Il viaggio aereo verso Madrid è andato bene: eravamo anche vicini, finalmente :P

Ci sono stati un paio di momenti in cui l’aereo ha scrollato un poco e io ho avuto paura, ma spero lo shock da Linee di Nazca mi passi con il tempo.

Ho visto un paio di filmetti (Full Monty, era una vita che volevo rivederlo, e L’Appartamento, con Jack Lemmon e Shirley McLane, simpatico.

Arrivati a 10501766_10153383384329654_3111276082637760567_nper fortuna abbiamo pensato di informarci su come visitare la città. La prenotazione dei voli che era stata fatta per noi infatti prevedeva quasi otto ore di scalo, e passarle in aeroporto sarebbe stato delirante. Per fortuna agli uffici informazione erano tutti molto gentili ed efficienti, quindi abbiamo potuto capire subito come fare.
Abbiamo lasciato la valigia del mio bagaglio a mano in un deposito bagagli apposito (10€) e abbiamo preso il biglietto per il bus in partenza verso Madrid (altri 10€)
Verso le 13.30 eravamo già in viaggio verso la città! Siamo scesi in una delle piazze principali con l’idea di farci un girettino disimpegnato, tanto avremmo avuto occasione di tornare da lì a un mese e mezzo perchè saremmo tornati in Spagna ad agosto per il matrimonio di Bea e Andrea :)
Faceva veramente molto caldo (come dimostra la foto testimonianza: dopo aver preso tanto freddo in Perù ecco una bella botta di 47 gradi :P) quindi abbiamo fatto molte tappe per bere qualcosa di fresco e ristorarci all’ombra, comunque siamo rimasti con l’impressione che Madrid sia veramente una città stupenda e meriterebbe una visita di qualche giorno.
Mi piacerebbe visitarne con più calma le splendide vie pedonali e soprattutto i musei!

Sembravano stupendi anche i giardini che abbiamo visitato un po’ superficialmente.

Verso le cinque ci siamo avviati comodamente a prendere l’autobus espresso e siamo tornati in aeroporto con largo anticipo per fare tutto con calma.

11692706_10153383381019654_7213103656118082562_nIl nostro viaggio era ormai alla fine. Siamo scesi dall’aereo a Venezia verso mezzanotte, se non erro, e abbiamo fatto rientro a casa dove ci attendeva la nostra cat sitter, la mia mammina.

La domenica il tempo per qualche foto, i racconti principali, i souvenir, un mezzo bagno insieme sul fiume, e il lunedì eravamo già tutti e due al lavoro, per non farci mancare nulla ;)

In conclusione è stata un’esperienza splendida: spero di conservarne i ricordi meravigliosi a lunghi, penso che siamo stati davvero fortunati a fare questo viaggio e ringrazio nuovamente tutti coloro che lo hanno reso possibile :)