamo avviati alla vicina stazione Termale di St. Kathrein, vicina vuol dire dall’alto lato della strada rispetto a Haus Maria XD si e no 50 metri!!! :P

E da lì è stato il paradiso!!! Acqua calda, bolle e idromassaggi, nuoticchiare nella piscina, poltrire abbracciati nella zona idromassaggio, cuocersi completamente nell’acqua, rilassarsi poi sulle sdraio con il Rat Man enigmistico e facendo le parole crociate, pranzucchiare wustel e patatine fritte, e poi sdraiarsi al sole nel prato delle Terme, e di nuovo il bagno nell’acqua bollente della piscina esterna.. insomma, una goduria con i fiocchi!

E’ stata una giornata di sbulacco al 100%, ne siamo usciti davvero rigenerati!!! E senza vergognarci di noi stessi, siamo pure tornati a cenare al ristorantino della prima sera… decisamente due viziosi senza ritegno :D

(to be continued)